Associazione
Cattolici Genovesi

 



















Indice generale
del sito




Collegamenti
a siti consigliati




Home


Mail

 
 
   

 
Christus Vincit


Cattolici Genovesi

Cercare la Verità - Conoscere la Verità - Difendere la Verità


 

Questo sito Internet dal titolo si può rilevare l'intento di affermare nel campo della comunicazione una voce cattolica chiara e forte su ogni argomento che quotidianamente si presenta.
Molti sono i temi che intendiamo affrontare con semplicità e chiarezza in modo da essere compresi da tutti coloro che intendono abitualmente avere contatti.
Noi ci rivolgiamo a tutti e speriamo di fare di questo sito non solo un modo per trasmettere informazioni, idee ma, desideriamo che coloro che troveranno il nostro modo di affrontare gli argomenti di loro gradimento ci facciano conoscere le loro opinioni, ci inviino se credono materiale che in ogni caso verrà esaminato e se ne terrà conto successivamente. Anche per coloro che volessero farci una critica, speriamo garbata, sempre nell'ambito delle nostre possibilità cercheremo di rispondere in qualche modo.
La nostra aspettativa è quella di creare le premesse per favorire la crescita di un punto di riferimento, dando non solo a chi collabora di far conoscere le proprie idee ma anche ad altri a partecipare alla formazione di un centro di opinione. La vastità degli argomenti affrontati ci permettono di dare un'idea precisa della nostra visione delle cose che è e che deve essere sempre cattolica.
Non abbiamo la pretesa di far la predica a nessuno, né pretendiamo di giudicare gli altri migliori o peggiori di noi, la cosa non ci interessa, ma sulle idee, sui comportamenti esprimiamo sempre la nostra valutazione.
Spesse volte nel dire la verità forse qualcuno può esserne dispiaciuto, non è nostra intenzione offendere nessuno, ma ciò che riteniamo giusto non deve essere taciuto.
Chi siamo ? Siamo cattolici senza nessun aggettivo. Le tante classificazioni di cattolici molte volte sono riduttive, spesso devianti ed a volte sicuramente errate, per questo le rifiutiamo.
Apprezziamo i progressi della scienza e della tecnica ma riteniamo che il mondo presente non sia dominato esattamente da una visione cristiana; anzi, dall'esatto contrario. Molte delle cose che ci vengono gabellate come progresso, diritti umani o diritti di libertà siano esattamente il contrario; regresso, licenza e schiavitù. Chi avrà pazienza di seguirci capirà presto a cosa ci stiamo riferendo.
Un'ultima cosa, vogliamo ancora dire, in quanto cattolici noi non abbiamo né complessi di colpa per la storia passata né riteniamo di dover ricorrere ad altre istituzioni civili o religiose per poter essere cattolici. Ricerchiamo la verità ma, i fondamenti li conosciamo già con certezza senza bisogno di rivolgere la nostra attenzione altrove. Siamo fedeli alla Santa Romana Chiesa perché crediamo a tutti i dogmi così come ci sono stati proposti, seguiamo i comandamenti ed i principi morali da sempre stabiliti.

Il sito si articola in vari comparti dove trovano opportuna collocazione i vari argomenti. Chiunque sia interessato a partecipare è invitato a contattare i responsabili dei vari settori.


COME VISITARE IL SITO
la cosa più spiacevole è perdere tempo e farlo perdere agli altri. Pertanto, il modo più veloce per vedere i contenuti è quello di esaminare per primo
L'INDICE GENERALE DEL SITO
Se troverete qualcosa di interessante, potrete poi entrare nei singoli settori.
Grazie per la scelta.
 

Rino Tartaglino           


 
 

___________________________________

(cultura)

Foglio per comunicazione ai soci
___________________________________
_____________________________________________________________


ULTIMI INSERIMENTI
- 1/5/2004
(cultura - scienza - fede)
LA PASSIONE DI CRISTO - Così come è avvenuta

_____________________________________________________________
- 31/10/2004
(Difesa della vita)
ARE THE DEAD REALLY DEPARTED WHEN WE REMOVE THEIR ORGANS ? - On a subject concerning the end of life, and that is particularly the matter of the removal of organs from corpses

_____________________________________________________________
- 31/12/2004
(Europa)
LA FINE DELL'UNIONE EUROPEA - L'ingresso della Turchia in Europa

_____________________________________________________________
- 7/1/2005
(Difesa della vita)
QUESTIONI MORTALI - L'attuale dibattito sulla morte cerebrale e il problema dei trapianti di R. BARCARO e P. BECCHI- Introduzione

_____________________________________________________________
- 20/5/2005
(Difesa della Vita)
I CATTOLICI SI ASTENGONO SUL VOTO DEL REFERENDUM - Volantino

____________________________________________
- 31/5/2005
(Progetto Europa)
L'EUROPA E LA GEOPOLITICA AMERICANA - Chi domina il blocco eurasiatico-africano domina il mondo

____________________________________________

- 30/9/2005
(Una voce)
TORNIAMO ALLA MESSA IN LATINO - A seguito della Messa in "zeneize" una lettera di Francesca Poluzzi

____________________________________________

- 15/4/2006
(Difesa della vita)
DONARE GLI ORGANI E MORTE CEREBRALE
Le cose da sapere di Carlo Barbieri
_____________________________________________

S. MESSA IN LATINO
(rito romano antico)

DOMENICHE E FESTE DI PRECETTO

ORE 9,30

CHIESA DI S. STEFANO
(sopra) Via XX Settembre - GENOVA - Tel. 010.58.71.83

ASS. UNA VOCE - GENOVA

___________________________________
_______________________________


- 30/1/2008
(vita)
WELBY E IL PENSIERO CATTOLICO
Condanna dell'eutanasia di Carlo Barbieri
___________________________________

- 30/1/2008
(vita)
WELBY: RIFIUTO DI CURE O EUTANASIA? (parte I)
Considerazioni giuridiche sul caso Welby del prof. Paolo Becchi
___________________________________


- 3/4/2008
(vita)
MORTE CEREBRALE E TRAPIANTO DI ORGANI
Libro del Prof. Paolo Becchi - recensione del Dott Carlo Barbieri
___________________________________

- 3/4/2008
(vita)
LA MORTE CEREBRALE E' LA FINE DELLA VITA?
relazione della Dott. Rosangela Barcaro
___________________________________

- 8/7/2008
(vita)
INFORMAZIONE
La disinformazione sui problemi dei trapianti può essere colmata da alcune letture - consigli del Dott Carlo Barbieri
___________________________________

- 20/11/2008
(vita)
Il nuovo regolamento sulle modalità per l'accertamento e la certificazione della morte. Primi rilievi critici.
del Prof. Paolo Becchi
___________________________________

- 1/10/2009
(vita)
La biopolitica non ammette la libertà di coscienza
Prof. Paolo Becchi
___________________________________
- 30/10/2009
(Archivio)
CATTOLICI GENOVESI - N° 2 novembre 2009

___________________________________

- 30/10/2009
(Incontro)
CATTOLICI GENOVESI - N° 2 novembre 2009

___________________________________

- 10/1/2012
(vita)

___________________________________

- 20/1/2012
(voce)

___________________________________

- 20/1/2012
(Politica - costume - società)

___________________________________

- 19/2/2012
(Cultura)

___________________________________

- 1/1/2013
(una voce)
___________________________________

- 7/1/2013
(vita)

___________________________________

- 7/1/2013
(voce)

___________________________________

- 17/3/2013
(Politica - costume - società)

___________________________________

- 17/5/2013
(voce)
___________________________________

- 21/12/2014
(Cultura)

___________________________________

22 Marzo 2015             Informazioni             N° 12
_________________________________________
      Foglio di comunicazione interna
www.cattolicigenovesi.org
_________________________________________
E' preferibile molta santità con poca sapienza, a molta sapienza unita a una moderata santità.

Sant'Ignazio di Loyola

_______________________________
SANTI E BEATI

S. PATRIZIO Vescovo - Festa 17 marzo
». Patrizio nasce verso il 385 in Britannia da una famiglia cristiana. Verso i 16 anni viene rapito e condotto schiavo in Irlanda, dove rimane prigioniero per 6 anni. Fuggito dalla schiavitù, ritorna in patria. Trascorre qualche tempo con i genitori, poi si prepara per diventare diacono e prete. In questi anni raggiunge il continente e fa delle esperienze monastiche in Francia. Ha ormai 40 anni e sente forse la nostalgia di ritornare nell’isola verde. Qui c’è bisogno di evangelizzatori e qualcuno fa il suo nome come vescovo missionario. Nel 432, egli è di nuovo sull’isola, dove predica, battezza, conferma, celebra l’Eucarestia, ordina presbiteri. Il successo missionario è grande, ma non mancano gli assalti di nemici e predoni. Patrizio scrive allora la Confessione per respingere le accuse e celebrare l’amore di Dio che l’ha protetto e guidato nei suoi viaggi così pericolosi. Muore verso il 461. È il patrono dell’Irlanda e degli irlandesi nel mondo.


__________________________________________________________________________
SANTA MESSA IN LATINO

Domeniche e Feste di Precetto
ore 9,30

Abazia di Santo Stefano
Sopra via XX Settembre - Genova
Tel. 010.58.71.83
____________________________________________________


EDITORIALE
È POSSIBILE CONVIVERE CON L’ISLAM?

Non passa giorno che la cronaca estera non ci segnali che in diverse parti del mondo cristiani sono sottoposti ad angherie, soprusi a volte sono uccisi. Dove arrivano i fanatici dell’Isis, l’atteggiamento persecutorio verso i cristiani supera ogni limite, uccisioni, stupri, rapimenti e profanazioni di luoghi sacri; tanto che la fuga di fronte al comportamento criminale diventa l’unico modo per sopravvivere. Popoli cristiani erano in Siria ed in Iraq prima che nascesse Maometto, ora devono abbandonare la loro terra, lasciare i loro averi per non morire assassinati. In varie parti dell’Europa sono avvenuti attentati con decine di morti. Non parliamo poi di attentati in Medio Oriente e nel Nord Africa dove le uccisioni, spesse volte, anche di non cristiani ad opera di terroristi islamici riguardano migliaia di individui ogni anno. Questi gruppi criminali oltre a fare attentati un po’ dovunque minacciano di assoggettare l’Italia, di conquistare Roma, stuprare donne e profanare luoghi di culto insieme ad altre atrocità. In tempi non lontani, quando la gente era meno stupida di adesso, di fronte ad un pericolo crescente avrebbe sistemato la faccenda in pochi giorni con strumenti militari adeguati. Questo, almeno per quanto riguarda la Libia visto che siamo coinvolti direttamente sia per le minacce che per l’immigrazione. Intanto, il blocco navale delle coste libiche dovrebbe essere disposto immediatamente. Per Siria e Iraq, L’Europa e gli Usa dovrebbero sostenere i governi legittimi fornendo armi e mezzi ed anche uomini per liquidare rapidamente il sedicente califfato. Non farlo vuol dire che da una organizzazione statuale terroristica, altre potrebbero seguirne l’orma e fare dell’islam una versione prevalentemente estremista. Rendendo inevitabile uno scontro di civiltà che è bene evitare. Impedire che si instauri su territori degli Stati criminali, per una questione di buon senso, è giusto impedirlo. Il problema che ci deve preoccupare è quello contenuto nella domanda iniziale: “E’ possibile convivere con l’islam?” Noi non vogliamo insegnare agli islamici cosa devono fare per essere buoni islamici. Questo è affar loro; tuttavia, poiché non viviamo separati ma spesse volte come appartenenti a Stati vicini oppure nell’ambito di uno stesso Stato bisogna avere regole accettabili per tutti. Gli Stati islamici devono combattere e punire i terroristi. Nessun iman o tribunale islamico può emettere condanne a morte contro chi cambia religione o dissente dalle convinzioni islamiche. I cittadini di altre religioni non devono essere né perseguitati, né uccisi se vivono sotto l’amministrazione di uno Stato islamico. Ovviamente, per parte nostra non dobbiamo trovare qualche scusa fasulla come portare la democrazia per poterli derubare. Come ad esempio si voleva fare con la guerra all’Iraq di Saddam. Se verranno rispettate alcune regole come quelle su citate, sarà possibile la pacifica convivenza, diversamente prima o poi si arriverà ad uno scontro di civiltà con dolorose conseguenze.

Rino Tartaglino

_______________________________

ILLUSTRAZIONE: Profanazione dei jihadisti nella chiesa di San Giorgio a Mosul
_______________________________
I MARTIRI DI OTRANTO

"Beati sarete quando gli uomini vi odieranno, vi espelleranno e vi insulteranno, quando proferiranno il vostro nome come infame a causa del Figlio dell’Uomo”

(Luca 6/22)

Uno degli ultimi atti di Benedetto XVI fu la proclamazione della santità dei martiri di Otranto, il più rilevante martirio di massa avvenuto nella nostra Italia. I turchi invasero le Puglie nel 1480 e assediarono la città di Otranto. Dopo lunga resistenza la città venne espugnata. Si annunciò agli uomini presi prigionieri: “O voi aderirete all’islam o morirete tutti decapitati”. Un sacerdote calabrese, che per salvarsi la vita aveva rinnegato la fede, fu incaricato di convincere non tanto della grandezza dell’islam quanto della preziosità della vita e dell’immenso dolore delle famiglie. Antonio Primaldo, un umile calzolaio, fu colui che con grande forza proclamò l’amore di Gesù e l’amore per Gesù ai prossimi morituri. Fu lui che a nome di tutti (vero miracolo nessuno defezionò) rispose alla voce: “Sino ad ora abbiamo combattuto per salvare la nostra Patria, ora combatteremo per salvare la nostra anima e lodare il Signore”. Ben ottocentodieci uomini sacrificarono la loro vita a testimonianza della fede cattolica. Oggi il pericolo islamico torna ad incombere, ma soprattutto si afferma il laicismo che è abbandono della fede, trionfo della deificazione dell’uomo, rinuncia alla moralità. I martiri di Otranto ci esortano a professare la fede con coraggio, sempre. Morirono il 14 agosto festeggiando il giorno dopo Maria Assunta in Paradiso. Ci sia concesso festeggiare anche noi. La fede vince.

Renzo Mattei

_____________________________

16/3 - USO DELLA FORZA: E' stato presentato un documento al Consiglio dei diritti umani di Ginevra che contiene una dichiarazione congiunta, firmata dalla Santa Sede insieme alla Federazione Russa, il Libano e sostenuta da 63 Paesi. Si intitola "Sostenere i diritti umani dei cristiani e delle altre comunità, in particolare in Medio Oriente". L'arcivescovo Silvano Maria Tomasi, osservatore permanente del Vaticano all'Onu di Ginevra ha dichiarato: "Per salvare il salvabile è necessario difendersi dall'aggressore che deve essere fermato. Stessa posizione è stata assunta dal Segretario di Stato Vaticano mons. Parolin "Nel disarmare l'aggressore per proteggere persone e comunità non si tratta di escludere l'extrema ratio della legittima difesa, ma di considerarla tale, extrema ratio appunto!". Per la Santa Sede, se non vi sono altre soluzioni è lecito l'uso della forza, nel caso specifico, della lotta al terrorismo si auspica un intervento internazionale.
Vien qui rispolverata la dottrina della "guerra giusta", già elaborata in forma embrionale da Sant'Agostino, poi sviluppata da San Tommaso d'Aquino e approfondita nel Cinque e Seicento. La guerra in sé non è intrinsecamente illecita. In molti casi nei documenti vaticani non si usa la parola guerra ma si dice "uso della forza" oppure "intervento" ma, la conclusione è la stessa.
_____________________________
16/3 - ASSALTI: In Pakistan, i talebani attaccano due chiese facendo 15 morti e 70 feriti. Le chiese erano una cattolica ed una protestante. Due attentatori si sono fatti esplodere davanti alle due chiese nella città di Lahore. Il Papa ha ricordato le vittime, lamentando le persecuzioni contro i cristiani.
La cosa preoccupante è che gli attentatori, che compiono i loro gesti disperati, non ritengono di fare nulla di male.

16/3 - TASSI DI INTERESSE: Grazie al piano di acquisti della Bce, i tassi di interesse dei titoli di Stato sono scesi notevolmente. Si registrano addirittura titoli con interessi negativi. Titoli che danno un esiguo interesse e per le ritenute fiscali e spese, il rendimento diventa negativo.
Se i rendimenti dei titoli sono molto bassi, i privati cittadini non hanno alcun interesse ad acquistarli.

16/3 - CRIMEA: La Russia era pronta a mettere in allerta le forze nucleari quando un anno fa la popolazione della Crimea decise di aderire alla Federazione Russa. Questo nel caso che Usa ed i loro alleati fossero intervenuti.
Putin era assolutamente convinto che nessun Paese occidentale si sarebbe mosso e per questo ha provveduto all'annessione della Crimea.
_ ______________________________
17/3 - BANDIERA NERA: Le immagini del nuovo scempio sono state diffuse dai cineasti dell'Isis tramite internet: statue, icone e croci distrutte, lapidi devastate e sul campanile della chiesa di San Giorgio a Mosul, al posto della croce, sventola la bandiera nera del califfato.
Ennesima sfida dell'Isis agli Occidentali. Questi trasformano tutto in chiacchiere e non fanno niente.

17/3 - ISRAELE: Le elezioni in Israele contro ogni pronostico sono state vinte da Netanyahu che si allea con la destra estrema. Le trattative di Israele con i Palestinesi diventano più difficili. Netanyahu aveva escluso la possibilità della creazione di uno Stato palestinese.
La politica di Israele nei confronti dei Palestinesi inaugurata da Netanyahu non porta a nessuna soluzione.
_______________________________

17/3 - GRANDI OPERE: Per la Procura di Firenze, è la "cupola" dei grandi appalti pubblici: 51 indagati e 4 arresti, tra cui il supermanager Ercole Incalza e l'imprenditore Stefano Perotti. Ma il caso è anche politico, per i presunti favori al figlio del ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi. L'accusa è di corruzione. Appalti truccati e malaffare che avrebbero interessato quasi tutte le grandi opere: dai cantieri dell'Expo all'autostrada Salerno Reggio Calabria, dalla Fiera di Roma all'Alta velocità Milano- Verona. Dal terminal di Olbia all'autostrada Livorno-Civitavecchia, ecc... Cantieri per oltre 25 miliardi con tangenti del 3% e prezzi lievitati fino al 40%. Trovato un lavoro al figlio di Lupi, regalo di prestigio per la laurea del figlio di Lupi, altri regali come abiti da sartoria e viaggi per la moglie del ministro.
Il superburocrate, Ercole Incalza gestisce gli appalti da almeno venti anni, corrispondente a sette governi. Nel tempo ha dovuto affrontare 14 indagini dove è uscito sempre assolto. Anche una persona estranea e non competente si poteva benissimo rendere conto prima, se gli appalti lievitano del 40% sono uno sproposito e meritano una indagine accurata. I ministri che si sono succeduti alle Infrastrutture se non erano conniventi hanno dimostrato tutta la loro incapacità.
________________________________

18/3 - DIVORZIO BREVE: Come aveva promesso Renzi, in Italia ci sarà il divorzio breve. In mattinata si è votato per il divorzio breve, ma non immediato. Ieri, è stato stralciato il comma con il cosiddetto "divorzio immediato". Subito dopo il provvedimento dovrà tornare alla Camera, da dove era stato licenziato in prima lettura quasi un anno fa (maggio 2014). Con questo provvedimento si accorcia a sei mesi il tempo di attesa tra separazione e divorzio in caso di separazione consensuale e ad un anno se esiste conflittualità tra i coniugi. Per far tacere i malumori nell'ambito del Pd, il senatore Zanda ha voluto dare una garanzia per il futuro: "Prendiamo l'impegno politico e parlamentare di presentare ed esaminare al più presto un disegno di legge con il contenuto dello stralcio, ossia del divorzio immediato".
La legge sul divorzio ha banalizzato col passar del tempo sempre più il matrimonio. Infatti, col divorzio nel tempo si arriverà all'abolizione del matrimonio. Del resto, le convivenze che una volta si definivano concubinaggi, sono la dimostrazione che si può fare a meno del matrimonio. Ma siccome si vuole avere il vantaggio sociale delle coppie sposate, allora si vuole regolamentare le coppie di fatto. In sessata anni di democrazia si è passati in Italia da una società fondamentalmente cristiana ad una società praticamente atea, dove tutti i principi morali del cristianesimo sono contestati o semplicemente aboliti. Conseguenze pratiche sono note: ci si sposa di meno, si fanno meno figli e la popolazione invecchia. Anche i divorzi sono in calo forse per non complicare ulteriormente la vita. Risultato, fra qualche secolo gli italiani non esisteranno più. Questo è il risultato del progresso della società laicista.
____________________________
18/3 - FINE VITA: L'Assemblea nazionale francese ha adottato in prima lettura, con una larga maggioranza (436 voti a favore e 34 contrari) la proposta di legge sul fine vita, che prevede il diritto ad una sedazione continua per i malati in sede terminale. In pratica questo fine vita si chiama più semplicemente eutanasia.
In una società dove non esiste Dio diventa lecito quasi tutto tranne le cose delle quali abbiamo paura. In pratica l'uomo si sostituisce a Dio e per essere libero e padrone del suo destino si spinge fino a compiere un delitto.

18/3 - BANCA CINESE: Dopo Gran Bretagna, anche Italia, Francia e Germania saranno tra i Paesi fondatori dell'Asian Infrastructure Investiment Bank, il grande progetto cinese - osteggiato dagli Usa - per finanziare grandi opere che interessino l'Asia e l'Europa.
Questa banca d'investimenti farebbe concorrenza alla Banca mondiale controllata dagli Usa. La creazione di istituti finanziari diversi ci toglierebbe dalla sudditanza americana e questo sarebbe un passo verso un mercato finanziario più concorrenziale.
____________________________

19/3 - ATTENTATO A TUNISI: Un gruppo di jihadisti spara contro autobus di turisti sbarcati da due navi di crociera col programma di una visita al museo del Pardo. Nella sparatoria vi sono i primi morti. successivamente i terroristi entrano nel museo, dalla cronaca risulta che sono stati presi ostaggi e uccisi aluni turisti. Altri turisti sono riusciti a scappare. Alla fine il bilancio è di 23 morti di cui due terroristi. Gli italiani morti sarebbero quattro e numerosi feriti. Gli altri morti sono turisti non italiani. Questo attentato avrebbe un duplice scopo di destabilizzare la Tunisia, l'unico Paese che dopo la cacciata di Ben Alì sia riuscito a darsi un ordinamento democratico. Colpendo il turismo si provoca instabilità e si pregiudica una fonte sicura di entrate per lo Stato. Il secondo obiettivo è dimostrare che i terroristi sono in grado di colpire gli europei quando vogliono e con questa minaccia vogliono impedire un nostro intervento militare.
Questi jihadisti sono nel XXI° secolo quello che era la setta degli Assassini nel XII°- XIII° secolo. Anche allora, i gregari della setta facevano attentati, uccidevano e si facevano uccidere secondo le disposizioni dei capi. Governanti legittimi assediarono i loro castelli e sconfissero la setta. Da allora i governanti dei vari Stati del Medio Oriente non ebbero più preoccupazioni dalla setta degli Assassini.
____________________________
19/3 - PALAZZO BCE: La crisi economica non impedisce alla Bce di inaugurare la nuova sede. Un grattacielo del costo di 1,3 miliardi di euro. L'inaugurazione è stata l'occasione di una grande manifestazione di protesta nella città di Francoforte con scontri tra dimostranti e polizia. I manifestanti hanno lanciato sassi e bruciato copertoni. Il bilancio è stato di 94 agenti feriti e sono stati operati 350 fermi di polizia. l governatore Draghi ha detto che non è colpa della Bce se c'è l'austerità ma è necessario che vi sia una Europa più solidale.
La crisi economica è stata creata dalla globalizzazione ma, la crisi finanziaria è una operazione voluta dall'alta finanza che ha lo scopo di redistribuire a livello planetario la ricchezza. Quindi, gli organismi finanziari internazionali hanno partecipato dell'operazione, non sono quindi innocenti.

19/3 - RACCOMANDAZIONI: Nell'occasione della vicenda del ministro Lupi che con una telefonata avrebbe segnalato il figlio poi assunto da una azienda di Perotti finito tra gli indagati, "Il Giornale" fa un lungo elenco di figli di personalità della politica collocati presso aziende o altre istituzioni importanti dove il sospetto aiutino dei papà forse non è mancato.
Non sappia la destra cosa fa la sinistra. Così fa tutti.
_____________________________________

20/3 - DIMISSIONI DI LUPI: Il ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi dopo incontro e scontro con Matteo Renzi che spingeva per le dimissioni al seguito delle notizie riportate sui mezzi di informazione nei giorni scorsi, Lupi si era presentato il giorno 19/3 a Porta a Porta dicendo che il giorno dopo avrebbe dato le dimissioni da ministro, non perché si ritenga colpevole ma perché vuole tutelare la sua famiglia. Oggi puntualmente, Maurizio Lupi si è presentato in Parlamento e davanti ad un'aula semivuota ha detto che si dimette da ministro. In serata Renzi ha elogiato il ministro dimissionario "Una scelta saggia". Lupi ha promesso lealtà: "Credo che questa mia decisione rafforzerà l'azione di governo". Il piccolo partito di Alfano perde una poltrona importante, bisogna vedere se sarà in grado di superare il colpo senza andare in frantumi.
Tutti hanno detto cose alle quali non credono. Renzi ha obbligato Lupi a presentare le dimissioni con l'impegno di fare l'elogio del ministro dimissionario. Lupi ha dato le dimissioni non solo per tutelare la famiglia ma anche mettersi al riparo da eventuali accuse che potrebbero arrivare da una analisi più approfondita delle indagini. Alfano che ha scelto di appoggiare il governo Renzi, a titolo personale non può rompere col governo non sapendo dove andare. Il partito, NCD conta sempre meno ed è in agitazione, in ogni caso, qualcuno pensa già di cambiare casacca.
_____________________________________
20/3 - L'ISIS ESULTA: Per l'attentato di Tunisi i jihadisti dell'Isis esultano e minacciano nuovi attentati. "Questo è solo l'inizio" scrivono sul web in maniera minacciosa. Intanto, sappiamo che i terroristi che erano tunisini erano stati addestrati in Libia. La polizia tunisina ha arrestato numerosi complici dei terroristi.
L'Italia, la Francia, l'Europa ed il Vaticano aspettano l'autorizzazione dell'Onu per sistemare la faccenda; ma, questa autorizzazione ben difficilmente arriverà. Quindi le cose rimarranno come adesso. La Cina non vuole interferenze su Stati esteri, la Russia è strangolata dalle sanzioni e non darebbe autorizzazioni se non tolgono le sanzioni. Quindi, con la mentalità di adesso, il governo italiano perderebbe consenso alla morte di un solo soldato italiano e per questo non farebbe niente da solo. Per adesso ci dobbiamo accontentare delle parole di Renzi e di Mattarella.

20/3 - GRECIA: Continuano le trattative per salvare la Grecia dal baratro del debito pubblico. Un giorno sì e uno no abbiamo conferma che la Grecia potrebbe ricevere l'aiuto richiesto ma poi, da Berlino il ministro delle Finanze nega la possibilità di erogare le somme se non vi sono le riforme.
La Bce butta sul mercato 60 miliardi al mese per la ripresa e non si trovano alcuni miliardi per modificare il debito greco ed alleggerirlo degli interessi passivi? Certe forme di austerità troppo stringenti a lungo andare diventano insopportabili e non aiutano a pagare i debiti.
_______________________________
21/3 - PIRELLI: In corso la trattativa per la vendita della Pirelli ai cinesi di ChemChina. Sarebbe pronta l'Opa con l'offerta di acquisto al prezzo di 15 euro per azione. L'azienda rimarrebbe in Italia e Tronchetti Provera avrebbe la gestione fino al 2021.
Un'altra grande impresa italiana passa in mano straniera. Il nostro sistema industriale continua ad indebolirsi.

21/3 - IL GARANTISTA: Mentre Lupi è stato costretto a dimettersi, qualcuno ha ricordato a Renzi che vi sono quattro sottosegretari indagati del Pd che restano tranquilli al loro posto. Per tutta risposta Renzi ha dichiarato: "Io sono sempre garantista, non ci si dimette per un avviso di garanzia ma solo per motivi politici o etici".
Renzi fa quello che vuole e, di volta in volta, adegua le regole alle circostanze. Per gli amici le regole si interpretano agli avversari si applicano.
_______________________________

21/3 - GAY BLASFEMI: Tre uomini travestiti da Gesù mimano pratiche sessuali con una grossa croce. Succede al Cassero, locale della comunità omosessuale di Bologna. Le gesta blasfeme sono state immortalate in fotografie che da giorni fanno il giro dei social network suscitando una marcata indignazione. Anche perché la festa gay è stata finanziata dal Comune di Bologna.”I soldi pubblici devono sostenere asili, anziani, minori e politiche della sicurezza" – ha tuonato su Facebook il consigliere comunale di Forza Italia Michele Facci. Il procuratore aggiunto di Bologna Valter Giovannini ha subito fatto sapere che, “se giungeranno denunce”, saranno valutate “con attenzione”. Anche l’amministrazione comunale non ha mancato di prendere le distanze dal Cassero invitando gli organizzatori dell’evento blasfemo ad assumersi “la responsabilità di una grave offesa, che ha molto più del volgare e provocatorio”. Per il circolo Arcigay quelle sulle foto blasfeme sono polemiche “pretestuose e strumentali“. “Il conflitto tra comunità Lgbt e la parte politicizzata dei cattolici – spiega il Cassero – preesiste alla nostra festa e alle famigerate immagini, questo è un dato indispensabile per comprendere perché una persona omosessuale decida di dissacrare o irridere un simbolo religioso. Quel gesto rappresenta una liberazione rispetto a un simbolo che quelle persone percepiscono come oppressivo“. (da Riscossa Cristiana)
Una semplice osservazione: se gli omosessuali mostrano disprezzo per quello che gli altri ritengono più sacro, come possono pretendere di non essere disprezzati per l'offesa che arrecano ai cristiani?
_______________________________

GRANDI LAVORI
DI LOR SIGNORI

Al ministero dei grandi lavori
non il ministro, ma lor signori,
decidono cosa è da fare
ed il costo da calcolare.
Fanno i lavori durar nel tempo
giungono tardi a compimento.
Così i costi saran lievitati,
dai cittadini sono pagati.
Ora, i ministri come Lupi,
fan la figura d’essere pupi.
Non sanno, dov’è l’imbroglio
che fa svuotare il portafoglio.
Prendono abiti ed orologi
fanno viaggi ma, sono mogi.
Ma un giudice, molto avveduto
fa il ragioniere un po’ occhiuto.
Fiuta l’inganno dei maneggioni
e li accusa: "siete imbroglioni".
Poi Renzi, con motivazioni,
impone a Lupi le dimissioni.
Al Piddi un altro ministero,
ed a Renzi piace davvero.
Mentre il partito di Alfano,
sta con, le braghe in mano.

_______________________________
22/3 - 10 MILIARDI: Il governo cerca 10 miliardi per non far scattare l'aumento dell'Iva nel 2016. Quindi si prospetta tagli per i Comuni e per i trasporti.
Dopo le tasse che non si riducono, cominciano le vere riforme di Renzi.

22/3 - IL PAPA A NAPOLI: Visita con seguito di folla del Papa a Napoli. Anche i sangue di San Gennaro si scioglie durante la visita. Il Papa deplora la corruzione. "La corruzione puzza".
E' da apprezzare il fine olfatto del Papa.
_______________________________





22/3 - YEMEN: Terroristi sunniti forse legati ad Al Qaeda hanno fotto due attentati a moschee di islamici sciiti facendo 145 morti e numerosi feriti. Nella situazione che si è venuta a creare vi è il rischio di una guerra civile. Gli Usa hanno dato ordine di evacuare il personale dalla capitale Sana'a. In un comunicato sul web i jihadisti dell'Isis hanno indicato un elenco di cento soldati americani che dovrebbero essere uccisi perché avrebbero partecipato ad attacchi aerei contro il califfato. Gli americani fanno notare che i nomi riportati nella lista sono stati presi a casaccio. Molti dei nominativi indicati non hanno mai partecipato ad attacchi aerei né in Iraq né in Siria. Ultimo crimine dei Boko Haram nigeriano: abbiamo notizia che i terroristi hanno occupato un villaggio e preso in spose donne del villaggio ma, poiché vi è stato un attacco da parte dei militari governativi, i terroristi prima di ritirarsi hanno ammazzato le donne che avevano appena sposate. L'elenco dei crimini di questa domenica compiuti dagli islamisti, può bastare.
_______________________________

ANNOTAZIONE
GAY SI DIVENTA
Gay si nasce o si diventa? la fatidica domanda riguarda l'esistenza di un presunto gene gay innato che, ogni tanto ritorna, alla ribalta della cronaca come fatto di interesse scientifico. Alcuni ricercatori si sono impegnati in uno studio analitico per dare una risposta definitiva alla domanda. La ricerca è stata sviluppata negli Usa ed in Australia. In particolare, sono stati studiati i comportamenti sessuali di gemelli identici cioé monozigoti. I risultati di queste ricerche smentiscono che la genetica sia elemento rilevante rispetto all'orientamento sessuale. Per il dott. Whitehead "dal momento che il DNA è identico nei gemelli omozigoti, se vi fosse un gene o alcuni geni che determinano l'omosessualità, questa dovrebbe manifestarsi sempre; invece, solo in casi eccezionali questo si verifica". La conclusione è che, l'omosessualità non ha una causa genetica.

Quando la scienza non era ancora inquinata dall'ideologia politica, la spiegazione dell'omosessualità era indicata nei manuali di psichiatria nel capitolo delle perversioni o deviazioni sessuali (Manuale di Psichiatria di F. Giberti - R. Rossi).
_______________________________
ULTIMA ORA: Voto alle amministrative in Francia. Il Fronte nazionale risulta essere il secondo partito. Buon risultato del Podemos nelle elezioni dell'Andalusia. Il fronte politico antieuropeo ottiene buoni risultati. Più la crisi economica si fa pesante, più i partiti anti Ue avanzano.
_______________________________





IL LIBRO DELLA SETTIMANA


COLOSSUS -ASCESA E DECLINO
DELL'IMPERO AMERICANO

diNiall Ferguson
Ed. Mondadori - Euro 20,00
Ferguson esplora la natura paradossale del potere degli Stati Uniti. Se infatti in termini economici e militari l'America è senza dubbio il più esteso e potente impero che abbia mai dominato il pianeta, ciò che la distingue dai grandi dominatori del mondo dei secoli passati (come gli inglesi o gli antichi romani) è il rifiuto e la negazione del proprio ruolo. Gli USA non si percepiscono come un impero e per questa ragione non si assumono tutta la responsabilità che questa posizione comporterebbe. Una "miopia" gravissima, dice Ferguson, che rischia di mettere in grave pericolo il mondo intero. Il mondo, secondo Ferguson, ha infatti bisogno di un "impero liberale efficace", in grado di dispensare il libero commercio, la legalità, l'integrità delle strutture amministrative e i necessari investimenti per infrastrutture, sanità pubblica e istruzione. Gli Stati Uniti sono, a suo avviso, il migliore candidato per questo compito, sulle orme della Gran Bretagna di inizio Novecento, giunta a concedere un "governo responsabile" alle colonie che dimostravano un chiaro progresso verso la modernità economica e la stabilità sociale. In un contesto internazionale nel quale le più gravi minacce alla pace provengono da stati falliti o deboli, Ferguson è quindi convinto che un siffatto impero liberale produrrebbe enormi vantaggi, tanto nella prospettiva degli interessi americani quanto in una logica altruistica. Tuttavia, gli Usa puntando tutto sull'aspetto economico ed ignorando quegli aspetti amministrativi, culturali che tengono insieme un impero, di fronte ad una Cina in ascesa sono destinati al declino.
_______________________________
LA MIGLIORE DELLA SETTIMANA

MEGLIO LA LIBERAZIONE











Vignetta di Giannelli - Coriere della Sera - 19/3/15