Associazione
Cattolici Genovesi

 



















Indice generale
del sito




Collegamenti
a siti consigliati




Home


Mail

 
 
   

 
Christus Vincit


Cattolici Genovesi

Cercare la Verità - Conoscere la Verità - Difendere la Verità


 

Questo sito Internet dal titolo si può rilevare l'intento di affermare nel campo della comunicazione una voce cattolica chiara e forte su ogni argomento che quotidianamente si presenta.
Molti sono i temi che intendiamo affrontare con semplicità e chiarezza in modo da essere compresi da tutti coloro che intendono abitualmente avere contatti.
Noi ci rivolgiamo a tutti e speriamo di fare di questo sito non solo un modo per trasmettere informazioni, idee ma, desideriamo che coloro che troveranno il nostro modo di affrontare gli argomenti di loro gradimento ci facciano conoscere le loro opinioni, ci inviino se credono materiale che in ogni caso verrà esaminato e se ne terrà conto successivamente. Anche per coloro che volessero farci una critica, speriamo garbata, sempre nell'ambito delle nostre possibilità cercheremo di rispondere in qualche modo.
La nostra aspettativa è quella di creare le premesse per favorire la crescita di un punto di riferimento, dando non solo a chi collabora di far conoscere le proprie idee ma anche ad altri a partecipare alla formazione di un centro di opinione. La vastità degli argomenti affrontati ci permettono di dare un'idea precisa della nostra visione delle cose che è e che deve essere sempre cattolica.
Non abbiamo la pretesa di far la predica a nessuno, né pretendiamo di giudicare gli altri migliori o peggiori di noi, la cosa non ci interessa, ma sulle idee, sui comportamenti esprimiamo sempre la nostra valutazione.
Spesse volte nel dire la verità forse qualcuno può esserne dispiaciuto, non è nostra intenzione offendere nessuno, ma ciò che riteniamo giusto non deve essere taciuto.
Chi siamo ? Siamo cattolici senza nessun aggettivo. Le tante classificazioni di cattolici molte volte sono riduttive, spesso devianti ed a volte sicuramente errate, per questo le rifiutiamo.
Apprezziamo i progressi della scienza e della tecnica ma riteniamo che il mondo presente non sia dominato esattamente da una visione cristiana; anzi, dall'esatto contrario. Molte delle cose che ci vengono gabellate come progresso, diritti umani o diritti di libertà siano esattamente il contrario; regresso, licenza e schiavitù. Chi avrà pazienza di seguirci capirà presto a cosa ci stiamo riferendo.
Un'ultima cosa, vogliamo ancora dire, in quanto cattolici noi non abbiamo né complessi di colpa per la storia passata né riteniamo di dover ricorrere ad altre istituzioni civili o religiose per poter essere cattolici. Ricerchiamo la verità ma, i fondamenti li conosciamo già con certezza senza bisogno di rivolgere la nostra attenzione altrove. Siamo fedeli alla Santa Romana Chiesa perché crediamo a tutti i dogmi così come ci sono stati proposti, seguiamo i comandamenti ed i principi morali da sempre stabiliti.

Il sito si articola in vari comparti dove trovano opportuna collocazione i vari argomenti. Chiunque sia interessato a partecipare è invitato a contattare i responsabili dei vari settori.


COME VISITARE IL SITO
la cosa più spiacevole è perdere tempo e farlo perdere agli altri. Pertanto, il modo più veloce per vedere i contenuti è quello di esaminare per primo
L'INDICE GENERALE DEL SITO
Se troverete qualcosa di interessante, potrete poi entrare nei singoli settori.
Grazie per la scelta.
 

Rino Tartaglino           


 
 

___________________________________

(cultura)

Foglio per comunicazione ai soci
___________________________________
_____________________________________________________________


ULTIMI INSERIMENTI
- 1/5/2004
(cultura - scienza - fede)
LA PASSIONE DI CRISTO - Così come è avvenuta

_____________________________________________________________
- 31/10/2004
(Difesa della vita)
ARE THE DEAD REALLY DEPARTED WHEN WE REMOVE THEIR ORGANS ? - On a subject concerning the end of life, and that is particularly the matter of the removal of organs from corpses

_____________________________________________________________
- 31/12/2004
(Europa)
LA FINE DELL'UNIONE EUROPEA - L'ingresso della Turchia in Europa

_____________________________________________________________
- 7/1/2005
(Difesa della vita)
QUESTIONI MORTALI - L'attuale dibattito sulla morte cerebrale e il problema dei trapianti di R. BARCARO e P. BECCHI- Introduzione

_____________________________________________________________
- 20/5/2005
(Difesa della Vita)
I CATTOLICI SI ASTENGONO SUL VOTO DEL REFERENDUM - Volantino

____________________________________________
- 31/5/2005
(Progetto Europa)
L'EUROPA E LA GEOPOLITICA AMERICANA - Chi domina il blocco eurasiatico-africano domina il mondo

____________________________________________

- 30/9/2005
(Una voce)
TORNIAMO ALLA MESSA IN LATINO - A seguito della Messa in "zeneize" una lettera di Francesca Poluzzi

____________________________________________

- 15/4/2006
(Difesa della vita)
DONARE GLI ORGANI E MORTE CEREBRALE
Le cose da sapere di Carlo Barbieri
_____________________________________________

S. MESSA IN LATINO
(rito romano antico)

DOMENICHE E FESTE DI PRECETTO

ORE 9,30

CHIESA DI S. STEFANO
(sopra) Via XX Settembre - GENOVA - Tel. 010.58.71.83

ASS. UNA VOCE - GENOVA

___________________________________
_______________________________


- 30/1/2008
(vita)
WELBY E IL PENSIERO CATTOLICO
Condanna dell'eutanasia di Carlo Barbieri
___________________________________

- 30/1/2008
(vita)
WELBY: RIFIUTO DI CURE O EUTANASIA? (parte I)
Considerazioni giuridiche sul caso Welby del prof. Paolo Becchi
___________________________________


- 3/4/2008
(vita)
MORTE CEREBRALE E TRAPIANTO DI ORGANI
Libro del Prof. Paolo Becchi - recensione del Dott Carlo Barbieri
___________________________________

- 3/4/2008
(vita)
LA MORTE CEREBRALE E' LA FINE DELLA VITA?
relazione della Dott. Rosangela Barcaro
___________________________________

- 8/7/2008
(vita)
INFORMAZIONE
La disinformazione sui problemi dei trapianti può essere colmata da alcune letture - consigli del Dott Carlo Barbieri
___________________________________

- 20/11/2008
(vita)
Il nuovo regolamento sulle modalità per l'accertamento e la certificazione della morte. Primi rilievi critici.
del Prof. Paolo Becchi
___________________________________

- 1/10/2009
(vita)
La biopolitica non ammette la libertà di coscienza
Prof. Paolo Becchi
___________________________________
- 30/10/2009
(Archivio)
CATTOLICI GENOVESI - N° 2 novembre 2009

___________________________________

- 30/10/2009
(Incontro)
CATTOLICI GENOVESI - N° 2 novembre 2009

___________________________________

- 10/1/2012
(vita)

___________________________________

- 20/1/2012
(voce)

___________________________________

- 20/1/2012
(Politica - costume - società)

___________________________________

- 19/2/2012
(Cultura)

___________________________________

- 1/1/2013
(una voce)
___________________________________

- 7/1/2013
(vita)

___________________________________

- 7/1/2013
(voce)

___________________________________

- 17/3/2013
(Politica - costume - società)

___________________________________

- 17/5/2013
(voce)
___________________________________

14 Dicembre 2014            Informazioni            N° 50
      Foglio di comunicazione interna
www.cattolicigenovesi.org
Chi gioca a fare il più puro tra i puri trova sempre alla fine qualcuno più puro che lo epura.

Pietro Nenni

_______________________________
SANTI E BEATI

San Juan Diego Cuauhtlatoatzin – Festa 9 dicembre
Nel dicembre 1531 la Madonna apparve a Guadalupe, in Messico, scegliendo come suo interlocutore un povero indio, Juan Diego, nato verso il 1474 e morto nel 1548, che prima di convertirsi al cattolicesimo portava un affascinante nome azteco, Cuauhtlotatzin, che sta a significare “colui che parla come un’aquila”. Cuauhtlotatzin fu tra i primi a ricevere il battesimo, nel 1524, all’eta’ di cinquant’anni, con il quale gli fu imposto il nuovo nome cristiano di Juan Diego, e con lui venne battezzata anche la moglie Malintzin, che prese a sua volta il nome di Maria Lucia. Rimasto vedovo dopo solo quattro anni di matrimonio, orientò tutta la sua vita a Dio. Dopo le apparizioni della S. Vergine sulla collina del Tepeyac visse santamente per 17 anni in una casetta che il vescovo Zumàrraga gli aveva fatto costruire a fianco della cappella eretta in onore della Vergine di Guadalupe. Giovanni Paolo II nel 1990 lo ha dichiarato beato, per proclamarlo infine santo nel 2002.
__________________________________________________________________________
SANTA MESSA IN LATINO

Domeniche e Feste di Precetto
ore 9,30

Abazia di Santo Stefano
Sopra via XX Settembre - Genova
Tel. 010.58.71.83
____________________________________________________



EDITORIALE
I CATTOLICI E LE TANTE CRISI

Il 2014 sta per finire e se dovessimo fare un bilancio della situazione attuale possiamo solo elencare cose negative. Possiamo immaginare qualcosa di positivo? È difficile individuarlo. Abbiamo un crisi economica che colpisce un po’ tutti, le tasse sono gravose, la disoccupazione è in aumento e le prospettive future non sono rosee. Anche il tempo non ha aiutato; anzi, piogge, alluvioni ed altri disastri hanno messo in ginocchio molti cittadini. I clandestini sono triplicati rispetto all’anno precedente e malgrado la spesa sostenuta non riusciamo a risolvere i loro problemi visto che non sappiamo risolvere neanche i nostri. Poi a livello familiare si rileva che la percentuale di separazioni, divorzi è crescente. La gente è insoddisfatta delle proprie scelte cerca di evitare le proprie responsabilità. Omicidi in famiglia: uomini ammazzano le donne conviventi. Mamme che ammazzano i i loro figli. Ancora, aborti oltre centomila in Italia ogni anno. Prostituzione e malaffare sembrano in crescita. Governi che dicono di voler dare al popolo benessere e invece, al servizio di strozzini internazionali, ci condannano ad un destino di povertà. La politica al potere con la motivazione dei diritti di libertà, dei diritti civili ha trasformato il bene in male. Potremmo continuare a lungo nell’elenco delle disgrazie in parte volute dall’uomo e in parte meritate dall’uomo per il suo comportamento. Questo è il mondo con le sue pene ed i suoi carenti principi morali. Quindi, un mondo in crisi. Ma in crisi è anche il cattolicesimo. Molti cattolici non seguono la sana dottrina per seguire le strade del mondo. La Chiesa docente vuole aprirsi al mondo secondo quanto diceva il Papa Giovanni XXIII per evangelizzarlo; ma, adottando il linguaggio e le categorie del mondo ha perso più di quanto abbia guadagnato. Qualcuno ha detto. “La Chiesa ha aperto le porte perché quelli che erano fuori entrassero dentro, invece, sono usciti quelli che erano dentro”. Blandire il mondo, assecondarlo nelle sue devianze sperando di conquistarlo non ha portato a risultati positivi; anzi, la crisi del mondo ha coinvolto anche i cattolici. Sappiamo che la Chiesa esisterà sempre perché l’ha detto Gesù Cristo ma il crollo di questo mondo secolarizzato, secondo il modello ideologico liberal-massonico, quando avverrà ci sarà anche un danno per il cristianesimo perché non si è voluto combattere contro le sue devianze, i suoi egoismi che sono alla base di una società senza Dio. Una società atea e nichilista. L’eutanasia che si vuole legalizzare è la massima espressione di chi non pensa a nulla e crede di non valere più nulla. La società è in crisi perché non è più ispirata a principi cristiani e i cattolici, hanno fatto poco per combattere questa deriva. La Chiesa docente Non si è data da fare abbastanza per combattere contro le devianze del mondo. Ha preferito convivere, rassegnarsi con la motivazione che siamo una minoranza. Concetto comodo per non fare nulla. Quello che è carente è la fede. Spesse volte abbiamo la sensazione che sia invalsa la convinzione che la fde non sia importante come lo era prima: “basta essere buoni”, “tutte le religioni hanno elementi di salvezza”, “si salveranno con le loro religioni”, ecc… Partendo da premesse del genere molti cristiani invece di evangelizzare hanno creato istituzioni di beneficenza. È più facile fare della beneficenza che evangelizzare. Ma per essere cattolici bisogna credere. Chi non è cattolico spesse volte sul piano pratico fa del male. Pensate, protestanti che ammettono il divorzio, l’aborto, l’omosessualità e altro ancora. Senza la fede non si può essere cattolici e sena essere cattolici non si è sulla retta via. L’ideale anche dal punto di vista sociale e non solo individuale è quello di vivere in una società basata su principi cristiani. Per questo, Tutti e cattolici sia come laici che come sacerdoti dobbiamo combattere contro questo corrotto mondo laico se non vogliamo essere travolti colpevolmente insieme a questo mondo quando la crisi toccherà i livelli più profondi.

Rino Tartaglino

_______________________________

ILLUSTRAZIONE: Papa Innocenzo III. Nel periodo di massimo splendore della Chiesa, Papa Innocenzo III, guidò la Chiesa con santità e perizia.
_______________________________
MAI RESTARE IN SILENZIO

Prima regola niente segreti. Per strada così come su internet, i bulli si fanno forza del silenzio delle loro vittime. “Guai a te se parli” dicono mentre ti rubano la merenda, ti prendono i soldi dal borsellino o ti danno uno spintone. Ma non bisogna dargliela vinta. Confidarsi con un adulto, chiedere aiuto, fidarsi di chi ti vuole bene è il primo passo per vincere la paura. Dopo di che, di solito, i bulli si sgonfiano e spariscono dalla circolazione.

(Popotus – Avvenire del 18 novembre 2014)

In uno scritto come questo trovo una grande sapienza di vita. Nessuno può vivere da solo, nessuno può sbrigarsela da sé, soprattutto nei nostri tempi. Gesù ci insegna ad amare il nostro prossimo per altri; ben triste vita la nostra, tristissima vita, se altri, molti altri non fossero benevoli con noi. Benedetto chi ci aiuta. Ne è da credersi che il ricco ed il ritenuto potente sia privilegiato. Tra di loro i suicidi sono più frequenti che nelle altre categorie sociali. Chi ha le cose facilmente risolte, se è in difficoltà, si perde d’animo più facilmente. Nell’attuale crisi economica chi meno di noi penseremmo. Con i bambini mai facciamo tragedie ma permettiamo loro di confidarsi con serena fiducia. Essi hanno bisogno dell’aiuto dei compagni di classe, dei genitori, degli insegnanti, sovente persino di ignoti che circolano sui marciapiedi. Gli adulti non si trovano in condizioni migliori dei bambini, infiniti sono i bulli che incontrano sul loro cammino, massimamente quando incontrano le burocrazie di Stato. C’è quasi sempre qualcuno che ti può aiutare. Se tu puoi aiuta, anche lo sconosciuto. Talvolta occorre essere in molti per aiutarsi. Alla periferia di Milano chi esce di casa corre il rischio di trovarsela occupata e di non potere rientrare. Alla periferia di Roma si vive poco meglio che in un lager. Mantenendosi nella non violenza, una grande protesta di massa produce soluzioni di civiltà. Ringraziamo la polizia che tenta di salvare la nostra civiltà.

Renzo Mattei

_____________________________
8/12 - PETIZIONE: Tre famosi intellettuali israeliani, Amos Oz, David Grossman e Abraham Yeoshua, insieme ad altri 800 concittadini hanno firmato una petizione che chiede ai Parlamenti europei di riconoscere la Palestina come Stato. I firmatari auspicano anche il blocco degli insediamenti dei coloni sui territori palestinesi e chiedono anche le dimissioni del governo Netanyhau.
La creazione di uno Stato palestinese è l'unica via per poter realizzare una futura pacificazione nella zona. Questi intellettuali onestamente hanno capito e si fanno portabandiera dell'iniziativa.

8/12 - SCALA E CONTESTAZIONI: Tutti gli anni alla prima della Scala immancabilmente vi sono contestazioni organizzate dai centri sociali contro i signori che vanno ad assistere allo spettacolo. Anche questa volta in piazza sono avvenuti scontri e cariche di polizia contro i contestatori.
Molti dei presenti allo spettacolo esclusi i veri appassionati della lirica erano lì per vedere e farsi vedere. La stessa cosa vale per i contestatori, per esibire la loro rabbia sociale. In pratica, due esibizioni di senso contrario.
_____________________________

8/12 - CORRUZIONE A ROMA: I giudici stanno valutando le dimensioni della corruzione che ha interessato politici, funzionari del Comune e faccendieri. Individuata a Lugano la fiduciaria per le tangenti sugli appalti pagate ai politici. Servizi dati in appalto a cooperative dove i dirigenti gestivano soldi in nero ed ampliavano la loro attività pagando tangenti ed elargendo stipendi mensili a funzionari corrotti. Appena scoppiato lo scandalo è iniziato lo sfruttamento politico dell'evento. La difficoltà più grossa a dare la colpa allo schieramento politico contrario riesce difficile perché sono coinvolti un po' tutti i partiti con i loro referenti. Il Pd accusa l'inizio della corruttela avvenuta all'epoca della giunta guidata da Alemanno; ma, altri dicono che tra gli arrestati vi è un esponente della giunta guidata da Veltroni che in ordine di tempo era ancora prima. In pratica nessun partito politico importate può far finta di niente e dare la colpa agli altri.
Oltre al recupero del maltolto ed alla punizione dei responsabili della corruzione, bisogna creare dei meccanismi futuri che impediscano che questo malaffare continui. In questa situazione abbiamo notato il peso consistente della "fabbrica dell'assistenza". Più si sviluppa l'attività di gestione dei campi nomadi e dei clandestini e più si fanno affari. Ovviamente gli affaristi facevano la cresta sulle cifre pagate dal Comune e cumulavano capitali. Da una intercettazione risulta che i gestori delle cooperative si lamentavano per non aver ricevuto altri clandestini da assistere.
_______________________________

9/12 - TORTURE: La Commissione Intelligence del Senato Usa rende noto oggi un rapporto che documenta l'uso della tortura su detenuti di Al Qaeda dopo l'11 settembre. La giustificazione presentata dalla Cia è che i metodi di interrogatorio utilizzati sono serviti a salvare vite umane perché hanno evitato che potessero essere messi in atto altri attentati. Quando Obama si è insediato alla Casa Bianca chiese alla Cia di non adottare più la tortura dell'annegamento simulato e di non usare altre tecniche proibite per estorcere confessioni nell'interrogatorio di sospetti terroristi. Obama non denunciò l'operato del suo predecessore né aprì inchieste. Molte volte questi trattamenti non autorizzati avvenivano in prigioni di Paesi compiacenti. Sui risultati ottenuti da questi metodi non convenzionali di interrogatorio quasi sempre soni stati nulli anche perché gli interrogati non erano a conoscenza di fatti attualmente in atto. Il famoso responsabile dell'attentato dell'11 settembre fu sottoposto dopo anni a circa 193 interrogatori ma gli investigatori ottennero solo bugie. Del resto, non era più informato sui fatti recenti.
Questi documenti sulle torture sono usciti per opera del Partito Democratico ed hanno lo scopo di mettere in difficoltà il Partito Repubblicano oggi vincente. Quindi, è una mossa politica. Tornando all'argomento in oggetto, la tortura, ricordando quelle scene ad Abu Graib dove i prigionieri erano trattati con inutile sadismo e crudeltà senza una vera motivazione se non per far del male e provare nel fare il male la convinzione dei carcerieri di sentirsi onnipotenti.
_ ______________________________
9/12 - ROMA: "Fare pulizia a Roma. Non sarà lasciata ai ladri", con queste parole Renzi annuncia provvedimenti per fermare la corruzione.
Le ultime parole famose. Dopo questi provvedimenti la corruzione sparirà. Abbiamo qualche ragionevole dubbio.

9/12 - AMBASCIATE: Al Cairo sono state chiuse due ambasciate; quella canadese e quella britannica per motivi di sicurezza. In Egitto si temono attentati da parte di jihadisti dello Stato islamico.
I terroristi dell'Isis esistono perché aiutati e finanziati da alcuni Paesi arabi che paradossalmente sono amici degli Occidentali.
____________________________
10/12 - MERCATI: Ieri è stato un giorno di paura per i mercati borsistici. La notizia che la Cina frena sulla crescita del Pil ma più ancora i timori per la Grecia che andrà presto al voto ed in testa vi sarebbe il partito di sinistra Psypras che potrebbe arrivare alla presidenza della Repubblica; inoltre, questo partito vuole svincolarsi dalla Troica (Fmi, Bce, Ue) si teme il rischio del fallimento della Grecia con gravi conseguenze per l'euro. Tutte le borse sono andate giù; Atene ha perso il 12,58%, Milano ha ceduto il 2,81%.
Se la crisi non si risolve in maniera positiva, è difficile che si salvi l'euro.

10/12 - QUESTIONARIO: Per il secondo Sinodo sulla famiglia in programma per ottobre 2015, sarà diffuso un questionario con 46 domande che accompagnerà il testo votato dai padri sinodali. Il questionario dovrebbe essere distribuito tra i fedeli perché esprimano il loro parere.
Come nel caso precedente pensiamo che il questionario verrà distribuito presso quei gruppi ecclesiali che condividono le "aperture" presentate dal card. Kasper. L'autorità ecclesiastica vuole sentirsi dire quello che ha già in mente di fare.
________________________________

10/12 - NATALE COL GENDER: l’ideologia del gender sotto l’albero di Natale “No Gender December“, questo è il nome dell’ultima campagna ideologica volta a promuovere l’indifferenza sessuale e a rimuovere le obsolete categorie di maschio e femmina, boicottando tutti i “giocattoli di genere”. Dicembre è il mese del Natale e quindi dei regali e lo slogan dell’iniziativa parla chiaro: “stereotypes have no place under my Christmas tree” (gli stereotipi non hanno posto sotto il mio albero di Natale). La campagna è stata lanciata in Australia dall’organizzazione “Play Unlimited” impegnata a combattere il cosiddetto “gender marketing”, rimuovendo le “segregazioni di genere” create dall’industria dei giocattoli e dai reparti commerciali dedicati a maschi e femmine. Il progetto, come l’analoga iniziativa inglese “Let Toys be Toys“, è finalizzato a eliminare i vecchi e rigidi stereotipi di genere nel mondo dei giocattoli per bambini. Quindi, premi e riconoscimenti a tutte le catene commerciali che, adeguandosi al “gender diktat”, hanno allestito reparti “neutri” dove i giochi non sono catalogati per maschi o femmine ma mischiati tra loro per favorire le naturali inclinazioni dei piccoli e, al contrario, boicottaggio e schedature di tutti gli esercizi commerciali che si ostinano a mantenere tali superate categorie. Sono banditi dunque colori come l’azzurro e il rosa, sia all’interno dei reparti che sulle confezioni e tutto ciò che in qualche modo possa ricondurre a uno dei due sessi. I bambini dovranno sentirsi liberi di essere attratti e giocare con bambole e cucine e le bambine, allo stesso modo, potranno impugnare fucili e pistole senza per questo essere considerate dei “maschiacci”. (da Corrispondenza Romana)
Se ci domandiamo perché aziende prendono certe iniziative? Qual è lo il fine? La risposta è una sola realizzare una società degenerata.
____________________________
11/12 - ANTIPOLITICA: In un suo intervento il presidente Napolitano si è scagliato contro la corruzione nella vita pubblica ma poi ha attaccato quella che si definisce l'antipolitica. Napolitano ha detto: "Basta degrado, più moralità, bisogna colpire i corrotti". In conclusione del suo intervento ha polemizzato con il M5S e con la Lega di Salvini :"l'antipolitica è una patologia eversiva".
La politica secondo Napolitano consiste nell'accettare lo status quo, cioé seguire le disposizioni che ci vengono dalla Ue. Ma siccome questo tipo di politica è fallimentare esistono movimenti che sono contrari; allora, si dice che sono l'antipolitica.

11/12 - MALALA: In un incontro a Roma di vincitori del premio Nobel per la Pace, vi sono state realizzate varie interviste. La diciassettenne Malala ha manifestato l'intenzione di diventare in un futuro non lontano "primo ministro del Pakistan".
Con tutti gli incapaci che governano il mondo, uno in più non peggiora la situazione.
_____________________________________

11/12 - VIDEO PRO EUTANASIA: Bastano tre minuti per chiedere la legalizzazione dell'eutanasia a mezzo video. L'appello dell'Associazione Luca Coscioni coinvolge 70 persone che, in un solo lungo annuncio si passano la parola accusando d'inerzia il legislatore nel discutere le questioni relative al fine vita. Il videomessaggio per promuovere l'eutanasia per i radicali non è cosa nuova. La novità è quella di non fr rivolgere la richiesta a malati di sla ma ad un gruppo di persone note che si rivolgono col loro appello ai parlamentari avendo come destinatari i malati. Tra i personaggi noti che hanno sottoscritto l'appello vi è Corrado Augias, Luca Barbarossa, Marco Bellocchio, Maurizio Costanzo, Vittorio Feltri, Giulia Innocenzi, Neri Marcorè, Paolo Mieli, David Parenzo, Platinette, Umberto Veronesi e altri. Il messaggio col suo carattere quasi supplichevole gioca molto sull'emotività. Addirittura Giulia Innocenzi presenta la sua invocazione, ritratta di fronte ad una chiesa, quasi volesse significare che la legge sull'eutanasia rappresenta il progresso in contrapposizione ad una Chiesa retriva.
Tutte le leggi che hanno proposto i radicali rispecchiano l'ideologia portata avanti dalle logge massoniche. Idee di chi è ateo o satanista. I cattolici in tutte le situazioni si devono dar da fare a combattere queste ideologie di morte. Ci auguriamo una ferma presa di posizione della Chiesa rispetto alla legalizzazione dell'eutanasia. Inoltre, quei parlamentari che dovessero votare una simile legge dovrebbero essere scomunicati in maniera formale e personale. (Immagine: Manet, il suicidio)
_____________________________________

12/12 - COMPITI A CASA: Da una ricerca Ocse è uscita una relazione che spiega come i quindicenni italiani tra compiti e studio a casa passano 9 ore ogni settimana. La conclusione della relazione è che questo impegno in sede domestica è eccessivo. Il tempo degli studenti italiani è tre volte quello degli studenti finlandesi e dei coreani.
Per questa relazione Ocse si possono fare varie osservazioni: 1) in molte scuole estere lo studio che qui è fatto a casa viene fatto a scuola nel pomeriggio. Quindi le cose non cambiano; 2) L'impegno in sede domestica permette lo studio mnemonico che va bene per le materie letterarie e consente di sviluppare molte esercitazioni pratiche; 3) Le esercitazioni in sede domestica servono a responsabilizzare lo studente che deve agire di sua iniziativa. Inoltre, per esperienza spesse volte si scopre che un ragioniere conosce molto meglio la contabilità di quanto la conosca un dottore in Economia e Commercio che viene dal liceo; per il semplice fatto che si è esercitato molto di più, specialmente in sede domestica. Conclusione: i compiti a casa servono.
_____________________________________
12/12 - DECAPITATI: A Mosul, quattro ragazzi cristiani che si sono rifiutati di convertirsi all'islam recitando la shahada, la formula che se viene pronunciata significa adesione a quella religione, sono stati decapitati. Si moltiplicano i racconti man mano che arrivano i profughi. Cristiani in fuga che raccontano scene raccapriccianti, esecuzioni sommarie e violenze gratuite. Il dolore del vescovo siro ortodosso, Nicodem Daoud Sharaf: "E' durissima la vita delle minoranze in fuga".
Di fronte alla costituzione di uno Stato criminale come quello del sedicente Stato islamico, se gli Occidentali non avessero la coda di paglia, avrebbero già provveduto ad eliminarlo.

12/12 - BUON ANNO: L'sms di Buzzi il capo delle cooperative che agivano a Roma e coinvolte in gravi episodi di corruzione, per le feste del 2013 augurava a sè ed ai suoi collaboratori un "Buon anno pieno di profughi e sfollati". Intanto i giudici hanno effettuato due fermi che sarebbero il tramite tra la cupola romana e la 'ndrangheta.
Adesso tutto è chiaro, i mafiosi della Libia organizzano i traporti dei clandestini e i mafiosi romani gestiscono l'accoglienza. I clandestini sono una vera ricchezza per queste due categorie di malfattori.
_____________________________________

13/12 - RENZI DAL PAPA: Nella mezz'ora di colloquio del Papa con Renzi, sono stati trattati problemi di interesse generale, della instabilità politica del Medio Oriente e del sistema educativo italiano, in particolare della scuola cattolica. Il colloquio come l'ha definito il portavoce della Santa Sede è "stato cordiale".
Il Manifesto dice: "Renzi è andato a farsi benedire". Se non proprio una benedizione almeno un apprezzamento politico positivo da parte della Santa Sede. Conclusione: Se Renzi con i suoi modi spesse volte un po' arroganti è riuscito a farsi tanti nemici che alla prima occasione sono ben contenti di farlo cadere; l'apprezzamento cordiale della Santa Sede mette Renzi in luce positiva verso i cattolici. Se Renzi va bene per il Papa allora va bene anche per i cattolici. Noi che temiamo un aumento di pressione fiscale anche per l'anno prossimo, aspettiamo che cosa riesce a combinare Renzi alla fine del 2015 prima di esprimere una valutazione positiva.
_______________________________
13/12 - POSTE: I clienti delle Poste sono in calo anche nella aspettativa che certi servizi saranno privatizzati. Il risultato è che il servizio postale di consegna diventerà ordinario. La consegna della posta non avverrà più tutti i giorni. Inoltre, sarà aumentato il prezzo dell'affrancatura.
Meno male che l'inflazione non esiste anche se tutto aumenta di prezzo. Aumenta quasi tutto escluse le pensioni e gli stipendi e poi dicono che la gente non spende. Il di più che circola serve a pagare le imposte e le tasse.

13/12 - IL GIORNO DELLE TASSE: La Lega ha stabilito che vi sia un "giorno delle Tasse" ed ha lanciato l'iniziativa di una imposta unica sul reddito del 15%. Con questa aliquota lo Stato percepirebbe di più perché l'imposta non sarebbe esosa ed il contribuente avrebbe meno scuse per evadere. Anche Berlusconi, in alcune occasioni si è impegnato di ridurre le imposte ad una unica percentuale del 20%.
Di solito la destra vince se punta sulla riduzione di tasse e contributi. La tassazione con aliquota unica potrebbe essere una buona base per un accordo elettorale tra Forza Italia e Lega.
_______________________________


14/12 - SCHIAVE DEL SESSO: Una ragazza di nome Asia, appartenente alla comunità yazida intervistata dalla televisione ha raccontato di essere finita insieme ad altre ragazze nelle mani dei masnadieri dell’Isis e di aver subito uno stupro. In un villaggio vicino a Mosul quasi interamente abitato da yazidi, quando sono arrivati i miliziani dell’Isis, gli uomini sono stati separati dalle donne che poi sono state oggetto di stupro. Un giovane miliziano catturato dai curdi ha dichiarato che la pratica di stuprare le ragazze è abbastanza frequente. Nel raccontare il suo fatto personale ha detto di aver anche ricevuto un compenso in dollari oltre al “diritto” di stuprare una ragazza. I miliziani dell’Isis con gli yazidi sono ancora più feroci che coi cristiani o i musulmani sciiti. Spesse volte la scelta è tra la conversione e la morte. Tra le tante brutte notizie che giungono dal Medio Oriente, ricordiamo almeno una qui in Italia; Il giornalista Magdi Cristiano Allam che ha scritto e messo in dubbio che l’islam sia una religione moderata pur riconoscendo che vi possano essere senza dubbio dei musulmani moderati ha dovuto subire una indagine da parte dell’Ordine dei giornalisti dopo mesi ha ottenuto piena assoluzione.
I masnadieri dello Stato islamico fanno quello che fanno, magari con qualche esagerazione e con qualche arbitrio ma sostanzialmente applicano dei principi del Corano. Magdi Allam ha a buon senso il diritto di esprimere un giudizio che ha numerosi esempi nella realtà. Se abbiamo dubbi, chiediamo ai cristiani di Siria o dell'Iraq a proposito dell'islam come religione di pace e sapremo esattamente la verità. Se fosse una religione di pace i cristiani non sarebbero costretti a fuggire.
_______________________________
14/12 - COLLISIONE SFIORATA: Un jet russo, in una missione di ispezione lungo le coste del Baltico, ha rischiato di entrare in collisione con un aereo passeggeri della SAS svedese diretto a Roma. Gli aerei militari di Mosca viaggiano senza il segnalatore radar (trasponder) aumentando i rischi di incidenti.
Da quando sono in vigore le sanzioni contro la Russia a causa della questione ucraina, gli aerei di Mosca hanno intensificato i voli lungo le coste europee e nordamericane. Questa è guerra psicologica nell'ambito di una guerra che diventa sempre più fredda.

14/12 - PARADOSSO: Le notifiche via email si devono stampare perché siano tangibili? Al ministero, dopo diverse riunioni è stato esplicitato che il fax è lo strumento più affidabile. Così il debutto del processo penale telematico rischia di naufragare nel modello precedente con le stesse manifestazioni cartacee.
La giustizia per essere più efficiente e rapida deve essere semplificata. Le leggi devono essere chiare e le procedure rapide. Inoltre i giudici devono essere persone che conoscono il diritto ma avendo fatto lavori concreti prima di accedere a questo mestiere non si perdono in sofismi. Tanto per fare un esempio se un giudice dice di aver raccolto 100.000 pagine per arrivare ad avere materiale sufficiente per una condanna, vuol dire che non è persona adatta a fare il giudice. A questo punto, se usiamo il buon senso, possiamo anche scrivere con la penna d'oca che le sentenze arrivano presto.
_______________________________
ULTIMA ORA: Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha comunicato ai russi ed agli americani che lo Stato di Israele non riconosce i confini del 1967. Con questa dichiarazione viene bloccata ogni trattativa di accordo tra l'Autorità palestinese ed il governo d'Israele.
_______________________________

SE PER CASO MANCO DI RIVERENZA
VORRA’ DIRE CHE FARO’ PENITENZA
PIO XIII

Se fossi Papa per una volta,
alla Chiesa darei una svolta.
A questo mondo già smarrito
io vorrei che fosse convertito.
Pregare in sinagoghe e moschee
ciò non fa parte delle mie idee.
Tratterei tutti con gran lealtà,
difendendo sempre la verità.
Con tutte le atre false religioni
politici accordi, senza concessioni.
L’ecumenismo sia per le conversioni,
no ad un dialogo senza conclusioni.
Io ritorno alla tiara ed al primato,
il Vicario di Cristo sia confermato.
Non tutti i monoteismi sono tali,
da essere considerati tutti uguali.
il nostro monoteismo è Uno e Trino,
questo è per un messaggio divino.
Il mondo ateo e secolarizzato,
anche nella Chiesa è penetrato.
Se di verità abbiamo la nostalgia
eretici dalla Chiesa io li mando via.
Tutto questo noi potremo sperare,
in Pio tredicesimo che deve arrivare.

_______________________________

ANNOTAZIONE
LA FEDE ED I SACERDOTI
Da un articolo apparso su “IL Giornale” (14/12/2014) dal titolo “Comunione e divorzio lo scisma sommerso che spacca la Chiesa” a firma di Ignazio Ingrao tra l’altro leggiamo: “Oggi è incontestabile : la secolarizzazione è penetrata profondamente nella vita, verrebbe da dire nel dna della famiglia. Nel 1991 si celebravano in Italia 257.000 matrimoni religiosi, nel 2008 il loro numero è sceso a 156.000. I matrimoni religiosi mostrano una migliore capacità di resistenza, ma non sono immuni dall'andamento generale. Scrive ancora l'Istat: «Le nozze religiose risultano essere più stabili. A sopravvivere alla crisi del settimo anno, nel 2012, sono 933 matrimoni religiosi su 1.000 celebrati nel 2005 contro 880 su 1.000 matrimoni celebrati con rito civile». Crescono anche le cause di nullità matrimoniale dinanzi ai tribunali ecclesiastici con numeri di tutto rispetto: nel 2003 in Italia si sono registrate 2.278 sentenze di nullità matrimoniale in prima e seconda istanza (vale a dire in primo grado e in appello) pronunciate dai tribunali ecclesiastici, secondo i dati forniti dall'Annuario statistico della Chiesa. Nel 2012 la cifra è cresciuta a 2.413 sentenze di nullità. Nel mondo, le nullità matrimoniali accertate dai tribunali canonici, con processo ordinario e documentale, nel 2012 sono state complessivamente 49.810”. Poi il vaticanista Ingrao afferma: “Il Papa ha ben presente la realtà della famiglia nel contesto metropolitano e sa perfettamente che nel concreto della pratica pastorale molti sacerdoti e molte parrocchie non rispettano più il divieto di dare la comunione ai divorziati risposati, ai conviventi e a coloro che si sono sposati solo civilmente. Quello che secondo la Familiaris Consortio è «uno scandalo» viene ormai compiuto da molti sacerdoti, senza fare troppa pubblicità. Così come quello che è il presupposto per dare la comunione: vale a dire assolvere normalmente in confessione anche conviventi e divorziati risposati”.

Che l'istituzione familiare sia in crisi non è notizia di adesso. Chi è cattolico e si sposa in Chiesa è sicuramente più responsabile di chi segue l'andazzo del mondo secolarizzato. Quindi, i dati numerici su matrimoni e dichiarazioni di nullità sono sicuramente veri. Invece, sull'ultima affermazione di Ingrao di sacerdoti che danno la comunione a tutti, divorziati/risposati, conviventi, ecc... sono dati che nessuno conosce dal punto di vista numerico. Probabilmente, sono pochi i sacerdoti che si prestano a dare la comunione a chi non è in grazia di Dio. In ogni caso, spetta all'autorità dei superiori, vigilare perché queste cose non accadano.
_______________________________
IL LIBRO DELLA SETTIMANA

EURO IN BILICO
Lo spettro del fallimento e gli
inganni della Finanza globale

di Bruno Amoroso
Catelvecchi Editore srl - € 12,00
Questo saggio rappresenta la migliore lettura di chi vuol comprendere i meccanismi che hanno portato gli Stati a cedere il controllo dell’economia ad una banda di strozzini che ci porterà alla rovina se non riusciremo a capire i loro nefasti intendimenti. Nel suo nuovo saggio, Amoroso, ci guida verso una lettura appropriata dell’attuale crisi economica occidentale. L’autore ci propone un’analisi storica, politica ed economica che trova le sue origini negli anni ’30 con la primi crisi economica statunitense. Proprio da tale periodo, e con maggior forza, successivamente al secondo conflitto mondiale, la finanza inizia la sua scalata verso il controllo dell’intera struttura economico-politica del pianeta. Pur incontrando diversi ostacoli – tra i quali l’impenetrabilità dell’area asiatica – riesce ad imporsi quale vera istituzione del Mondo Occidentale. L’autore definisce il sistema finanziario quale “…metastasi dei sistemi economici e delle nostre società…” (pag.51) e pone l’accento sulla gravità del suo sviluppo sempre più capillare che va ad intaccare tutti i settori “redditizi” dell’economia. Strumento utile alla speculazione risulta essere il modello economico predominante: la Globalizzazione. Con tale modello si rende possibile la destabilizzazione e la denaturazione del “locale” in favore del “globale” e della semplificazione del sistema. Ciò permette un più agevole assorbimento da parte della lobby finanziaria – una ristretta cerchia di multinazionali fondate sulla speculazione, il mercato della droga e il sempre redditizio mercato delle armi – dei risparmi della società occidentale in nome del maggiore profitto. Amoroso riporta alla nostra attenzione il motivo per cui fu concepito il denaro: semplificare gli scambi nella funzione economica. Merce-Denaro-Merce. E su come questa funzione si sia evoluta nel tempo sino ad arrivare all’attuale: Denaro-Denaro Che consente una speculazione sulla rendita e una restrizione dell’importanza del settore produttivo, a conseguenza del quale si ha il collasso della piccola e media impresa e dei mercati regionali. Ancor più interessante risulta l’analisi fatta da Amoroso sulla “necessità” del sistema finanziario di pilotare l’implementazione del progetto Unione Europea e della sua moneta unica. Tale realizzazione rientra nel progetto di “disarmo” delle Istituzioni locali (statali) dinanzi al processo di speculazione che avviene nei mercati finanziari. Il tutto riconducendo la crisi attuale da fallimento economico a grande successo della lobby della finanza globale. L’unica risposta che le istituzioni hanno dato all’avanzata di multinazionali come la Goldman Sachs è stato un “scendere a patti con il diavolo” – Trattato di Maastricht (1992) e Gruppo di Lisbona (1997) le principali, ma non uniche tappe che hanno ricondotto il sistema ad un cinico predatori vs prede dove queste ultime sono incarnate dai sistemi produttivi regionali, dalle piccole e medie imprese e, in fine, dai singoli risparmiatori d’Occidente. Il tutto viene agevolato dal controllo delle massime sfere istituzionali, mediante “soldati delle multinazionali” – per la Goldman Sachs due nomi su tutti: Mario Monti e Mario Draghi. In fine Amoroso ci indica quella che potrebbe essere una soluzione – reale e non utopica – volta ad arginare e debellare il cancro finanziario dall’economia globale: lo scenario programmatico che fonda il suo punto di forza sulla regionalizzazione delle economie e sulla rivalutazione delle teorie keynesiane.
_______________________________
LA MIGLIORE DELLA SETTIMANA

LA MAESTRA CONTINUA AD INSEGNARE






Vignetta di Giannelli - Corriere della Sera 8/12/14