Associazione
Cattolici Genovesi

 



















Indice generale
del sito




Collegamenti
a siti consigliati




Home


Mail

 
 
   

 
Christus Vincit


Cattolici Genovesi

Cercare la Verità - Conoscere la Verità - Difendere la Verità


 

Questo sito Internet dal titolo si può rilevare l'intento di affermare nel campo della comunicazione una voce cattolica chiara e forte su ogni argomento che quotidianamente si presenta.
Molti sono i temi che intendiamo affrontare con semplicità e chiarezza in modo da essere compresi da tutti coloro che intendono abitualmente avere contatti.
Noi ci rivolgiamo a tutti e speriamo di fare di questo sito non solo un modo per trasmettere informazioni, idee ma, desideriamo che coloro che troveranno il nostro modo di affrontare gli argomenti di loro gradimento ci facciano conoscere le loro opinioni, ci inviino se credono materiale che in ogni caso verrà esaminato e se ne terrà conto successivamente. Anche per coloro che volessero farci una critica, speriamo garbata, sempre nell'ambito delle nostre possibilità cercheremo di rispondere in qualche modo.
La nostra aspettativa è quella di creare le premesse per favorire la crescita di un punto di riferimento, dando non solo a chi collabora di far conoscere le proprie idee ma anche ad altri a partecipare alla formazione di un centro di opinione. La vastità degli argomenti affrontati ci permettono di dare un'idea precisa della nostra visione delle cose che è e che deve essere sempre cattolica.
Non abbiamo la pretesa di far la predica a nessuno, né pretendiamo di giudicare gli altri migliori o peggiori di noi, la cosa non ci interessa, ma sulle idee, sui comportamenti esprimiamo sempre la nostra valutazione.
Spesse volte nel dire la verità forse qualcuno può esserne dispiaciuto, non è nostra intenzione offendere nessuno, ma ciò che riteniamo giusto non deve essere taciuto.
Chi siamo ? Siamo cattolici senza nessun aggettivo. Le tante classificazioni di cattolici molte volte sono riduttive, spesso devianti ed a volte sicuramente errate, per questo le rifiutiamo.
Apprezziamo i progressi della scienza e della tecnica ma riteniamo che il mondo presente non sia dominato esattamente da una visione cristiana; anzi, dall'esatto contrario. Molte delle cose che ci vengono gabellate come progresso, diritti umani o diritti di libertà siano esattamente il contrario; regresso, licenza e schiavitù. Chi avrà pazienza di seguirci capirà presto a cosa ci stiamo riferendo.
Un'ultima cosa, vogliamo ancora dire, in quanto cattolici noi non abbiamo né complessi di colpa per la storia passata né riteniamo di dover ricorrere ad altre istituzioni civili o religiose per poter essere cattolici. Ricerchiamo la verità ma, i fondamenti li conosciamo già con certezza senza bisogno di rivolgere la nostra attenzione altrove. Siamo fedeli alla Santa Romana Chiesa perché crediamo a tutti i dogmi così come ci sono stati proposti, seguiamo i comandamenti ed i principi morali da sempre stabiliti.

Il sito si articola in vari comparti dove trovano opportuna collocazione i vari argomenti. Chiunque sia interessato a partecipare è invitato a contattare i responsabili dei vari settori.


COME VISITARE IL SITO
la cosa più spiacevole è perdere tempo e farlo perdere agli altri. Pertanto, il modo più veloce per vedere i contenuti è quello di esaminare per primo
L'INDICE GENERALE DEL SITO
Se troverete qualcosa di interessante, potrete poi entrare nei singoli settori.
Grazie per la scelta.
 

Rino Tartaglino           


 
 

___________________________________

(cultura)

Foglio per comunicazione ai soci
___________________________________
- 26/2/21
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________
- 26/2/21
(Politica - Economia - Costume)
____________________________________
- 27/2/21
(Politica - Economia - Costume)
__________________________________________
- 30/11/17
(Politica - Economia - Costume)
____________________________________________
- 1/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________________
- 2/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
____________________________________________
- 3/12/17
(Cultura - Scienza - Fede)
_____________________________________________

S. MESSA IN LATINO
(rito romano antico)

DOMENICHE E FESTE DI PRECETTO

ORE 9,30

CHIESA DI S. STEFANO
(sopra) Via XX Settembre - GENOVA - Tel. 010.58.71.83

ASS. UNA VOCE - GENOVA

___________________________________
_______________________________
- 15/12/17
(Devozioni e Preghiere)
_______________________________
- 16/12/17
(Devozioni e Preghiere)
___________________________________
- 19/12/17
(Progetto Europa)
___________________________________
- 27/12/17
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 6/1/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 11/1/18
(Politica - Economia - Costume)
___________________________________
- 6/1/18
(una voce)
___________________________________
- 15/1/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 1/2/18
(cultura scienza fede)
___________________________________
- 2/2/18
(Politica - Economia - Costume)
___________________________________
- 10/2/18
(Politica - Economia - Costume)
  • USA E RUSSIA: IL RIARMO NUCLEARE
    L'Europa agli europei
  • ___________________________________
    - 15/2/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________

    - 20/1/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 10/3/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________
    - 5/4/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________
    - 15/4/18
    (cultura scienza fede)
    ___________________________________

    - 20/7/2018
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 17/3/2018
    (Politica - Economia - Costume)

    ___________________________________

    - 25/4/2020
    (Politica - costume - società)

    ___________________________________

    - 25/1/2020
    (Politica - Economia - Costume)

    ___________________________________
    - 25/1/20
    (cultura scienza fede)
    _________________________________________
    - 14/11/20
    (cultura scienza fede)
    _________________________________________

    -14/11/20
    (Politica - Economia - Costume)

    _________________________________________
    - 10/1/21
    (una voce)
    ___________________________________


    _________________________________________

    5 Settembre 2021            Informazioni            N° 36
    _________________________________________
          Foglio di comunicazione interna
    www.cattolicigenovesi.org
    _________________________________________
    Gli uomini privi di speranza, quanto meno badano ai propri peccati tanto più si occupano di quelli altrui. Infatti cercano non che cosa correggere, ma che cosa biasimare.

    Sant'Agostino

    _________________________________________
    SANTI E BEATI

    Beato Francois-Joseph de La Rouchefoucauld – Festa 2 Settembre
    Francois-Joseph de La Rouchefoucauld-Bayers nacque ad Angoulême nel 1736. Era figlio di Messire Jean de La Rochefoucauld, signore di Maumont. Destinato dai genitori alla carriera ecclesiastica, divenne vescovo-conte di Beauvais. Rifiutò però la Costituzione civile del Clero, che prevedeva un giuramento di fedeltà allo stato, e guidò i sacerdoti della sua diocesi nella resistenza. Si rifugiò poi con suo fratello Pierre-Louis, vescovo di Saintes, dalla sorella badessa di Notre dame de Soissons. Ma la Rivoluzione Francese continuava ad infuriare ed essi furono scoperti. Francois-Joseph, incolpato d’intelligenza con il Comitato austriaco, fu arrestato il 13 agosto. Il 2 settembre 1792 avvenne il massacro di ben 95 martiri cristiani in odio alla loro fede, capeggiati dai due fratelli ed un altro vescovo, Jean-Marie du Lau d’Alleman. Francois-Joseph de La Rouchefoucauld-Maumont fu beatificato da Papa Pio XI il 17 ottobre 1926.
    ______________________________________________________________
    EDITORIALE
    LA PIRAMIDE DEL POTERE
    La nuova normalità è diventata consuetudine. Il potere globale ha bisogno del nostro consenso per poter portare avanti i suoi piani demoniaci. Proprio come avviene per l’accettazione della moneta emessa a debito dai banchieri usurai, utilizzata per schiavizzare i popoli attraverso il debito, e accettata supinamente grazie all’ignoranza indotta voluta dal sistema, allo stesso modo la nuova realtà, indotta attraverso la paura, anch’essa sta diventando nuova consuetudine grazie ad una recente forma di “convenzione sociale”. Piramide del potere – la gerarchia e gli ordini partono dall’alto La piramide del potere, nel suo insieme, molto sinteticamente, è formata in questo modo: all’apice ci sono quelle poche famiglie che governano il mondo e che rappresentano l’usurocrazia internazionale, a seguire vi sono gli organismi di potere sovranazionali, poi gli Stati con i loro governanti e in fine i popoli. In tanti sono coloro che non riescono a credere che il potere globale usurocratico, abbia la forza di imporre una dittatura a livello planetario. Chi pensa questo non ha idea di come funzioni il potere piramidale. Il sistema è semplicissimo. Non è necessario controllare tutti gli uomini che formano una società, bisogna solo mettere i propri uomini all’apice del comando di ogni piramide del potere. L’usurocrazia luciferina, asservita al dio mammona, ha creato e controlla tutti gli organismi sovranazionali del potere, come “il Gruppo Dei Trenta”, “il Bilderberg, “la Trilateral Commission”, “OMS”, “il WTO”, “Il Fondo Monetario Internazionale” le “Agenzie Stampa”e tanti altri. Le direttive dell’OMS ad esempio, in questo periodo di falsa pandemia, sono state recepite da tutti gli Stati membri che fanno parte della stessa organizzazione e chi non si è allineato alle loro politiche in qualche modo è stato punito. Il Fondo Monetario Internazionale, era arrivato ad offrire al presidente della Bielorussia Lukashenko 940 milioni di dollari per stimolarlo ad imporre il lockdown anche nel suo Paese, cosa che non ha fatto e addirittura, alcuni presidenti non allineati alle politiche globaliste, sono misteriosamente morti in qualche modo. Le piramidi del potere, ad un livello più basso, in seguito, si spostano verso gli Stati. Per rendere colonia un determinato Paese basta mettere i propri uomini a capo delle pseudo repubbliche e dei vari Governi che le gestiscono. In Italia è stato messo a governare il banchiere Draghi, un uomo che non è passato da nessun processo democratico e che fa parte dei maggiori gruppi di potere sovranazionali, come ad esempio il “Club Dei Trenta” . A questo punto anche il più disinformato dovrebbe capire che ci troviamo davanti ad un enorme conflitto di interessi. L’attuale capo del Governo a quale giuramento tiene fede? A quello fatto all’interno di quei gruppi di potere sovranazionali di cui fa parte, oppure a quello fatto sulla Repubblica Italiana e alla sua Costituzione? Personalmente non ho dubbi! In seguito, con lo stesso sistema, vengono collocati uomini chiave all’apice di ogni piramide del potere all’interno di uno Stato, rappresentati dai vari Ministeri: Sanità, Istruzione, Giustizia, Sviluppo Economico, Difesa, solo per citarne alcuni. Queste strutture di governo sono gestite da uomini che devono solo applicare punti programmatici decisi in altre stanze del potere. L’élite, a livello politico, alimenta e finanzia di proposito, la scalata al potere dei mediocri, oppure di gente che ha enormi scheletri negli armadi per essere meglio ricattabili. Quando questo non accade, il sistema sa come difendersi, prima ti minaccia e in seguito, se non ti allinei ai loro diktat, non esita ad eliminarti fisicamente. Il ruolo dei mass-media è fondamentale nella gestione del potere globale. Attraverso il loro utilizzo si è diffusa quella propaganda funzionale ad imporre la nuova realtà. L’èlite usurocratica controlla tutto il sistema mass-mediatico e dei “Social Network”. L’élite globale riesce a portare avanti i suoi piani diabolici grazie al principale strumento di dominio che detiene: la moneta debito emessa dal nulla. Con tale strumento sono in grado di pagare e comprare tutto e tutti, e per tale motivo, la battaglia per la conquista della Sovranità Monetaria da parte dei popoli rimane prioritaria. Togliere il potere di emissione monetaria ai banchieri privati è fondamentale per depotenziarli. La Sovranità Monetaria deve essere riconosciuta come IV potere costituzionale. Bisogna togliere loro il nostro consenso, questa è la forza che risiede in noi e per raggiungere tale obiettivo occorre il risveglio delle coscienze… “Solo la verità vi renderà liberi” (Gesù Cristo) “Lo Stato di diritto ha considerato nel proprio ordine costituzionale solo i tre poteri: legislativo, giurisdizionale ed esecutivo. Il quarto potere della sovranità monetaria se lo sono fagocitato, nel silenzio, le banche centrali, S.p.A con scopo di lucro… ecco perché dobbiamo completare la Rivoluzione Francese: la sovranità monetaria va attribuita allo Stato – come Quarto Potere Costituzionale – e tolta alla banca centrale. Non è più tollerabile che, in uno Stato di diritto, la funzione costituzionale della sovranità monetaria sia esercitata da una S.p.A. con scopo di lucro…” ( Prof. Giacinto Auriti)

    Cosimo Massaro


    _______________________________

    ILLUSTRAZIONE: La piramide del potere: il potere è tutto concentrato nel vertice che gode di privilegi e profitti. Il popolo che è lontano dal vertice non possiede nulla ed ha appena limitati mezzi di sussistenza.
    _______________________________


    CATTOLICO ADULTO: CATTOLICO IN PRIVATO (FORSE) E IN POLITICA ANTI CATTOLICO (QUASI SEMPRE)

    Le molte leggi che sono state varate in Italia che hanno contribuito ha scardinare i caposaldi della morale cattolica, hanno visto la collaborazione e volte la partecipazione o semplicemente l’accondiscendenza dei cattolici della politica. L’introduzione del divorzio il cui vero scopo è la distruzione del matrimonio, l’approvazione dell’aborto che introduce l’omicidio nella nostra legislazione, la legge sulle unioni civili che hanno lo scopo di rendere superfluo il matrimonio; hanno avuto il sostegno, l’approvazione o semplicemente l’indifferenza di certi cattolici. In pratica non hanno fatto niente contro. Spesso militano in quei partiti che sostenevano l’aborto e il divorzio. Il caso che ha dato il nome a questa categoria di cattolici deriva dalla definizione che ha dato di sé stesso Romano Prodi quando disse di essere un cattolico adulto e pertanto sarebbe andato a votare nel caso del referendum sulla legge 40 sulla fecondazione assistita quando la Chiesa aveva deciso di affossare il referendum invitando gli italiani a non andare a votare. Altro caso, ci riferiamo a Matteo Renzi che, a favore delle unioni civili e sedicente cattolico, non ebbe vergogna ad esplicitare quali fossero le sue priorità: "Io sono cattolico, ma ho giurato sulla Costituzione e non sul Vangelo". E ancora il segretario del Pd, Enrico Letta che astiene da cattolico tutte le norme anticattoliche del suo partito compresa la teoria del gender. Il mite Mattarella che firma la legge sulle unioni civili senza neppure fare un appunto sul vero scopo di questa legge. Dagli Usa abbiamo la figura del sedicente cattolico Joe Biden il quale riesce a tenere insieme il comando di non uccidere con il placet all'aborto e sovrascrivere sulla pagina della Bibbia in cui si narra che Dio "li creò maschio e femmina". Il cattolico adulto è quell’individuo che nella migliore delle ipotesi è cattolico fra le quattro mura domestiche ma fuori e specialmente in parlamento non segue né la Chiesa e neppure la morale cattolica. Quindi è persona incoerente della quale non ci si può fidare. Purtroppo la Chiesa, visto che l’argomento è di stretta competenza dovrebbe dire qualcosa. Solo negli Usa qualche vescovo ha negato la comunione ai sostenitori dell’aborto come nel caso del presidente Biden. Di cattolici incoerenti non abbiamo bisogno; infatti, non dobbiamo votarli.
    ____________________________

    ILLUSTRAZIONE: Quattro campioni del cattolicesimo adulto
    _______________________________________________


    30/8 - ATTACCO A KABUL: Il presidente americano lo aveva annunciato: quello di sabato non è stato l’ultimo. E così è stato . Ieri pomeriggio un drone americano ha sganciato un missile su un veicolo “con diversi attentatori a bordo, che rappresentava una minaccia imminente per un nuovo attentato” ha spiegato il Comando centrale degli Usa.. nell’attacco sono morti tutti gli attentatori e per l’esplosione che ne è seguita sono morte altre dieci persone inermi di una famiglia nella quale vi erano sette bambini. Non risultano proteste da parte dei comandi talebani, per questa azione di bombardamento. Il New York Times titola: “E’ finita l’occupazione dell’Afghanistan” Tuttavia, il comando americano annuncia che continuerà con azioni a distanza per evitare che ‘Afghanistan diventi un covo di terroristi pronti a colpire gli interessi americani”.
    Abbiamo il fondato sospetto che con gli accordi di Doha non sia stato soltanto la volontà di ritiro degli Usa dall’Afghanistan ma anche una sorta di capovolgimento delle alleanze. Gli americani da nemici diventano alleati dei talebani e continuano ad operare con contractor e droni contro i terroristi dell’Isis Khorasan che prima appoggiavano contro i talebani; ma, adesso, l’isis in Afghanistan è il nuovo nemico. La partita afghana non è finita, anzi comincia adesso e gli americani sono ancora in partita.
    _______________________________________________
    30/8 - PROTOCOLLO ANTI COVID: L'università di Trieste ha stabilito che tutti gli studenti devono avere il certificato verde anche per gli esami da casa.
    E' un caso di virusfobia, patologia nuova di chi teme il contagio a distanza. Di solito colpisce persone che on hanno il senso del ridicolo.

    30/8 - LETTA SI PRESENTA CANDIDATO SENZA IL SIMBOLO DEL PD: Alle prossime elezioni suppletive, Enrico Letta spera di farsi eleggere senza il simbolo del Pd di cui è segretario.
    Si vede che letta pensa di prendere più voti se chi lo vota non sa che cosa ha fatto come segretario di quel partito.
    ________________________________

    31/8 - LEGGE CONTRO L’ABORTO: Il Parlamento dello Stato del Texas, nel maggio scorso ha varato una legge che proibisce l’interruzione di gravidanza quando si percepisce il battito cardiaco. In pratica alla sesta settimana già si percepisce il battito cardiaco e poiché, quasi nessun aborto avviene prima di questo tempo, si registra un forte calo di queste interruzioni di gravidanza. Vi è stato un ricorso degli abortisti alla Corte suprema che ha deciso di non bloccare la nuova legge texana. Joe Biden e tutto il gotha del Partito Democratico e dell’industria abortista americana non l’hanno presa bene. La decisione della Corte Suprema (5-4) di non bloccare la nuova legge texana. Il presidente degli Stati Uniti ha definito il verdetto della Corte un «assalto senza precedenti» all’aborto e ha annunciato che farà di tutto per annullare gli effetti della legge approvata dal parlamento del Texas a maggio di quest’anno e già in vigore. La legge texana richiede che ogni esecutore di aborti verifichi la presenza del battito del cuore prima di procedere all’uccisione del bambino in grembo. Se si riscontra il battito, l’aborto non è appunto consentito, tranne in circostanze eccezionali (non stupro e incesto) come il pericolo di vita per la madre. Sono già una quindicina gli Stati che hanno approvato negli ultimi anni leggi di questo tenore, ma a differenza degli heartbeat bills precedenti, bloccati dalle varie corti federali, la normativa texana è la prima ad essere entrata in vigore. La Corte Suprema composta da una maggioranza di conservatori ha votato per il mantenimento della Legge texana che limita l’aborto
    Dopo la famosa sentenza Roe vs Wade che ha introdotto nella legislazione americana l'aborto, la legge texana è la prima legge che limita seriamente la pratica dell'aborto.
    _______________________________
    31/8 - GIUDICE; Sì AL CAMBIO SESSO: Sentenza a Lucca; il giudice autorizza il cambio di generalità ad un ragazzino perché si sente donna.
    Queste sentenze che per adesso sono invenzioni di giudici; ma anche se fossero derivate da norme giuridiche sono delle assurdità. Ognuno può avere tutte le percezioni che gli vengono in mente ma la realtà non cambia. I rapporti umani devono basarsi sull'oggettività dei fatti. La società e gli altri individui non possono regolare i loro rapporti su una percezione che nega la realtà.

    31/8 - ESERCITO EUROPEO: Da varie parti, dopo la figuraccia del ritiro dall'Afghanistan si invoca la costituzione di un sistema di difesa europeo.
    Prima bisogna fare gli europei e poi si fa l'esercito europeo. Poi bisogna convincere gli americani a darci il permesso. Per adesso preferiscono avere degli alleati europei deboli e controllati attraverso la Nato. Per capire quanto noi europei contiamo ; basta vedere come sono state condotte le trattative con i talebani per il ritiro dall'Afghanistan. Noi europei siamo stati esclusi, perché la nostra opinione non conta.
    ________________________________

    1/9 - IL NUMERO DEI MORTI: Morti con il Covid o per il Covid? Il numero dei decessi reali dovuti a questo virus probabilmente non si saprà mai, così come la sua effettiva letalità. Tuttavia numerosi dubbi sono stati sollevati da personaggi autorevoli in merito alle modalità di conteggio utilizzate, che potrebbero aver gonfiato i dati. L’ultima voce in questo senso è arrivata dalla Germania. Si tratta del Professor Bertram Haussler, medico e docente all’Università di Berlino nonché Presidente del centro di ricerca sanitario IGES. Haussler è stato recentemente intervistato dal noto quotidiano tedesco Die Welt proprio sulla questione del conteggio dei decessi dovuti al Covid. “Il Coronavirus probabilmente non è la causa della morte nell’80% dei decessi ufficiali registrati come Covid”, così titola il giornale tedesco riassumendo quella che è la posizione dell’accademico. Una rivelazione decisamente sconvolgente e che metterebbe così in crisi l’intero impianto su cui sono state prese scelte di politica sanitaria decisamente invasive. Nell’intervista Haussler spiega in maniera approfondita le sue ragioni. Sono stati segnalati più decessi di quelli effettivamente dovuti al Coronavirus. Abbiamo infatti scoperto che in un buon 80 per cento dei decessi ufficiali registrati per Covid segnalati dall’inizio di luglio, l’infezione risaliva a più di cinque settimane prima e si deve quindi presumere che il coronavirus non sia stato la vera causa della morte. Secondo il docente i sanitari tedeschi avrebbero quindi molte volte conteggiato tra i morti di Covid anche persone che avevano contratto la malattia più di cinque settimane prima e il cui decesso sarebbe stato quindi ormai impossibile imputare a questo virus.
    Uno dei motivi della mancata credibilità vero i governanti in merito alla gestione della pandemia sono i numeri gonfiati ad uso delle scelte politiche che si intende mettere in opera.
    ________________________________
    1/9 - CINA; LEGGE PER LA SCHEDATURA DI GAY E TRANS: I giornali italiani riportano la notizia deplorando questa normativa. In Cina si cerca di evitare che vi siano aggregazioni di individui che domani possono diventare contrarie al regime comunista.
    In Italia non si schedano i gay ma i no vaxperché privi del certificato verde.

    1/9 - CONTRIBUTI AI SI VAX: Il Gimbe di Cartabellotta dice di prendere soldi da tutti i produttori di vaccini anti covid.
    Questo è un palese conflitto d'interessi. Cartabellotta, in ogni caso, non potrà mai diventare un no vax.
    ________________________________

    2/9 - FALSE NOTIZIE: Prosegue da parte di istituzioni e media mainstream la caccia alle cosiddette fake news su Covid e vaccini. La narrazione è questa: sui social network e su internet si diffonderebbero alla velocità della luce notizie false o non attendibili sul virus e sulla campagna di vaccinazione. Per questo dovrebbero essere smentite. Lotta alle fake news che ha visto addirittura la realizzazione di una enciclopedia contro le bufale sia da parte del Ministero della Salute che da parte dell'Istituto Superiore di Sanità. Se le notizie false sono diffuse dalla gente qualunque contano poco anche se creano confusione; il problema è che le notizie false siano diffuse dalle autorità perché servono a coprire errori spesso clamorosi o ad ingannare la gente su qualcosa che le autorità intendono fare ma che non possono dire in maniera palese. Diamo conto qui di seguito di alcune notizie false diffuse dal ministero o dai cosiddetti esperti. Ministero della Salute il 7 febbraio 2020, dove il contagio da Covid veniva descritto come "non affatto facile". Solo quattordici giorni dopo questo spot, veniva riscontrato il famoso caso Covid di Codogno, da cui sarebbe seguita a ruota la scoperta di un contagio già largamente diffuso nel nord Italia. Il febbraio 2020 oltre ad essere ricordato come il mese del contagio italiano di Covid, dovrebbe essere anche memorizzato come il periodo più fertile di fake news da parte di virologi e giornalisti mainstream. Come non dimenticare l'uscita di Roberto Burioni in prima serata su Rai 3, [nella trasmissione di Fabio Fazio] datata 10 febbraio 2020: "In Italia siamo tranquilli, il virus non c'è. Stesso mese, stesso virus, stesso messaggio con il giornalista Andrea Scanzi, che durante una diretta Facebook del 25 febbraio 2020 paragonava il Covid ad una banale influenza. La fondazione Kessler nell'aprile 2021, aveva infatti previsto uno scenario di 1300 morti al giorno per luglio 2021, a causa delle riaperture. Decessi giornalieri che invece a luglio non hanno mai superato quota 30. Notizie discutibili sono arrivate anche dai livelli più alti istituzionali. Come quando il Presidente della Repubblica italiana, il giorno della nomina di Mario Draghi a Palazzo Chigi, tra le motivazioni di quella scelta aveva detto che "nei Paesi dove si sono svolte le elezioni si è registrato un grave aumento dei contagi". Elezioni svolte il Portogallo, Albania, Bulgaria non hanno registrato maggiori contagi. La dichiarazione di Draghi: “Chi non si vaccina muore e fa morire”. Affermazione come fosse un dato certo. Più che una notizia falsa è una minaccia per chi non si vaccina. Infine l’introduzione del certificato verde introdotto per garantire sicurezza quando il vero scopo è costringere i renitenti a vaccinarsi.
    Quando di un evento si appropria la politica le notizie false i moltiplicano ed a fare più male sono quelle che derivano dalle autorità
    ________________________________
    2/9 - DE LUCA DEMOLISCE IL DDL ZAN: Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca va alla Festa dell'Unità di Bologna e imprevedibile come al solito, con un lessico al tungsteno di Craxi, l'irruenza di Bud Spencer, le battute di Totò, ha fatto esplodere la bomba in faccia al Pd. "Quando sento parlare dirigenti nazionali , dopo 30 secondi cambio canale, non ce la faccio più mi viene l'angoscia, son anime morte". (..)A proposito del ddl Zan : "Io non l'avrei votato. Pensare che alle elementari facciano la giornata di riflessione sull'omofobia? Ma andate al diavolo".
    De Luca, con un linguaggio pittoresco ha detto quello che pensa della crisi del Pd.

    2/9 - L'ESPERTO DEL MINISTERO: Valter Ricciardi dall'alto delle sue certezze dichiara: "La variante Delta uccide i bimbi". Implicito che si devono vaccinare.
    Vorremmo sapere come li ha contati i bimbi morti se non risulta da nessuna statistica che vi siano questi decessi. Le stesse parole sarebbero comprensibili se fossero dette da un piazzista delle imprese farmaceutiche. Un esperto consigliere del ministero dovrebbe essere più cauto prima di dire notizie false.
    ________________________________

    3/9 - MAI PENSATO A DIMETTERMI: In una intervista concessa a Carlos Herrera della radio spagnola Cope, il Papa smentisce le ricostruzioni sulla sua rinuncia. Le dimissioni che qualcuno dava quasi per certe, in relazione alle sue condizioni di salute sono chiaramente smentite. “Non ho mai pensato di dimettermi”. “Ogni volta che un Papa è malato”. Ha chiosato Bergoglio, “c’è sempre una brezza o un uragano di Conclave”, un vento che si è intensificato negli ultimi tempi. Un discorso che si fa complesso perché è opinione diffusa che il pontificato di Francesco sia in una fase di tramonto, squassato da beghe e dalle profonde spaccature che animano la Chiesa, e si ode armeggiare di cardinali intenti ad organizzare battaglia in vista del futuro. Per quanto riguarda il processo al cardinale Becciu il papa ha avuto parole affettuose e si augura che sia innocente. Per quanto riguarda gli accordi con Pechino il Papa ha detto che va avanti, “Si possono fare errori ma il dialogo è la via da seguire”. Per il Congresso eucaristico, il 12 ettembre il Papa andrà in Ungheria ma ha detto che non sa se incontrerà Orban. Si sa che a Francesco non piacciono i populisti. Il Papa coglie l’occasione per condannare l’eutanasia. “Non è lecito assumere un sicario per eliminare una vita umana”. Infine per la questione dell’affossamento del motu proprio dei Benedetto XVI che nel 2007 ridava cittadinanza alla cosiddetta messa in latino, Francesco con un altro motu proprio ha fatto macchina indietro rimettendo la possibilità di celebrare secondo il messale del 1962 all’autorizzazione del vescovo, ebbene secondo il Papa “una cosa pastorale” è stata trasformata in una ideologia.
    Il Papa dice che non ha mai avuto intenzione di dimettersi; ma anche se fosse vero il contrario non era conveniente dirlo. Quanto al motu proprio di Francesco è molto di più che una questione pastorale ma contro la Messa che ha origine nei tempi apostolici.
    ________________________________
    3/9 - ESTENDERE IL GREEN PASS: Il governo Draghi intende estendere a tutti i luoghi di lavoro il discusso certificato verde. In Commissione arriva l'approvazione ai test salivari come mezzo per ottenere la carta verde.
    Il certificato verde o green pass ha lo scopo di obbligare tutti a vaccinarsi; ma se restano fuori pensionati e casalinghe non riusciranno a vaccinare il 100%

    3/9 - CONTRO LA DIFESA DELLA VITA: Veto dell'ateneo inglese sul prete scelto dalla sua diocesi per i suoi messaggi sui social in difesa della vita contro eutanasia e aborto. L'università di Harvard (Usa) affida il servizio religioso a un ateo. In Norvegia è vietata la lettura della Bibbia nelle scuole.
    Pur di combattere il cristianesimo i massoni sono disposti a fare qualunque cosa anche a prendere decisioni assurde come affidare il servizio religioso ad un ateo.
    ________________________________

    4/9 - DON BUX, LA CHIESA AL BIVIO: Il libro “Salute o salvezza. La chiesa al bivio” è un inno all’amore per la Chiesa Cattolica. Don Nicola Bux, consultore (in più materie, inclusa quella liturgica) di Giovanni Paolo II e Benedetto XVI. E sul libro risponde ad alcune domande su argomenti importanti. Il prof. Ettore Gotti Tedeschi ne fa una breve recensione mettendo l’attenzione solo su un paio di citazioni di don Nicola Bux. La prima sulla Comunione in mano, che fu permessa da Paolo VI quale indulto, ma ora è divenuta regola generale giustificata dal fatto che il Signore nell’Ultima Cena abbia dato la Comunione in mano agli Apostoli. Al contrario, spiega don Nicola, proprio le parole dette da Gesù riferite a Giuda spiegano che era uso semitico mettere in bocca ciò che era ritenuto prelibato. Dice Gesù spiegando chi fosse il traditore: “E’ quello a cui darò il boccone di pane intinto”. Alla domando sul contrasto tra le dichiarazioni di Abu Dhabi e Dominus Iesus, don Nicola risponde citando Paolo VI (da Jean Guitton, Paolo VI segreto, Ed. San Paolo 1985): “All’interno del cattolicesimo sembra talvolta predominare un pensiero non-cattolico, e può avvenire che questo pensiero non cattolico all’interno del cattolicesimo diventi domani più forte. Ma esso non rappresenterà MAI il pensiero della Chiesa”. Conclude con una citazione di San Giovanni Paolo II, ricordata da don Nicola Bux: “ è la fede che abbatte i muri “. E’ sempre anche la fede che costruisce i ponti, non sono le utopie a farli.
    Il teologo Don Nicola Bux spiega i vari argomenti alla luce della dottrina e della tradizione.
    ________________________________
    4/9 - VACCINARE I GIOVANI: Mentre il governo italiano ha stabilito la vaccinazione dei giovani al di sopra dei 12 anni, la Gran Bretagna dice no alle iniezioni tra i 12 e i 15 anni perché si ritiene che i rischi di danni siano superiori agli scarsi e poco probabili vantaggi.
    Come al solito i nostri politici se c'è qualcosa di inutile da fare vogliono essere i primi della fila. Tipico comportamento del domestico che vuol ricevere il plauso del padrone.

    4/9 - RITORNO DEI CLANDESTINI: Individui già espulsi sono stati fermati a Lampedusa mentre con la massima tranquillità passeggiavano lungo la spiaggia.
    Questa è l'ennesima prova che i nostri governanti sono incapaci a fermare l'arrivo dei migranti.
    ________________________________
    CON MARIO DRAGHI
    UN CONTO LO PAGHI

    Se la destra è vincente
    non si può votare niente.
    Questo pensa Mattarella
    “Io fo una cosa bella”.
    Chiamo dunque Supermario
    è un banchiere straordinario,
    suggerito dalla finanza
    lui governa con baldanza.
    Deve poi sanare il bilancio,
    del virus fermar lo slancio.
    Mario Draghi è premiato
    primo ministro incaricato.
    I partiti sono frastornati
    finiscono tutti arruolati.
    Tranne la Giorgia Meloni
    che fa solo opposizioni.
    Supermario il salvatore
    viene accolto con favore.
    Cosa voglion gli italiani?
    Meno tasse già domani,
    poi dal virus liberati
    ed i pass cancellati.
    Se ascolta il popolino
    siamo salvi da vicino,
    ma se segue la finanza
    sono solo mal di panza.

    ______________________________

    5/9 - MATTARELLA CONTRO I NO VAX: Il discorso del Presidente Mattarella all’università di Pavia di oggi inquieta, sia per le cose inesatte che ha espresso, sia perché ha fatto propria fin nei minimi termini la versione che il potere ha deciso di diffondere sulla vaccinazione, sia infine per la violenza discriminatoria di cui ha fatto oggetto i cittadini che - responsabilmente, prudenzialmente, coscientemente - decidono di non farsi vaccinare. Mattarella ha considerato queste persone come una “massa” di irresponsabili, per definizione, respingendo le loro argomentazioni escludendo a priori il diritto alla libertà. Mentre li ha accusati di limitare le libertà altrui ben sapendo che anche i vaccinati non sono liberi e che, comunque, i vincoli ai diritti più elementari - dall'istruzione alle cure sanitarie, dalla cultura agli spostamenti - sono perpetrati dalla Repubblica proprio nei confronti dei cittadini “nemici” non vaccinati, in contrasto con la sua stessa Carta costituzionale. Infine, Mattarella ha presentato quei cittadini come il “nemico” perché si sono macchiati del delitto di “resistenza”, I cittadini contro cui Mattarella si è scagliato - i “nemici” - sono da lui accusati di non far ripartire l’economia. Ma l’economia è stata messa in blocco dai lockdown non necessari imposti dal potere politico. Più il potere si irrigidisce in forme autoritarie e autoreferenziali e più ha bisogno di individuare un nemico. Letterariamente George Orwell ci ha parlato dei “Due Minuti dell'Odio”. Lo storico Ernst Nolte ci ha a sua volta insegnato che ogni regime autoritario deve creare una “attribuzione collettiva di colpa” come quella del Terrore parigino contro gli “accaparratori” o quello nazista contro gli ebrei.
    Senz’altro dietro un intervento così pesante di Mattarella ci saranno motivi politici. Sostenere il governo Draghi. Sta di fatto che le persone veramente responsabili dalle arroganti e irrispettose parole di Mattarella dovrebbero essere più che altro confermate a continuare la resistenza e la dissidenza. Quando il potere parla in questi termini rende gli oppositori sicuri di essere nel giusto.
    ______________________________
    5/9 - LE FOIBE: A sinistra vi sono ancora soggetti che negano o minimizzano le vittime dei comunisti titini gettati nelle foibe. Il prof. Tomaso Montanariha definito la giornata del Ricordo per i Martiri delle foibe "il più clamoroso successo" d'una "falsificazione storica revisionista". Questa affermazione ha fatto scoppiare una polemica che ha visto interessati i rappresentanti dei profughi italiani giuliano-dalmati. Il presidente della Fondazione Spirito, Giuseppe Parlato ha indicato in almeno 5.000 le vittime infoibate dai comunisti titini solo perché italiani.
    Negare la realtà rende meno credibili i comunisti anche quando parlano d'altro.

    5/9 - GENOA IN VENDITA: La più antica squadra di calcio italiana, salvo imprevisti a partire dal 14 settembre sarà ufficializzata la cessione al Fondo americano 777 Partners.
    Se qualche genoano ha qualche reminiscenza storica della sua squadra rimarrà senza dubbio deluso.
    _______________________________

    ANNOTAZIONI
    LA GUERRA DEL GREEN PASS

    Se non fosse che dietro tutti questi scontri sull’argomento vi sono el nostre vite e la nostra libertà diremmo che facciano parte della commedia dell’arte. Le divergenze sono sorte quando si è voluto imporre le vaccinazioni come obbligo. Con conseguenza per i non vaccinati una serie crescente di restrizioni ed obblighi. La gestione di quella che chiamano pandemia attuata dal nostro governo ha rispecchiato in tutto la volontà dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). L’Oms è un istituto internazionale che riceve contributi dagli Stati ma anche, in conflitto di interessi dalle aziende farmaceutiche; così come gli altri enti controllori Ema, Aifa. I controllori che ricevono contributi dai controllati sono già un motivo di sospetto.Tutto l’apparato sanitario a livello mondiale non potrà mai andare contro gli interessi delle imprese farmaceutiche. L’Italia essendo un Paese a sovranità limitata e il sistema sanitario una costola di quel potere economico-finanziario internazionale non intende disubbidire alle disposizioni che vengono da questo centro di potere. Poiché le imprese farmaceutiche hanno fiutato l’affare nella produzione e somministrazione dei vaccini si è dovuto preparare il terreno per far accettare questa decisione. Prima cosa è spaventare la gente facendo credere che questa infezione è forse la più grave di tutti i tempi. Le televisioni tutto il giorno martellano sui gusti prodotti dal virus. Così la gente comincia a meditare sul rischio di morire. Chiudere tutto dopo aver fatto vedere come finiscono i morti ricoverati a Bergamo. Niente autopsie, lugubre file di camion militari per portare le vittime alla cremazione. I parenti non hanno nemmeno potuto vedere i loro cari un’ultima volta. Inoltre, per obbligare tutti alla vaccinazione si è dovuto nascondere che non vi fossero altre terapie efficaci per combattere il virus. Il solo protocollo consentito dal ministero per le cure domiciliari che ancor non è cambiato prevede tachipirina e vigile attesa. In pratica non curando i pazienti il numero delle morti è aumentato. Poi arrivano i vaccini. Comincia subito la tensione per accaparrarsi le dosi. Si stabiliscono fasce d’età con la precedenza nella vaccinazione e qui si verifica che alcuni pur di farsi vaccinare prima saltano la fila. E da subito si inizia la narrazione sulla efficacia del vaccino e sulla necessità di vaccinarsi. Col governo Draghi si nomina il generale Paolo Francesco Figliuolo Commissario per la vaccinazione che essendo esperto di logistica riesce con buon successo ad incrementare il numero di vaccinati giornaliero tanto di pensare che ad ottobre avremo l’80% di vaccinati. Il vaccino avrebbe una efficacia solo per 8 o 9 mesi e nello stesso tempo non garantisce al vaccinato di non essere contagiato e a sua volta di contagiare. Inoltre, con le vaccinazioni durante i contagi si rischia di creare varianti dalle quali non è prevedibile la fine dell’emergenza. Secondo gli interessi delle imprese farmaceutiche è bene che si vaccinino tutti e il governo vuole perseguire questa strada. Si estende l’obbligo ad altre categorie, da alcuni mesi si è formata una opinione contraria a questi obblighi e settimanalmente in tante città si verificano manifestazioni contro queste limitazioni e contro l’obbligo dei vaccini. Il green pass non ha alcuna validità sanitaria ma è stato introdotto per obbligare i riottosi a vaccinarsi, Lo stesso dicasi dei tamponi ogni due giorni a pagamento hanno lo stesso scopo obbligare a chi non l’ha fatto a farsi vaccinare. Le protete di piazza aumentano anche perché quelli che impropriamente vengono definiti no vax ricevono insulti di ogni genere compresa l’accusa di essere dei criminali. L’introduzione del green pass è servito a dividere la popolazione in due categorie i buoni che si sono vaccinati da un parte e i cattivi no vax che sono responsabili di tutto quanto succederà in termini di morte e contagi. Questa narrativa voluta dal governo e principalmente dalla sinistra è sostenuta dai mezzi di informazione di regime è palesemente non vera ma ha lo scopo di costringere la gente a vaccinarsi. Tanto accanimento da parte degli attivisti pro vaccini corrisponde bene alla mentalità del servo che ubbidisce al padrone e non tollera che altri non si sottomettano alla stessa regola che è stata accettata dai si vax. Questo tipo di atteggiamento è quando i no vax sono definiti dei parassiti perché sperano che i vaccinati siano tanti altri da non doversi far vaccinare.
    _____________________________________

    IL LIBRO DELLA SETTIMANA

    LA MIA VITA
    + Il libro della
    misericordia di Dio


    di Teresa di Gesù
    Ed. OCD - € 26,50

    I curatori di questa edizione della vita di Teresa d’Avila ci dicono: “I sogni si realizzano! Avevamo un sogno: poter tenere tra le mani una nuova traduzione della ‘Vita’ di santa Teresa che fosse più fruibile dagli uomini e dalle donne di oggi, riscoprendo Teresa come era all’origine, ripulita dalle inevitabili incrostazioni che la storia aveva aggiunto”. “La pubblicazione, per i tipi delle Edizioni Ocd, ha chiesto un lungo periodo di ricerca e di lavoro. “Insieme abbiamo voluto provare a ridare voce, a cinquecento anni di distanza e nei tempi sofferti che viviamo, a questa donna libera e indomita, appassionata della vita, della verità e dell’amicizia, che ha patito e attraversato sofferenze e restrizioni di ogni genere, nel corpo e nello spirito, ma è riuscita a trasfigurarle”. Tutti i tempi sono duri. Ci sono limiti e limitazioni, lutti e sofferenze, incomprensioni e giudizi, ingiustizia e prevaricazione, solitudine e precarietà. Tutte cose che ci fanno dire: “che tempi duri che viviamo!”. Lo sono al punto da essere invivibili? Anche Teresa di Gesù (1515-1582) definisce la sua epoca allo stesso modo: “tiempos recios”. Eppure ha incontrato Qualcuno che le consente di dire che, per quanto questi tempi siano duri, non è vero che sono invivibili. In sintonia con questa scoperta, muove passi tali per cui sperimenta che questi tempi duri sono luoghi in cui fare incontri sorprendenti, prima di tutto con Dio. Il Dio che incontra ha il volto bellissimo e indescrivibile di Gesù, ma anche il suo corpo straziato e lacerato. Egli fa suo tutto il travaglio della creazione, prendendo su di sé tutta la bruttezza del mondo e portandola fino all’esito inedito della risurrezione. E dentro questo incontro Teresa ritrova tutti gli incontri: con i suoi amici e i suoi nemici. Invece di essere paralizzata da tanto paradosso, fa dei passi e si avventura nel cammino. Lei, che a un certo punto si era ritrovata totalmente paralizzata nel corpo, scopre che quel corpo può agire e mettersi in gioco nel cammino dell’amore, e può farlo con tanta efficacia da diventare capace di dare vita a una nuova comunità, che sarà la prima di altre sedici. Importante conoscere il suo percorso spirituale che Teresa D’Avila paragona la nostra anima – dove abita Dio – a un castello. Le prime dimore corrispondono all’ingresso nella vita spirituale e sono il fondamento di tutto quel che va a seguire.
    La prima stanza è il portico dell’ingresso nella vita spirituale. Le varchiamo quando ci decidiamo a cercare Dio in noi, a fondarci su lui, perché per santa Teresa d’Avila la peggiore delle miserie è vivere senza Dio,
    La seconda stanza riguarda la purificazione della nostra relazione col mondo. L’arma da utilizzare, per arrivarci, è la fede in Cristo e l’affidamento a lui, nostro liberatore (cf. Gal 5,1).
    La terza stanza riguarda l’illuminazione del rapporto con sé stessi. Si corre il rischio di essere come quel giovane ricco che comincia bene ma che alla fine se ne va sconsolato. La posta delle ultime stanze è il riuscire a riconoscersi come «un servo qualunque» che riceve tutto da Dio.
    La quarta stanza riguarda l’approfondimento del nostro rapporto con Dio. Una grande pace s’instaura progressivamente nelle profondità dell’anima. La fiducia, l’umiltà e la riconoscenza sono delle realtà che vengono vissute sempre più profondamente.
    L’ingresso nella quinta stanza si considera meno la nostra vita come un cammino verso Dio ma sperimentiamo che Dio vive in noi, come dice la parola di san Paolo: «Non sono più io che vivo, è Cristo a vivere in me» (Gal 2,20). Il desiderio di amare è più vivo.
    La sesta stanza è quella del “fidanzamento spirituale”: c’è un’alternanza di sofferenze legate al sentimento dell’assenza di Dio e di esperienze molto profonde della presenza di Cristo.
    La settima stanza, infine, è il punto di perfezionamento segnato dall’unione con Dio nel “matrimonio spirituale”. Il matrimonio spirituale fu accordato a Teresa d’Avila il 18 novembre 1572. L’unione con Dio è una partecipazione profonda al desiderio di Dio di salvare tutti gli uomini. Attraverso il matrimonio spirituale tutto è trasformato e si riceve un nuovo desiderio di vivere assumendo la nostra condizione e i nostri impegni terreni in maniera ancora più concreta, senza alcuna fuga dal reale.
    _____________________________________


    ULTIMA ORA: IL QUOTIDIANO DEL POPOLO in lingua italiana. Xi Jinping propugna una collaborazione con i giallorossi e ci invia il suo quotidiano nella nostra lingua. Il primo inserto riguarda "La bella vita nello Xingijang". Dei campi di concentramento per islamici non se ne parla.
    _______________________________






    LA MIGLIORE DELLA SETTIMANA
    QUALCHE VOLTA IL GREEN PASS DEGLI ALTRI SERVE



















    Vignetta di Giannelli - Corriere della Sera - 31/8/21