Associazione
Cattolici Genovesi

 



















Indice generale
del sito




Collegamenti
a siti consigliati




Home


Mail

 
 
   

 
Christus Vincit


Cattolici Genovesi

Cercare la Verità - Conoscere la Verità - Difendere la Verità


 

Questo sito Internet dal titolo si può rilevare l'intento di affermare nel campo della comunicazione una voce cattolica chiara e forte su ogni argomento che quotidianamente si presenta.
Molti sono i temi che intendiamo affrontare con semplicità e chiarezza in modo da essere compresi da tutti coloro che intendono abitualmente avere contatti.
Noi ci rivolgiamo a tutti e speriamo di fare di questo sito non solo un modo per trasmettere informazioni, idee ma, desideriamo che coloro che troveranno il nostro modo di affrontare gli argomenti di loro gradimento ci facciano conoscere le loro opinioni, ci inviino se credono materiale che in ogni caso verrà esaminato e se ne terrà conto successivamente. Anche per coloro che volessero farci una critica, speriamo garbata, sempre nell'ambito delle nostre possibilità cercheremo di rispondere in qualche modo.
La nostra aspettativa è quella di creare le premesse per favorire la crescita di un punto di riferimento, dando non solo a chi collabora di far conoscere le proprie idee ma anche ad altri a partecipare alla formazione di un centro di opinione. La vastità degli argomenti affrontati ci permettono di dare un'idea precisa della nostra visione delle cose che è e che deve essere sempre cattolica.
Non abbiamo la pretesa di far la predica a nessuno, né pretendiamo di giudicare gli altri migliori o peggiori di noi, la cosa non ci interessa, ma sulle idee, sui comportamenti esprimiamo sempre la nostra valutazione.
Spesse volte nel dire la verità forse qualcuno può esserne dispiaciuto, non è nostra intenzione offendere nessuno, ma ciò che riteniamo giusto non deve essere taciuto.
Chi siamo ? Siamo cattolici senza nessun aggettivo. Le tante classificazioni di cattolici molte volte sono riduttive, spesso devianti ed a volte sicuramente errate, per questo le rifiutiamo.
Apprezziamo i progressi della scienza e della tecnica ma riteniamo che il mondo presente non sia dominato esattamente da una visione cristiana; anzi, dall'esatto contrario. Molte delle cose che ci vengono gabellate come progresso, diritti umani o diritti di libertà siano esattamente il contrario; regresso, licenza e schiavitù. Chi avrà pazienza di seguirci capirà presto a cosa ci stiamo riferendo.
Un'ultima cosa, vogliamo ancora dire, in quanto cattolici noi non abbiamo né complessi di colpa per la storia passata né riteniamo di dover ricorrere ad altre istituzioni civili o religiose per poter essere cattolici. Ricerchiamo la verità ma, i fondamenti li conosciamo già con certezza senza bisogno di rivolgere la nostra attenzione altrove. Siamo fedeli alla Santa Romana Chiesa perché crediamo a tutti i dogmi così come ci sono stati proposti, seguiamo i comandamenti ed i principi morali da sempre stabiliti.

Il sito si articola in vari comparti dove trovano opportuna collocazione i vari argomenti. Chiunque sia interessato a partecipare è invitato a contattare i responsabili dei vari settori.


COME VISITARE IL SITO
la cosa più spiacevole è perdere tempo e farlo perdere agli altri. Pertanto, il modo più veloce per vedere i contenuti è quello di esaminare per primo
L'INDICE GENERALE DEL SITO
Se troverete qualcosa di interessante, potrete poi entrare nei singoli settori.
Grazie per la scelta.
 

Rino Tartaglino           


 
 

___________________________________

(cultura)

Foglio per comunicazione ai soci
___________________________________
_____________________________________________________________


ULTIMI INSERIMENTI
- 1/5/2004
(cultura - scienza - fede)
LA PASSIONE DI CRISTO - Così come è avvenuta

_____________________________________________________________
- 31/10/2004
(Difesa della vita)
ARE THE DEAD REALLY DEPARTED WHEN WE REMOVE THEIR ORGANS ? - On a subject concerning the end of life, and that is particularly the matter of the removal of organs from corpses

_____________________________________________________________
- 31/12/2004
(Europa)
LA FINE DELL'UNIONE EUROPEA - L'ingresso della Turchia in Europa

_____________________________________________________________
- 7/1/2005
(Difesa della vita)
QUESTIONI MORTALI - L'attuale dibattito sulla morte cerebrale e il problema dei trapianti di R. BARCARO e P. BECCHI- Introduzione

_____________________________________________________________
- 20/5/2005
(Difesa della Vita)
I CATTOLICI SI ASTENGONO SUL VOTO DEL REFERENDUM - Volantino

____________________________________________
- 31/5/2005
(Progetto Europa)
L'EUROPA E LA GEOPOLITICA AMERICANA - Chi domina il blocco eurasiatico-africano domina il mondo

____________________________________________

- 30/9/2005
(Una voce)
TORNIAMO ALLA MESSA IN LATINO - A seguito della Messa in "zeneize" una lettera di Francesca Poluzzi

____________________________________________

- 15/4/2006
(Difesa della vita)
DONARE GLI ORGANI E MORTE CEREBRALE
Le cose da sapere di Carlo Barbieri
_____________________________________________

S. MESSA IN LATINO
(rito romano antico)

DOMENICHE E FESTE DI PRECETTO

ORE 9,30

CHIESA DI S. STEFANO
(sopra) Via XX Settembre - GENOVA - Tel. 010.58.71.83

ASS. UNA VOCE - GENOVA

___________________________________
_______________________________


- 30/1/2008
(vita)
WELBY E IL PENSIERO CATTOLICO
Condanna dell'eutanasia di Carlo Barbieri
___________________________________

- 30/1/2008
(vita)
WELBY: RIFIUTO DI CURE O EUTANASIA? (parte I)
Considerazioni giuridiche sul caso Welby del prof. Paolo Becchi
___________________________________


- 3/4/2008
(vita)
MORTE CEREBRALE E TRAPIANTO DI ORGANI
Libro del Prof. Paolo Becchi - recensione del Dott Carlo Barbieri
___________________________________

- 3/4/2008
(vita)
LA MORTE CEREBRALE E' LA FINE DELLA VITA?
relazione della Dott. Rosangela Barcaro
___________________________________

- 8/7/2008
(vita)
INFORMAZIONE
La disinformazione sui problemi dei trapianti può essere colmata da alcune letture - consigli del Dott Carlo Barbieri
___________________________________

- 20/11/2008
(vita)
Il nuovo regolamento sulle modalità per l'accertamento e la certificazione della morte. Primi rilievi critici.
del Prof. Paolo Becchi
___________________________________

- 1/10/2009
(vita)
La biopolitica non ammette la libertà di coscienza
Prof. Paolo Becchi
___________________________________
- 30/10/2009
(Archivio)
CATTOLICI GENOVESI - N° 2 novembre 2009

___________________________________

- 30/10/2009
(Incontro)
CATTOLICI GENOVESI - N° 2 novembre 2009

___________________________________

- 10/1/2012
(vita)

___________________________________

- 20/1/2012
(voce)

___________________________________

- 20/1/2012
(Politica - costume - società)

___________________________________

- 19/2/2012
(Cultura)

___________________________________

- 1/1/2013
(una voce)
___________________________________

- 7/1/2013
(vita)

___________________________________

- 7/1/2013
(voce)

___________________________________

- 17/3/2013
(Politica - costume - società)

___________________________________

- 17/5/2013
(voce)
___________________________________

      Foglio di comunicazione interna
www.cattolicigenovesi.org
La libertà di pensiero ce l’abbiamo. Adesso ci vorrebbe il pensiero.

G . Mosca

_______________________________
SANTI E BEATI

San Bonaventura Vescovo e dottore della Chiesa - Festa 15 luglio
Giovanni Fidanza nacque a Bagnoregio (Viterbo) nel 1218. Bambino fu guarito da san Francesco, che avrebbe esclamato: « Oh bona ventura ». Gli rimase per nome ed egli fu davvero una «buona ventura» per la Chiesa. Studiò a Parigi e durante il suo soggiorno in Francia, entrò nell'Ordine dei Frati Minori. Insegnò teologia all'università di Parigi e formò intorno a sé una reputatissima scuola. Nel 1257 venne eletto generale dell'Ordine francescano, carica che mantenne per diciassette anni con impegno al punto da essere definito secondo fondatore dell'Ordine. Scrisse numerose opere di carattere teologico e mistico ed importante fu la «Legenda maior», biografia ufficiale di San Francesco, a cui si ispirò Giotto per il ciclo delle Storie di San Francesco. Fu nominato vescovo di Albano e cardinale. Partecipò al II Concilio di Lione che, grazie anche al suo contributo, segnò un riavvicinamento fra Chiesa latina e Chiesa greca. Proprio durante il Concilio, morì a Lione, il 15 luglio 1274.
_______________________________
EDITORIALE
LA POLITICA AMERICANA CONTRO L’EUROPA

Dalla fine delle II Guerra Mondiale il “partito americano” ripete che gli Usa ci hanno salvato dal nazi-fascismo, ci hanno portato la democrazia e la libertà è quando alla fine della guerra eravamo alla fame ci hanno sfamati con i loro aiuti. Quindi, non possiamo che essere riconoscenti ed accettare senza discutere le linee della politica americana. Come dice Obama “la libertà e la democrazia non sono gratis dobbiamo difenderle sempre”. La realtà è ben diversa e lo dimostrano i fatti. Dalla fine della II Guerra Mondiale il sistema americano, l’unico uscito vincente ha messo in piedi un modello economico, finanziario, politico e militare che non ha uguali, in grado di controllare o condizionare direttamente o indirettamente i Paesi dl Pianeta. In questa situazione, chi è più forte, chi è più ricco chi è più organizzato ha buon diritto di comandare ma alla condizione che faccia anche il bene degli altri. Quindi non basta avere quelle caratteristiche che abbiamo accennato ma occorre avere anche una superiorità intellettuale e morale che avvantaggi anche gli altri. Noi sappiamo che negli Usa il vero potere è detenuto dalle multinazionali e dalle istituzioni finanziarie che impongono scelte politiche che realizzano sempre il loro egoistico interesse. Vogliamo limitarsi alla politica degli ultimi venti anni. La guerra in Iraq per impadronirsi del petrolio, dare appalti alle multinazionali ed impulso all’industria dell’armamento. Guerra in Afghanistan, serviva ad arrivare successivamente alle risorse dei Paesi dell’Asia centrale ex sovietica. La guerra alla Libia di Gheddafi serviva a togliere risorse petrolifere a noi italiani. Le rivolte nei Paesi del Nord Africa viste con una certa simpatia ma anche con qualche sostegno e così anche per la Siria, avrebbero dovuto realizzare una serie di governi amici dipendenti economicamente dagli Usa. Tutti questi interventi hanno dato risultati fallimentari. Non parliamo poi del conflitto israelo-palestinese dove gli Usa per non scontentare la potente lobby ebraica accettano che non si realizzi mai la costituzione di uno Stato palestinese rendendo così endemico il conflitto che fin dagli anni ’50 ha costituto un elemento di destabilizzazione di tutto il Medio Oriente. Passando all’Europa, la politica americana fino all’esistenza dell’URSS, nei nostri confronti poteva ancora essere accettabile. Gli Usa avevano bisogno di una Europa schierata dalla loro parte; quindi dovevamo avere un certo benessere. La scomparsa dell’URSS praticamente non c’era per l’Europa il pericolo comunista, la politica cambia. Ci viene imposto la globalizzazione che mette in crisi le nostre attività produttive; ma, il colpo mortale che realizza la crisi viene dal controllo esercitato attraverso la finanza. Chi ha debiti finisce alla mercé degli strozzini che impongono il risanamento di bilancio in tempi brevi aggravando ulteriormente la crisi. Inoltre, per tenere ancora più legata l’Europa alla politica americana è necessario che in Europa ci sia un nemico. Così si giustifica l’esistenza della Nato e la realizzazione di una economia ancora più stretta e interdipendente. Il nemico è la Russia. Gli Usa vogliono portare l’Ucraina nella Nato e in questo senso hanno fatto offrire a questo Paese da parte dei governanti europei, veri domestici della politica americana, la possibilità di fare accordi di associazione commerciale. La Russia sentendosi aggredita cerca di reagire. Conclusione: L’Europa non ha nessun interesse a seguire la politica americana. Non abbiamo alcun interesse ad inimicarci la Russia che fa essa stessa parte dell'Europa. L’Europa deve assumere una posizione unitaria indipendente dalla politica americana. Rinegoziare i trattati sul commercio perchè la globalizzazione senza regole ci danneggia. Infine, avere un sistema finanziario svincolato dagli altri Paesi, in primo luogo da quello americano. Per fare questo occorre realizzare una Europa che non è certo quella che si sta mettendo in campo.

Rino Tartaglino

_______________________________

ILLUSTRAZIONE:Il simbolo degli Usa è l'aquila di mare con la testa bianca (Haliaeetus Leucocephalus). Comunque è sempre un grosso rapace.
_______________________________







IL BENE COMUNE

Un contadino coltivava un particolare tipo di grano e lo condivideva con i contadini del vicinato. Un giornalista gli domandò: “Perché condividi il tuo seme migliore con il tuo prossimo, quando ogni anno tu esponi il tuo grano per la competizione?”. “Perché” – rispose il contadino – “il vento sparge nei diversi campi il polline. Se i miei vicini coltivano grano di qualità inferiore, l’impollinazione incrociata degrada la qualità del mio. Io devo aiutare il prossimo ad accrescere la qualità”. Così è della nostra vita. Se vogliamo vivere in pace, dobbiamo aiutare il prossimo a vivere in pace. Se vogliamo vivere bene, dobbiamo aiutare il prossimo a vivere bene. Se vogliamo essere felici, dobbiamo aiutare gli altri ad essere felici, perché il benessere di uno si basa sul benessere di tutti.

(tatto da “Un momento per favore” di Joseph Manores – Edizioni San Paolo)


Per inclinazione personale sono un individualista, quasi solo Gesù riesce a convincermi ed a farmi praticare una visibile socialità, una reale condivisione. Il racconto che ho esposto mi pare veramente una storia cristiana. Non leggiamola come una favoletta ma come un messaggio che può giovare e realmente giova.

Renzo Mattei

_____________________________

14/7 - CALIFFO: Mentre a Gaza i palestinesi fuggono dalle loro abitazioni per timore di cadere vittime dei bombardamenti israeliani che rispondono ai razzi lanciati d Hamas, a Mosul l'autoproclamato califfo Abu Bakr Al Bagdadi mette in pratica la shaaria, ruba, uccide, tortura e perseguita i cristiani. Promette di conquistare Roma, Bisanzio e Cordova ovviamente armi alla mano; del resto non potrebbe essere diversamente. Una persona istruita ed intelligente non può certo convertirsi all'islam. Qualcuno ricorda che a differenza di questo ipotetico califfato che ha solo elementi negativi, il califfato degli Abbasidi (750-1258) pur avendo elementi negativi insiti nell'islam raccolse a Bagdad scienziati, studiosi di molti Paesi che portarono nel mondo non solo arabo ma anche in Europa conoscenze antiche e sviluppò l'arte che diede splendore alla ricca città di Bagdad.
Il primo califfato era stato realizzato da una classe aristocratica abituata a governare, questa versione plebea non può che essere realizzato attraverso una interpretazione fanatica dell'islam.
_______________________________
14/7 - IMMIGRATI: Da una statistica riportata sul Corriere della Sera alla domanda: "Secondo lei la presenza di tanti immigrati nel nostro Paese cosa rappresenta soprattutto?", il 70% degli intervistati ha risposto che gli immigrati sono un costo. Effettivamente, per il controllo dei clandestini, l'accoglienza, l'assistenza pubblica mantenimento compreso; oggettivamente sono un costo.
Invece di fare discorsi a vanvera come sentiamo sempre dai nostri politici, inetti ed incapaci, la prima cosa che dovrebbero fare è rendere edotti gli italiani: quali oneri si devono sostenere, le possibilità di integrazione degli immigrati e gli eventuali vantaggi che deriverebbero da questi arrivi. In base a questi elementi decidere se vogliamo accettare questi arrivi, quanti ne possiamo accettare e quanti respingere. Senza una idea precisa del futuro non risolviamo nessun problema.

14/7 - PROSTITUTE: Nell'Iraq governato da Al Maliki è stata varata una norma che vieta il sesso a pagamento. Nel quartiere di Zayouna a Bagdad sono state uccise 29 persone delle quali 25 considerate prostitute. Altre uccisioni sono avvenute nel 2013. Per evitare fraintendimenti gli esecutori degli assassini hanno lasciato scritto sui muri: "Questa è la fine delle prostitute in Iraq". A compiere questi assassini sarebbero i miliziani dell'iman sciita Muqtada Al Sadr.
Provvedimenti drastici. L'islam è una strana religione il sesso a pagamento è vietato sulla Terra ma quando si va in paradiso il pio musulmano può fare sesso con le sempre vergini Uri. Ovviamente gratis; in paradiso, non circolano denari.
_ ______________________________
15/7 - MOGHERINI: Renzi ha proposto per l'incarico di ministro degli Esteri della Ue il nostro ministro Federica Mogherini. Paesi Baltici e Polonia sono contrari a questa nomina perché la Mogherini sarebbe filorussa.
Il ministro Mogherini fa come tutti i ministri la politica dei governi dai quali provengono. Se si dovesse seguire questa logica solo i nemici dichiarati della Russia possono avere incarichi presso le istituzioni della Ue.

15/7 - FLESSIBILITA': Renzi in tutti gli incontri europei ha insistito su più flessibilità. Per adesso ha ricevuto solo risposte ambigue o negative. Ieri i governatore della Bce, Mario Draghi ha detto: "Le regole non vanno annacquate, le riforme contano più della flessibilità". Conclusione: anche Draghi risponde picche alla richiesta di Renzi.
Per i banchieri bisogna risanare il bilancio e ridurre il debito, altrimenti, loro perdono il controllo sull'economia. Il resto viene dopo. Quindi, le richieste di Renzi non hanno seguito a livello europeo.
_______________________________

15/7 - LE VESCOVE: La chiesa d'Inghilterra promuove le donne. Già dal 1994, le donne possono essere ordinate sacerdoti. Da ieri possono anche diventare vescovi. Dopo due anni di discussioni, crisi, di coscienza e lacerazioni, il sinodo della chiesa anglicana di Canterbury e York ha votato e deciso a grande maggioranza in tutte le tre componenti: preti, vescovi e laici. In totale 351 "sì", 72 "no" e 10 astenuti. La storica decisione è stata accolta con scene di esultanza nella hall dell'Università di York dove si sono tenute le assemblee. La gerarchia anglicana ha scelto di misurarsi con la modernità ammettendo al sacerdozio ed all'episcopato omosessuali dichiarati ed ha aperto al matrimonio tra persone dello stesso sesso.
Quando si invoca la modernità, i diritti, l'uguaglianza tra i generi si vuole mettere in piedi una lotta di potere. I sostenitori del mondialismo usano un linguaggio ingannevole per demolire l'etica tradizionale. Combattere l'etica tradizionale vuol dire ridimensionare a livello sociale il potere delle istituzioni religiose, in particolare della Chiesa cattolica. La massoneria che vuole imporre un Nuovo Ordine Mondiale; opera in questo senso arrivando fino a manipolare le istituzioni religiose. Le istituzioni protestanti ed anche la chiesa anglicana sono più influenzate dalla massoneria; infatti, ai loro vertici, sono tutti di loro. Noi cattolici seguiamo l'impostazione data da S. Paolo che operava con l'ispirazione divina e non riteniamo di modificare l'impostazione secondo le mode del momento. Gesù Cristo era un uomo, Dio nella Bibbia si fa chiamare Padre come espressione dell'autorità. Come la mettiamo con questi tentativi di uguagliare in tutto gli uomini e le donne? Alcuni gruppi femministi hanno proposto di riscrivere la Bibbia secondo i canoni dell'uguaglianza di genere. Dove Dio non si definisce più Padre e tutto il linguaggio deve essere ispirato alla correttezza di genere. Quando capiremo che dietro a tutte queste scelte di uguaglianza e dei diritti vi è una sorda lotta scatenata dalla massoneria per prendere e consolidare il suo potere nella società, saremo in grado di spiegare perché vengono propagandate certe leggi.
_______________________________

16/7 - MATRIMONIO OMOSESSUALE: Vi è un disegno di legge (ddl) governativo che pretende di elevare l'unione omosessuale al livello ed alla dignità del matrimonio, condividendone quindi diritti e vantaggi. Matteo Renzi ha promesso che a settembre farà approvare dal Parlamento la cosiddetta "unione civile" delle coppie omosessuali. Lo scopo è chiaro: è quello di introdurre il matrimonio omosessuale senza chiamarlo con questo nome perché è di un vero matrimonio che si tratta. La coppia che decide di "sposarsi" potrà iscriversi all'ufficio di stato civile in un apposito registro delle unioni civili. Da quel momento sono una coppia ufficiale con tutti gli effetti legali e godranno degli stessi diritti di una coppia unita in matrimonio naturale. Per il momento la coppia omosessuale non potrà adottare cosa che sarà concessa in un secondo tempo; intanto, è già consentito adottare il figlio o la figlia dell'altra parte in causa. Tutto questo è proposto da un cattolico praticante come Renzi che alla domenica va a Messa e fa la comunione.
Abbiamo più volte parlato contro queste leggi che destabilizzano la società. Vogliamo solo ricordare che in altri tempi la Chiesa guidata da vescovi e papi più validi avrebbero condannato in maniera categorica queste leggi ed i loro autori. Sant'Ambrogio rifiutò l'ingresso in chiesa all'imperatore Teodosio. S. Gregorio VII costrinse l'imperatore Enrico IV ad andare a Canossa.
____________________________
16/7 - DEBITO PUBBLICO: La pressione fiscale sempre più asfissiante e punitiva non ha portato a nessun miglioramento nella riduzione del debito pubblico che aumenta ogni anno. Secondo alcuni analisti, il debito aumenta di 25 miliardi all'anno.
All'epoca del governo Letta non si è riusciti a cancellare nemmeno la mini Imu che costava qualche miliardo, la prospettiva che cambi qualcosa è molto improbabile.

16/7 - 100 MILIARDI: I Brics (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica) hanno costituito una banca con la dotazione di 100 miliardi di dollari per finanziare progetti infrastrutturali nei vari Paesi dell'Organizzazione.
Un ulteriore passo verso la creazione di istituzioni finanziarie che rendano indipendenti i Brics dalla Banca mondiale e dal Fondo monetario internazionale controllati dagli Usa.

16/7 - ANGELA MERKEL: Molti mezzi di comunicazione fanno l'elogio della sua capacità di conservare oltre ad acquisire potere a livello Europeo e nel Mondo.
Non dubitiamo che abbia buone capacità di rimanere a galla e farsi apprezzare dai suoi referenti. Le grandi decisioni sono suggerite dai banchieri e dal complesso industriale tedesco. Questo è il modo più sicuro per rimanere al potere. L'unico mistero è come sia la Merkel riuscita nell'arco di sei mesi a passare dal vertice della gioventù comunista della Germania Orientale ad avere un incarico presso la Democrazia cristiana di Helmut Kohl?
____________________________
17/7 - COPRIFUOCO: Il sindaco di Suresnes (nord-ovest di Parigi) ha stabilito che dalle 23 della sera alle 6 del mattino i ragazzi di età inferiore a 13 anni non possono circolare per le strade della cittadina. Chi viene sorpreso fuori casa, vien accompagnato a casa ed i genitori devono pagare una multa.
Gli uomini vanno educati da giovani meglio ancora da piccoli. Con i tempi che corrono in circolazione vi sono troppi teppisti in giro specialmente di notte così è stato preso un provvedimento da condividere.

17/7 - ALITALIA: L'accordo tra Alitalia ed Etihad va verso l'intesa. Gli esuberi del personale sono 2.251 di cui 616 saranno riassorbiti nel gruppo, 681 saranno licenziati e ricollocati all'esterno e 954 saranno licenziati e riassunti con contratto di collocamento. La Etihad avrà una partecipazione del 49%. Il debito dell'Alitalia sarà di 1 miliardo mentre 565 milioni faranno parte del debito da ristrutturare con le banche. I sindacati escluso la Cgil sono d'accordo.
Si spera che gli arabi riescano a far funzionare l'Alitalia così da non spremere ulteriormente gli italiani.
_____________________________________

17/7 - MOSUL: Sulle facciate delle case abitate da cristiani viene scritta la parola "nasara" che sta ad indicare che sono abitate da cristiani. I jihadisti del califfato ordinano ai residenti di convertirsi all'islam, andarsene o pagare la tassa di sottomissione. Le abitazioni sono requisite e distribuite ai fiancheggiatori dell'Isis. Fermata la distribuzione di cibo a prezzi calmierati per i non sunniti. Bloccati pure i rifornimenti di gas ai cristiani. A denunciare queste angherie, questi comportamenti criminali verso i cristiani è il vescovo ausiliare di Bagdad, mons. Warduni. Sull'arcivescovado di Mosul prima sventolava la bandiera nera del califfato poi, l'edificio è stato dato alle fiamme.
A Mosul i cristiani erano presenti già 1700 anni fa ed ora dovrebbero sparire per opera criminale di un gaglioffo autoproclamatosi califfo. In altri tempi quando gli Occidentali erano meno ladri e meno ipocriti, con i mezzi attuali, il problema l'avrebbero già risolto.
_____________________________________
18/7 - BREVETTI: Se un ovulo umano mai fecondato si sviluppa in un laboratorio o riesce ad ambientarsi in un organismo, senza però giungere a diventare un embrione, può essere brevettato per scopi commerciali: comperato, venduto, usato a fini di sperimentazione, per ricerche sulle malattie oppure distrutto. Tesi sostenuta dall'avvocato generale della Corte di Giustizia della Ue, Cruz Villalon. Questo pronunciamento non ha ancora valore di una sentenza della Corte, ma traccia una linea per la causa e la sentenza che verranno.
A forza di inventare diritti di libertà che rendono lecita qualsiasi iniziativa dobbiamo cominciare il discorso da capo e chiedere a noi stessi che cos'è la vita umana? Di questo passo, spinti dal delirio di onnipotenza finiremo per non sapere più chi siamo.

18/7 - NULLITA': In base al Concordato tra Stato e Chiesa lo Stato italiano riconosce effetti civili al sacramento del matrimonio quindi anche le decisioni riguardanti la nullità del vincolo matrimoniale. La Cassazione ha avvertito la Sacra Rota che gli eventuali dichiarazioni di nullità del vincolo matrimoniale dopo che siano trascorsi i tre anni in questo caso non hanno effetti civili. In pratica la Cassazione pone dei limiti al recepimento dei giudizi ecclesiastici.
Forse il numero di dichiarazioni di nullità del vincolo matrimoniale sono eccessive; ma, non si può escludere che un matrimonio possa essere dichiarato nullo solo se cade nel periodo di tre anni dalle nozze. La Cassazione vuole modificare gli accordi concordatari togliendo margini di discrezionalità alle decisioni della Sacra Rota.
_____________________________________

18/7 - COGNOMI: Dopo l'approvazione quasi unanime in Commissione Giustizia della norma per l'attribuzione del cognome ai figli il passaggio in Aula è subito naufragata in numerose contestazioni. L'attribuzione del doppio cognome, l'ordine alfabetico, quanti cognomi da dare ai nipoti, ecc.. hanno dato la sensazione di creare l'anarchia se non il caos. Per questo molti deputati hanno sollevato elementi controversi per cui la discussione è stata rinviata a dopo la pausa estiva. La relatrice del Pd Michela Marzano dopo la decisione della Camera di rinviare la discussione della normativa sui cognomi ha dichiarato: "Mi sono sentita tradita dai membri stessi del mio partito. Ho percepito una ostilità profonda che non era mai stata manifestata".
La cosa più intelligente è lasciare le cose come stanno; primo motivo è che si deve conservare un minimo di autorità paterna nella famiglia e in secondo luogo la conservazione dello stesso cognome nel tempo serve a trasmettere certezze che diversamente si cadrebbe nel caos. Se poi qualcuno ha nella madre un cognome illustre si deve poter aggiungere ai figli.
_____________________________________
19/7 - AEREO COLPITO: Sui cieli dell'Ucraina un aereo della compagnia malese è stato colpito da un missile probabilmente partito dalla zona controllata dai ribelli filorussi. I morti sarebbero 298. Il governo di Kiev ed il presidente Obama accusano i filorussi di aver abbattuto l'aereo. Anche la Russia è messa sotto accusa per aver fornito i missili che possono colpire gli aerei anche a 10.000 metri di altezza, ai ribelli. Intanto la diplomazia si muove per il recupero dei resti di passeggeri e della scatola nera.
Se sono stati i ribelli probabilmente il lancio del missile doveva colpire un aereo di Kiev e non certo per abbattere il Boeing del volo MH17.

19/7 - CRESCITA: La Banca d'Italia avverte che per il 2014 in Italia non ci sarà crescita economica. Il Prodotto interno lordo crescerà quest'anno soltanto dello 0,2%, una previsione che taglia di mezzo punto le precedenti stime.
Se le prospettive sono queste, il rischio di una manovra aggiuntiva in autunno diventa concreto.
_______________________________

19/7 – ASSOLTO: Processo Ruby, Berlusconi assolto in Appello dalle accuse di prostituzione minorile ("perché il fatto non costituisce reato") e concussione ("perché il fatto non sussiste"). Cancellata la condanna di primo grado a 7 anni. La prima reazione di Berlusconi: "Sono commosso" poi aggiunge: "La maggioranza dei giudici è ammirevole". Secondo i giudici l'ex primo ministro non era consapevole che Ruby (Karima al Maroug) fosse minorenne. E la telefonata da Parigi al capo di gabinetto della Questura milanese su quella ragazza indicata come parente dell'allora presidente egiziano Mubarak non ebbe contenuto minaccia nei confronti dei funzionari di polizia. Soddisfazione per gli amici di Forza Italia e grave scorno per i fautori della via giudiziaria alla fine della carriera politica di Berlusconi.
La giustizia consiste nel trasformare i fatti in parole e poi dare alle parole una interpretazione. Questa volta è andata bene, la volta precedente erano 7 anni di galera. Qualcuno ha detto che con questa sentenza si pone fine alla guerra dei vent'anni.
_______________________________
20/7 - GIAPPONE: I giapponesi si sposano sempre più tardi e fanno meno figli tanto che nel 2060 si prevede che la popolazione scenderà a 67 milioni con gravi problemi per il mantenimento del livello del benessere e dello sviluppo economico. Attualmente in Giappone gli abitanti sono 127 milioni ma l'incertezza economica scoraggia i giovani a mettere su famiglia. Per ovviare al problema demografico, il primo ministro Shinzo Abe ha incaricato il ministro Masako Mori ad attuare politiche a favore delle nuove famiglie con diversi incentivi economici.
Tutti i Paesi del mondo, una volta erano più poveri e i giovani si sposavano e facevano figli; adesso che siamo più ricchi i giovani si sposano più tardi e fanno meno figli. Prima avevamo delle speranze e delle certezze, ora abbiamo poche speranze e poche certezze. Per questa situazione i giovani esitano a mettere su famiglia e a mettere al mondo dei figli.

20/7 - COPPIE DI FATTO DEFUNTE: Il Comune di Milano guidato dal sindaco di sinistra, Giuliano Pisapia nell'attesa che vengano riconosciute le unioni civili di ogni genere ha varato una normativa per i cimiteri in base alla quale "La sepoltura di famiglia è consentita anche a persone legate da rapporti di parentela, di affinità o da rapporti affettivi comprovati anche dall'iscrizione al registro delle unioni civili".
Queste sono le coppie di fatto di lunga durata, basta seppellirle insieme.
_______________________________

LA STORIA DI RENZINO
CHE E’ ANCOR PICCINO

Il giovane Renzino
lui sale sul trenino.
E così sul più bel
arriva a Bruxel.
Se l’Italia è sistemata
l’Europa va governata.
Così con gran baldanza
Il nostro Renzino avanza.
A tutti fa un sorrisino,
alle donne un inchino.
Ora che son presidente
io parlo da competente
C’è la crisi, non è novità,
tanti guai per l’austerità.
Per i debiti da ripianare,
sono i tempi da allungare.
Con un po’ di elasticità,
questa Italia crescerà.
Al sentir queste proposte
le sentenze sono toste.
Tu sei simpatico, Renzino
torna a casa, fa il compitino.
Così come se non bastasse,
torna a Roma con altre tasse.
Si conclude piano, piano,
il semestre tutto italiano.

_______________________________


20/7 - GAZA: Da giorni va avanti la guerra tra Israele e Hamas. I palestinesi continuano a lanciare razzi sulle città israeliane e le truppe israeliane bombardano da terra, dal cielo e dal mare. L'esercito israeliano ha iniziato l'invasione di terra con l'intento di disarmare Hamas e distruggere i cunicoli attraverso i quali passano armi, cibo e cemento. Bombardare un territorio densamente popolato vuol dire colpire anche la popolazione civile. I morti tra i civili superano i 520. Solo oggi si sono avuti cento morti tra i palestinesi e sono morti 13 soldati israeliani. Tutti i giorni ci segnalano quanti bambini palestinesi sono morti sotto i bombardamenti suscitando un senso di pietà. La diplomazia internazionale chiede che cessino gli scontri ma né il governo di Israele e né Hamas sembra vogliano, per adesso, arrivare ad una tregua.
Operazioni contro Gaza si sono ripetute più volte ma non hanno portato alla soluzione della crisi palestinese. Vi può essere una soluzione concedendo ai palestinesi di avere un loro Stato indipendente diversamente non vi sono altre strade. Israele ha sempre avuto dei governi non disposti a fare questo passo; quindi, la storia si ripete sempre allo stesso modo. Aggressioni con numerose vittime poi una tregua, tentativi di accordi di pace, nuovi insediamenti di coloni israeliani in Cisgiordania, nuove aggressioni, ecc...
_______________________________

20/7 - FI E I DIRITTI GAY: Forza Italia è pronta a scavalcare tutti gli altri partiti sul fronte delle battaglie per i diritti civili con la nascita di un Dipartimento dedicato all'affermazione delle libertà civili ed i diritti umani. Ad annunciare il progetto Francesca Pascale in una lunga lettera inviata agli organizzatori del Calabria Pride. Primo obiettivo della nuova sezione sarà "la stesura del disegno di legge di Forza Italia sulle unioni civili". Un progetto, sottolinea la Pascale, "In linea con quanto ufficialmente dichiarato nel discorso di giugno del presidente di FI, Silvio Berlusconi" Il riconoscimento delle convivenze omosessuali dice la Pascale non è "una battaglia di parte ma una richiesta trasversale di buon senso, di giustizia e di affermazione di imprescindibili diritti umani e civili".
Unioni civili, matrimoni gay, concubinaggio o come si dice adesso coppie di fatto sono tutte norme che hanno lo scopo di scardinare l'etica corrente e destabilizzare la società. Queste norme sono volute da agenzie internazionali per una questione di potere. Detto questo, ho sempre pensato che Berlusconi fosse uomo capace ed intelligente ma da quando si è fidanzato con Francesca Pascale che ha deciso di segnalarsi politicamente con quelle uscite sui gay, la sua iscrizione all'Arcigay, l'adesione ai Gay Pride e adesso con la costituzione di un Dipartimento, comincio a dubitare che sia la stessa persona che abbiamo votato più volte perché a differenza degli altri politici non godeva ad aumentare le tasse agli italiani. Se uno si fidanza ad una certa età deve stare attento a non farsi comandare dalla donna specialmente se vuol farsi segnalare per originalità sicuramente dice e fa solo sciocchezze. Se continua sulla strada della Pascale, FI guadagnerà consensi per lo 0,5% col voto degli omosessuali ma perderà ben di più del voto cattolico che andrà altrove. Pur non condividendo, se Berlusconi vuol fare del concubinaggio scelga almeno, una donna più intelligente e meno intrigante. Tanto per la cronaca, Francesca Pascale quando faceva l'intrattenitrice a Telecafone cantava una canzioncina che diceva "se abbassi la mutanda si alza lauditelle".
_______________________________

ANNOTAZIONE
SCUOLA DI PERVERSIONE
Il governo Renzi si piega ai dettami degli ideologi del gender e mette a punto un deciso programma anti-omofobia 2014/2015 di concerto con le principali associazioni LGBT italiane. Venerdì 11 luglio il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini si è, infatti, seduto al tavolo con “Agedo”, “Arcigay”, “ArciLesbica”, “Associazione Radicale Certi Diritti”, “Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli”, “Equality Italia”, “Famiglie Arcobaleno”, “Gay Center”, “MIT” per concordare assieme il piano strategico nazionale di contrasto all’omofobia e la transfobia. la Ministra Giannini ha promesso, alle numerose realtà associative LGTB presenti, un confronto più assiduo anche rispetto alla stesura delle nuove linee guide sul contrasto del bullismo e del cyberbullismo. Alle fine dell’incontro le associazioni LGBT partecipanti, soddisfatte per gli accordi raggiunti, hanno rilasciato una nota a firma congiunta nella quale si legge: «le Associazioni apprezzano gli impegni assunti dalla Ministra e vigileranno affinché vengano mantenuti». Il governo del "cattolico" Matteo Renzi affida dunque alle associazioni LGBT il delicato e fondamentale compito di redigere le politiche educative nazionali in ambito scolastico. Tra queste anche il “Circolo di cultura omosessuale Mario Mieli” che continua oggi l’opera di distruzione e dissoluzione morale della nostra società iniziata dal suo ideologo Mario Mieli (foto) colui che negli Elementi di Critica Omosessuale del 1977, scriveva che gli uomini nascono «naturalmente» con un’innata tendenza polimorfa e «perversa», caratterizzata da una «pluralità delle tendenze dell’Eros e da l’ermafroditismo originario e profondo di ogni individuo». Mieli non esita a includere nel suo elenco di «esperienze redentive la pedofilia, la necrofilia e la coprofagia» È con i rappresentanti di tali teorie che dialoga la Ministra Giannini. (da Corrispondenza Romana)

Quando la gente ragionava bene queste novità si definivano corruzione di minorenni.
_______________________________
ULTIMA ORA: ETEROLOGA - Nonostante manchino ancora le linee guida per l'applicazione della fecondazione eterologa, si ha notizia che tre coppie che vogliono conservare l'anonimato sono già ricorse a questo tipo di fecondazione.
Ribadiamo il concetto: la Corte Costituzionale si è inventata una motivazione inesistente secondo la quale tutti hanno il diritto di avere comunque un figlio, per ammettere la fecondazione eterologa. Quindi la Consulta ha violato la Costituzione. Il fatto poi che manchino le disposizioni applicative della fecondazione eterologa chi si è prestato ad eseguire questo tipo di fecondazione ha commesso un illecito.
_______________________________

IL LIBRO DELLA SETTIMANA

ABBIAMO UCCISO ALDO MORO
Dopo 30 anni un protagonista
esce dall'ombra
(intervista a Steve Pieczenik)

di Emmanuel Amara
Cooper editore - € 12,00
Steve Pieczenik inviato in missione da Washington, dopo 30 anni ha vuotato il sacco: «Ho messo in atto la manipolazione strategica che ha portato alla morte di Aldo Moro al fine di stabilizzare la situazione dell’Italia. I brigatisti avrebbero potuto cercare di condizionarmi dicendo “o soddisfate le nostre richieste e lo uccidiamo”. Ma la mia strategia era “No, non è così che funziona, sono io a decidere che dovete ucciderlo a vostre spese”. Mi aspettavo che si rendessero conto dell’errore che stavano commettendo e che liberassero Moro, mossa che avrebbe fatto fallire il mio piano. Fino alla fine ho avuto paura che liberassero Moro. E questa sarebbe stata una grossa vittoria per loro». Pieczenik, assistente del sottosegretario Usa nel 1978, psichiatra, specialista in “gestioni di crisi”, esperto di terrorismo, visse – secondo quanto ha rivelato in un libro-intervista pubblicato nel 2008 “ Abbiamo ucciso Aldo Moro. Dopo trent’anni un protagonista esce dall’ombra” edito in Italia da Cooper e curato da Nicola Biondo e passato stranamente inosservato – gomito a gomito con Francesco Cossiga la parte cruciale dei 55 giorni. Era lui, “l’esperto nordamericano del Dipartimento di Stato U.S.A. che indirizzò e gestì l’azione dello Stato italiano con le Br. La sua presenza al Viminale è stata interpretata, da molti, negli scorsi anni, come una sorta di “controllo” Usa sulla vicenda che coinvolgeva un Paese all’epoca decisivo negli equilibri Est-Ovest. L’inviato della Casa Bianca, Pieczenik spiega e rivendica la scelta di aver finto di intavolare una trattativa con le Br quando invece «era stato deciso che la vita dello statista era il prezzo da pagare». L’esperto Usa va anzi oltre nelle sue rivelazioni: da un certo punto in poi tutta la sua azione mirò a far sì che le Br non avessero altra via d’uscita che uccidere Moro, fatto questo che avrebbe risolto la gran parte dei problemi che rischiavano di far conquistare all’Italia libertà, sovranità e indipendenza dagli Stati Uniti d’America. «La mia ricetta per deviare la decisione delle Br era di gestire – spiega nel libro lo psichiatra – un rapporto di forza crescente e di illusione di negoziazione. Per ottenere i nostri risultati avevo preso psicologicamente la gestione di tutti i Comitati (del Viminale n.d.r.) dicendo a tutti che ero l’unico che non aveva tradito Moro per il semplice fatto di non averlo mai conosciuto». Nel libro del giornalista francese Emmanuel Amara si spiega che il momento decisivo arrivò quando Moro dimostrò di essere ormai disperato. Su quella base si decise l’operazione della Duchessa, ossia il falso comunicato delle Br, scelta questa presa nel Comitato di crisi. «I brigatisti non si aspettavano di trovarsi di fronte ad un altro terrorista che li utilizzava e li manipolava psicologicamente con lo scopo di prenderli in trappola. Avrebbero potuto venirne fuori facilmente, ma erano stati ingannati. Ormai non potevano fare altro che uccidere Moro. Questo il grande dramma di questa storia. Avrebbero potuto sfuggire alla trappola, e speravo che non se ne rendessero conto, liberando Aldo Moro. Se lo avessero liberato avrebbero vinto, Moro si sarebbe salvato, Andreotti sarebbe stato neutralizzato e i comunisti avrebbero potuto concludere un accordo politico con i democristiani. Uno scenario che avrebbe soddisfatto quasi tutti. Era una trappola modestissima, che sarebbe fallita nel momento stesso in cui avessero liberato Moro». Pieczenik spiega che Cossiga ha approvato la quasi totalità delle sue scelte e delle sue proposte. «Moro, in quel momento, era disperato e avrebbe sicuramente fatto delle rivelazioni piuttosto importanti ai suoi carcerieri su uomini politici come Andreotti. E’ in quell’istante preciso che io e Cossiga ci siamo detti che bisognava cominciare a far scattare la trappola tesa alle Br. Abbandonare Moro e fare in modo che morisse con le sue rivelazioni. Per giunta i carabinieri e i servizi di sicurezza non lo trovavano o non volevano trovarlo». Pieczenik traccia un bilancio di questa sua strategia: «Ho messo in atto la manipolazione strategica che ha portato alla morte di Moro al fine di stabilizzare la situazione dell’Italia. Mai l’espressione ‘ragion di Stato’ ha avuto più senso come durante il rapimento di Aldo Moro in Italia». Pieczenik raggiunse tre obiettivi: eliminare Moro, impadronirsi dei nastri dell’interrogatorio e del vero memoriale dello statista italiano, costringere le Br al silenzio. Un passo indietro: durante il viaggio negli Stati Uniti del settembre 1974 Kissinger minacciò pesantemente Moro, come ha ricordato in un’aula giudiziaria il suo portavoce Corrado Guerzoni. Ed è bene non dimenticare la testimonianza della moglie di Moro, che riferì alla Commissione parlamentare che cosa dissero al marito esponenti della delegazione americana: “… Lei deve smettere di perseguire il suo piano politico di portare tutte le forze del suo paese a collaborare direttamente. Qui, o lei smette di fare questa cosa, o lei pagherà cara, veda lei come la vuole intendere”.
_______________________________
LA MIGLIORE DELLA SETTIMANA

AFFINITA' ELETTORALI















Vignetta di Cadei