Associazione
Cattolici Genovesi

 



















Indice generale
del sito




Collegamenti
a siti consigliati




Home


Mail

 
 
   

 
Christus Vincit


Cattolici Genovesi

Cercare la Verità - Conoscere la Verità - Difendere la Verità


 

Questo sito Internet dal titolo si può rilevare l'intento di affermare nel campo della comunicazione una voce cattolica chiara e forte su ogni argomento che quotidianamente si presenta.
Molti sono i temi che intendiamo affrontare con semplicità e chiarezza in modo da essere compresi da tutti coloro che intendono abitualmente avere contatti.
Noi ci rivolgiamo a tutti e speriamo di fare di questo sito non solo un modo per trasmettere informazioni, idee ma, desideriamo che coloro che troveranno il nostro modo di affrontare gli argomenti di loro gradimento ci facciano conoscere le loro opinioni, ci inviino se credono materiale che in ogni caso verrà esaminato e se ne terrà conto successivamente. Anche per coloro che volessero farci una critica, speriamo garbata, sempre nell'ambito delle nostre possibilità cercheremo di rispondere in qualche modo.
La nostra aspettativa è quella di creare le premesse per favorire la crescita di un punto di riferimento, dando non solo a chi collabora di far conoscere le proprie idee ma anche ad altri a partecipare alla formazione di un centro di opinione. La vastità degli argomenti affrontati ci permettono di dare un'idea precisa della nostra visione delle cose che è e che deve essere sempre cattolica.
Non abbiamo la pretesa di far la predica a nessuno, né pretendiamo di giudicare gli altri migliori o peggiori di noi, la cosa non ci interessa, ma sulle idee, sui comportamenti esprimiamo sempre la nostra valutazione.
Spesse volte nel dire la verità forse qualcuno può esserne dispiaciuto, non è nostra intenzione offendere nessuno, ma ciò che riteniamo giusto non deve essere taciuto.
Chi siamo ? Siamo cattolici senza nessun aggettivo. Le tante classificazioni di cattolici molte volte sono riduttive, spesso devianti ed a volte sicuramente errate, per questo le rifiutiamo.
Apprezziamo i progressi della scienza e della tecnica ma riteniamo che il mondo presente non sia dominato esattamente da una visione cristiana; anzi, dall'esatto contrario. Molte delle cose che ci vengono gabellate come progresso, diritti umani o diritti di libertà siano esattamente il contrario; regresso, licenza e schiavitù. Chi avrà pazienza di seguirci capirà presto a cosa ci stiamo riferendo.
Un'ultima cosa, vogliamo ancora dire, in quanto cattolici noi non abbiamo né complessi di colpa per la storia passata né riteniamo di dover ricorrere ad altre istituzioni civili o religiose per poter essere cattolici. Ricerchiamo la verità ma, i fondamenti li conosciamo già con certezza senza bisogno di rivolgere la nostra attenzione altrove. Siamo fedeli alla Santa Romana Chiesa perché crediamo a tutti i dogmi così come ci sono stati proposti, seguiamo i comandamenti ed i principi morali da sempre stabiliti.

Il sito si articola in vari comparti dove trovano opportuna collocazione i vari argomenti. Chiunque sia interessato a partecipare è invitato a contattare i responsabili dei vari settori.


COME VISITARE IL SITO
la cosa più spiacevole è perdere tempo e farlo perdere agli altri. Pertanto, il modo più veloce per vedere i contenuti è quello di esaminare per primo
L'INDICE GENERALE DEL SITO
Se troverete qualcosa di interessante, potrete poi entrare nei singoli settori.
Grazie per la scelta.
 

Rino Tartaglino           


 
 

___________________________________

(cultura)

Foglio per comunicazione ai soci
___________________________________
_____________________________________________________________


ULTIMI INSERIMENTI
- 1/5/2004
(cultura - scienza - fede)
LA PASSIONE DI CRISTO - Così come è avvenuta

_____________________________________________________________
- 31/10/2004
(Difesa della vita)
ARE THE DEAD REALLY DEPARTED WHEN WE REMOVE THEIR ORGANS ? - On a subject concerning the end of life, and that is particularly the matter of the removal of organs from corpses

_____________________________________________________________
- 31/12/2004
(Europa)
LA FINE DELL'UNIONE EUROPEA - L'ingresso della Turchia in Europa

_____________________________________________________________
- 7/1/2005
(Difesa della vita)
QUESTIONI MORTALI - L'attuale dibattito sulla morte cerebrale e il problema dei trapianti di R. BARCARO e P. BECCHI- Introduzione

_____________________________________________________________
- 20/5/2005
(Difesa della Vita)
I CATTOLICI SI ASTENGONO SUL VOTO DEL REFERENDUM - Volantino

____________________________________________
- 31/5/2005
(Progetto Europa)
L'EUROPA E LA GEOPOLITICA AMERICANA - Chi domina il blocco eurasiatico-africano domina il mondo

____________________________________________

- 30/9/2005
(Una voce)
TORNIAMO ALLA MESSA IN LATINO - A seguito della Messa in "zeneize" una lettera di Francesca Poluzzi

____________________________________________

- 15/4/2006
(Difesa della vita)
DONARE GLI ORGANI E MORTE CEREBRALE
Le cose da sapere di Carlo Barbieri
_____________________________________________

S. MESSA IN LATINO
(rito romano antico)

DOMENICHE E FESTE DI PRECETTO

ORE 9,30

CHIESA DI S. STEFANO
(sopra) Via XX Settembre - GENOVA - Tel. 010.58.71.83

ASS. UNA VOCE - GENOVA

___________________________________
_______________________________


- 30/1/2008
(vita)
WELBY E IL PENSIERO CATTOLICO
Condanna dell'eutanasia di Carlo Barbieri
___________________________________

- 30/1/2008
(vita)
WELBY: RIFIUTO DI CURE O EUTANASIA? (parte I)
Considerazioni giuridiche sul caso Welby del prof. Paolo Becchi
___________________________________


- 3/4/2008
(vita)
MORTE CEREBRALE E TRAPIANTO DI ORGANI
Libro del Prof. Paolo Becchi - recensione del Dott Carlo Barbieri
___________________________________

- 3/4/2008
(vita)
LA MORTE CEREBRALE E' LA FINE DELLA VITA?
relazione della Dott. Rosangela Barcaro
___________________________________

- 8/7/2008
(vita)
INFORMAZIONE
La disinformazione sui problemi dei trapianti può essere colmata da alcune letture - consigli del Dott Carlo Barbieri
___________________________________

- 20/11/2008
(vita)
Il nuovo regolamento sulle modalità per l'accertamento e la certificazione della morte. Primi rilievi critici.
del Prof. Paolo Becchi
___________________________________

- 1/10/2009
(vita)
La biopolitica non ammette la libertà di coscienza
Prof. Paolo Becchi
___________________________________
- 30/10/2009
(Archivio)
CATTOLICI GENOVESI - N° 2 novembre 2009

___________________________________

- 30/10/2009
(Incontro)
CATTOLICI GENOVESI - N° 2 novembre 2009

___________________________________

- 10/1/2012
(vita)

___________________________________

- 20/1/2012
(voce)

___________________________________

- 20/1/2012
(Politica - costume - società)

___________________________________

- 19/2/2012
(Cultura)

___________________________________

- 1/1/2013
(una voce)
___________________________________

- 7/1/2013
(vita)

___________________________________

- 7/1/2013
(voce)

___________________________________

- 17/3/2013
(Politica - costume - società)

___________________________________

- 17/5/2013
(voce)
___________________________________

      Foglio di comunicazione interna
www.cattolicigenovesi.org
Quando marciate contro il nemico, state attenti che il nemico non marci alla vostra testa.

Bertolt Brecht

SANTI E BEATI

Sant' ALESSANDRO di Bergamo Martire – Festa 26 agosto
Patrono di Bergamo, vissuto a cavallo del III e IV secolo. Dopo essere stato comandante di centuria della legione Tebea, utilizzata prevalentemente in Oriente, è spostato in Occidente. Gli viene ordinato di ricercare i cristiani contro i quali è in atto una persecuzione. Di fronte al suo rifiuto e di alcuni compagni segue la decimazione, a cui riesce a salvarsi. Scappa a Milano dove però è riconosciuto e incarcerato. Grazie a san Fedele, che organizza la fuga di Alessandro, si rifugia a Como e infine, passando per Fara Gera d'Adda e Capriate, arriva a Bergamo. Qui, ospite del principe Crotacio, che lo aiuta a nascondersi, inizia la sua opera di predicazione e conversione di molti cittadini, tra cui i martiri Fermo e Rustico. Ma nel 303 Alessandro è nuovamente scoperto e catturato. Condannato alla decapitazione, muore il 26 agosto a Bergamo, dove ora sorge la chiesa di Sant'Alessandro in Colonna.
_______________________________
EDITORIALE
USA, EUROPA E LA CRISI UCRAINA

Con il crollo dell’Urss i Paesi che ne facevano parte più vicini alla frontiera occidentale divenuti indipendenti si sono avvicinati all’Ue chiedendo di farne parte e sono anche diventati parte della Nato. Quelli che facevano parte dell’Urss come gli Stati baltici sono entrati nell’Unione europea a nella Nato. Altri Stati dell’Europa orientale che orbitavano nella sfera sovietica come Polonia, Repubblica ceca, Romania, Bulgaria, Slovacchia, Ungheria e Polonia hanno seguito la stessa strada. Con molti contrasti vi è stato il caso Georgia che finì con uno scontro militare e la formazione dell’Abkazia e dell’Ossezia del Sud dove minoranze si sono ribellate e con l’appoggio della Russia si sono costituite come repubbliche indipendenti anche se non riconosciute dall’Onu. Adesso siamo alla crisi Ucraina. L’offerta dell’associazione dell’Ucraina alla Unione europea contrastata dalla Russia che vuole creare una sorta di mercato comune tra Russia, Bielorussia, Kazakistan ed Ucraina, ha fatto salire la tensione. in un primo tempo, dopo tentennamenti l’offerta è stata respinta dal presidente, regolarmente eletto, Viktor Yanukovich preferendo gli aiuti della Russia verso la quale, l’Ucraina ha un forte indebitamento per le forniture di idrocarburi non ancora del tutto pagati. La rivolta di piazza den orchestrata dell'esterno ha portato alla cacciata di Yanukovich ed alla formazione di un governo filo occidentale. La parte orientale dell’Ucraina, abitata da russi o russofoni si è ribellata al governo di Kiev dopo che gli abitanti della Crimea hanno con un referendum proclamato la loro indipendenza ed il ritorno alla Russia. La parte orientale dell’Ucraina, anche con un referendum ha proclamato l'indipendenza. Il governo di Kiev ha deciso di riprendere il controllo della situazione ma l’aiuto della Russia ai ribelli sta mettendo in difficoltà l’esercito ucraino. Intanto l’America e l’Europa minacciano sanzioni ulteriori rispetto a quelle già operative se la Russia non cesserà di aiutare i ribelli. Questo è in riassunto la situazione attuale; ma, cosa si nasconde dietro l’innocua offerta di associazione prima e l’adesione poi, dell’Ucraina all’Ue? Qualcuno ha spiegato con una frase quelle che sono le linee strategiche degli Usa: “Tenere sottomessa l’Europa ed allontanare la Russia”. Per quanto riguarda l’Europa, impedire che si formi un vero potere rendendo i vari Paesi che la compongono dipendenti economicamente, militarmente e di conseguenza politicamente. In questo senso, De Gaulle l’aveva capito e politicamente aveva agito di conseguenza. Nei confronti della Russia vengono usati tutti i mezzi per indebolirla compreso la storia dei diritti civili che in molti casi sono la tutela e la rappresentanza delle devianze. L’offerta alla Ucraina di entrare nell’Ue e poi nella Nato fa parte di questo gioco. Indebolire economicamente la Russia e portare la potenza militare della Nato sempre più vicino a Mosca. La fase successiva sarebbe quella di suscitare disordini nella Russia economicamente in difficoltà favorendo la salita al potere di un regime fantoccio di uomini al servizio degli Usa che ridurrebbe la Russia ad una potenza di secondo ordine. Questa sarebbe una guerra realizzata con poco spargimento di sangue e permetterebbe agli Usa di dominare l’Europa condizione necessaria per conservare la supremazia nel mondo per il XXI secolo. Putin ha capito quali sono gli obiettivi strategici degli americani che vanno ben oltre alla semplice adesione dell’Ucraina ma vi è in gioco la demolizione della Russia e per questo ha reagito con forza. Di fatto, il mondo si sta avviando ad una bipolarizzazione molto pericolosa: Cina e Russia da un lato, Stati Uniti e Europa al suo guinzaglio dall’altro lato. È questa una tappa del disegno di dominio planetario degli Usa: ricreare un clima di tensione continua, di fronte alla quale gli europei non potranno che compattarsi attorno allo Zio Sam, per non buttarsi nelle braccia dell’altro blocco. L'Europa è caduta in una trappola ben organizzata dagli Usa. Non abbiamo bisogno di inimicarci la Russia, cosa che per noi sarebbe un disastro. L’Europa come Stato si può formare solo uscendo dalla dipendenza dagli Usa e un domani, una Russia forte potrà essere la parte orientale di quell’Europa che adesso manca.

Rino Tartaglino

_______________________________

ILLUSTRAZIONE: Vignetta: Putin dà un aiuto militare ai ribelli filorussi contro il governo di Kiev che vuole entrare nella Nato; cosa non gradita da Mosca.
_______________________________


LIBERO ARBITRIO

Il sacerdote Anna interroga Gesù. “Intanto il Sommo Sacerdote cominciò a far domande a Gesù sui suoi discepoli e sul suo insegnamento. Ma Gesù rispose: “Io ho parlato chiaramente al mondo. Ho sempre insegnato nelle sinagoghe e nel Tempio non ho mai parlato di nascosto, ma sempre in pubblico in mezzo alla gente. Quindi perché mi fai queste domande? Domanda a quelli che mi hanno ascoltato. Essi sanno quello che ho detto”. Così parlò Gesù. Allora uno dei presenti gli diede uno schiaffo e disse: “Così rispondi al Sommo Sacerdote?” Gesù replicò: “Se ho detto qualcosa di male dimostralo, ma se ho detto la verità, perché mi hai dato uno schiaffo?”

(Giovanni 18/19-23)

“È facoltà dell’uomo ubbidire alla ragione, seguire il bene, seguire il bene morale, tendere direttamente al suo fine ultimo. Ma egli può anche deviare verso tutt’altri scopi e perseguendo false immagini del bene, può turbare l’ordine prestabilito e precipitare in volontaria rovina”.

(Leone XIII: Enciclica “Libertas”)

Gesù e la sua Chiesa hanno ricorso a diversi argomenti per salvare gli uomini e le donne dalla perdizione, tra questi è la ragione. Gesù è stato schiaffeggiato, sovente anche la Chiesa lo è. Secolare risposta è : “Se ho detto male dimostramelo”. Chi sbaglia va convinto, a nostra volta dobbiamo essere disponibili a ricrederci se sbagliamo. Lutero e gran parte del Protestantesimo, l’Islam, il Marxismo, gran parte del mondo attuale, negano il libero arbitrio. Ma se uno non è capace di scegliere è un povero disperato. Se poi non è capace di scegliere il bene è disperatissimo. Se poi non esistono il bene ed il male siamo alla tragedia che caratterizza gran parte del mondo attuale. Oggi trionfa la confusione, c’è poco da stupirsi della crisi.

Renzo Mattei

_____________________________

25/8 - SEQUESTRO STAMINA: Il progetto Stamina per la cura di patologie neurovegetative è diventato una fonte inesauribile di controversie giudiziarie. Questa terapia medica inventata dalla Stamina Foundation di Davide Vannoni & C. ha già avuto applicazioni con risultati controversi. Si è tentato la sperimentazione a livello ministeriale poi sospesa. L'applicazione di tale terapia è stata vietata ma qualche giudice ha imposto che per dei ricorrenti venga applicata. Adesso, l'intervento del solito sostituto procuratore Raffaele Guariniello che ha disposto il sequestro del materiale medico di Stamina fa saltare la terapia per una bambina autorizzata da altro giudice di Brescia. Guariniello già dal 2009 indaga su Vannoni (foto) e sul pediatra Marino Andolina e su altre dieci persone che sono accusate di associazione a delinquere, truffa e somministrazioni di farmaci pericolosi.
Riteniamo assurdo che vi siano tante istituzioni che possano decidere tutto ed il suo contrario. Personalmente, ritengo che dopo esauriente spiegazione vi debba essere una sperimentazione fatta da persone competenti non legate ad interessi politici o alle imprese del farmaco. Nel dubbio, se non vi sono altre possibilità di cure, in via eccezionale si può applicare la cura a condizione che sia gratuita per i pazienti.
_____________________________
25/8 - LIBIA: In tre anni dalla caduta di Gheddafi, la Libia ha cambiato la sua situazione. Solo un quinto del suo potenziale economico è sviluppato. Il Paese è conteso tra milizie armate tra loro in contrasto e di un governo delegittimato. Invece dell'esportazione di petrolio si fa il contrabbando di uomini. Dalle coste libiche sono partiti barconi con 92.000 clandestini nel 2014 e per la fine anno si stimano che siano 200.000. Prosperano anche altri traffici illegali come il contrabbando di armi e di droghe e di benzina.
Dalla cacciata di Gheddafi abbiamo perso buona parte delle forniture di petrolio ed abbiamo ottenuto una invasione di clandestini che da Paese mal governato non sappiamo né respingere e neppure gestire.

25/8 - RECLUTATORI: Buona parte dei combattenti dell'Isis sono stranieri; quindi né siriani e né iracheni. Tra gli immigrati clandestini si è scoperto che vi sono dei reclutatori che hanno l'incarico di inviare nelle zone di guerra dei giovani islamici integralisti e dei convertiti di fresca data. Tra i combattenti nelle file dell'Isis vi sarebbero almeno 50 uomini con passaporto italiano.
Per prima cosa non si deve accettare che ci sia una invasione di clandestini. In secondo luogo, le poche migliaia che vengono accettate devono essere sorvegliate e controllate. Infine, prima di ricevere la cittadinanza italiana devono dimostrare di conoscere la lingua la cultura e la religione praticata dalla maggioranza. La Chiesa inoltre, deve dialogare con i singoli immigrati con lo scopo di convertirli e lasciar perdere gli inconcludenti dialoghi con le autorità islamiche, che sono anche controproducenti in quanto, finiscono per far credere che una religione vale l'altra.
_______________________________

26/8 - SCOUT E GAY: Negli Usa dopo un lungo dibattito le organizzazioni scautistiche hanno deciso di aprire le iscrizioni anche ai gay. In Italia verso l'omosessualità, la posizione ufficiale della varie associazioni scout è di massima apertura. "A differenza degli Usa, qui in Italia non facciamo alcuna discriminazione - conferma un capo scout cattolico - accogliamo tutti i ragazzi senza prestare attenzione alle loro convinzioni politiche, condizioni sociali o orientamenti sessuali. Per quanto riguarda i capi usiamo qualche attenzione in più. Ogni Comunità, infatti, sceglie i capi con scrupolo chi può entrare in contatto coi ragazzi, chi cioè potrà essere l'educatore di riferimento dei singoli gruppi. Chi ha atteggiamenti eccessivi, di qualunque tipo essi siano, potrebbe non dare una testimonianza da educatore corretta e dunque potrebbe non essere adatto come capo".
Potremmo dire che a piccoli passi anche gli scout fanno passare tutto. Prima si escludevano i gay poi si ammettevano i gay purché non dichiarassero di essere tali. Il passaggio successivo, che è quello attuale, puoi essere gay ma non devi fare propaganda ed infine, prossimamente, liberi tutti. Poiché non esiste alcuna condanna dell’immoralità, dovremo stare bene attenti a dove vanno a finire i nostri ragazzi. Magari non dai boys scout.
_ ______________________________
26/8 - CARATTERI: L'eterna disputa tra coloro che ritengono che tutto sia contenuto nei geni e gli altri che ritengono che sia l'ambiente a determinare il carattere degli individui. Da uno studio effettuato dall'Università di Adelaide (Australia) risulta che col Dna si trasmettono i caratteri ed anche le abitudini. Ovviamente, anche l'ambiente ha la sua influenza ma la base è sempre la genetica.
I caratteri degli individui vengono determinati dalla interazione genetica dei genitori anche se non si esclude che i comportamenti possano essere corretti dalla cultura, dall'ambiente e dai principi morali di ogni individuo.

26/8 - PADOAN: Il ministro del Tesoro ha detto che il governo e pronto a fare tagli necessari ma, tenendo conto della crisi. "Risparmieremo su tutto" ha concluso il ministro.
Le parole del ministro, se prese alla lettera, vogliono dire che se il governo risparmia su tutto, noi dovremo pagare tutto.
________________________________




27/8 - RIFORMA DELLA SCUOLA: Il ministro della Pubblica Istruzione Stefania Giannini ha illustrato al Meeting di Rimini le linee guida della riforma della Scuola che venerdì dovrà essere presentata al Consiglio dei ministri. La ministra ha annunciato che non ci sarà più la figura del supplente. Al suo posto, insegnanti con supplenze annuali. Vi sarà una rivoluzione nei programmi. Verrà introdotta più meritocrazia, chi fa di più deve avere di più. Verrà studiato meglio il finanziamento alle scuole private. I test di Medicina per l'ammissione devono essere cambiati ma se ne parlerà più avanti. E tra uno scroscio di applausi la Giannini ha detto che l'educazione deve essere al centro di tutto. Renzi preso dall'entusiasmo per la presentazione della Giannini vuole prendersi il merito. come si dice metterci la faccia allora ha riunito i vertici sulla scuola dei capigruppo del Pd senza il ministro Giannini per approfondire l'argomento scuola. Per Renzi la scuola è un argomento strategico e vuole averne il pieno controllo.
I problemi sono tanti nella scuola ma i soldi disponibili pochi; così, le riforme si traducono spesse volte in un mare di parole che lasciano le cose come stanno o addirittura le peggiorano.
____________________________
27/8 - FRANCIA: Dopo la critica all'austerità imposta dalla Germania fatta dal ministro Arnaud Montebourg, il primo ministro Valls si dimette ma viene subito reincaricato a formare il governo dal presidente Hollande e con una operazione politica decisiva allontana dal governo i politici legati alla sinistra socialista tradizionale. Al posto di Montebourg alla guida dell'economia francese viene incaricato Emmanuel Macron, ex banchiere d'affari per la Rothscild
Di solito quando le cose si fanno gravi si incaricano i banchieri che regolarmente peggiorano la situazione.

27/8 - TREGUA: Al cessate il fuoco numero 12, Hamas dà il via libera ai festeggiamenti e celebrazioni per le strade di Gaza. Questa volta la tregua a tempo indeterminato dovrebbe durare. La mediazione dell'Egitto ha avuto successo e le parti in causa, anche per evitare danni maggiori, hanno accettato le condizioni per la cessazione del conflitto. Tutti i contendenti cantano vittoria. Israele dice che Hamas ha dovuto cessare i lanci di razzi ed ha perso molti uomini. Hamas può vantarsi di non essere stata sconfitta nonostante lo strapotere di Israele. Anche l'Autorità palestinese di Abu Mazen ha avuto un vantaggio perché dagli accordi può controllare alcune zone di Gaza.
Nella guerra infinità si spera che la tregua duri il più a lungo possibile prima che riprendano le ostilità.

27/8 - EVASIONI: Una volta i carcerati scappavano segando sbarre delle celle, scavalcando muri esibendo prove delle loro abilità adesso, invece, i carcerati escono dalla porta principale in licenza premio e poi a volte, si dimenticano di ritornare in cella. Le licenze premio possono riguardare non solo i ladri e gli spacciatori ma anche gli assassini.
A parte gli errori giudiziari, il nostro sistema detentivo è abbastanza bonario. gli evasori tengono in esercizio i poliziotti che devono essere sempre pronti ad acchiapparli.
_____________________________________

28/8 - ISLAMOFOBIA: Il giornalista Magdi Cristiano Allam noto per la sua attività di giornalista e per quella politica, è stato eurodeputato è stato commentatore di La Repubblica, vicedirettore del Corriere della Sera e da vari anni scrive su Il Giornale articoli che mettono in guardia gli italiani puntando il dito contro i principi illiberali e sanguinari dell'islam. Per i suoi articoli, i terroristi di mezzo mondo l'hanno condannato a morte; così da undici anni vive sotto scorta per timore di attentati contro la sua persona. Per i suoi articoli Magdi Cristiano Allam dovrà presentarsi tra breve davanti al tribunale del popolo e rischia la radiazione dall'albo dei giornalisti a causa di un esposto del presidente dell'associazione degli islamici italiani (UCOII). L'Ordine dei Giornalisti ha deciso di sottoporre il giornalista ad un Procedimento disciplinare per alcuni articoli apparsi su Il Giornale tra maggio e novembre del 2011. L'accusa è di essere islamofobo.
Islamofobia, omofobia e xenofobia sono tutti termini inventati per impedire ad altri di pensare quello che credono quasi sempre cose inconfutabili. Tra gli islamici vi possono senza dubbio essere dei moderati; ma, l'islam per i suoi contenuti nel loro libro sacro, il Corano non è affatto moderato. l'applicazione della norma che molti musulmani indicano col termine di saharia ne è la prova. I crimini commessi in nome dell'islam ne sono l'applicazione pratica. Farli venire in Europa a milioni è la migliore garanzia che arriveremo alla guerra civile.
____________________________
28/8 - SOPRA LE POSSIBILITA': Il primo ministro francese Manuel Valls in un incontro con gli industriali ha detto che: "la Francia ha vissuto per 40 anni al di sopra delle proprie possibilità". Gli industriali hanno applaudito.
Quando si vuole aumentare le tasse, i contributi e ridurre i servizi sociali si dice la frase sopra riportata. In pratica a farne le spese è il ceto medio e medio basso. I ceti elevati non sono toccati se non marginalmente.

28/8 - ESECUZIONI: Soldati di Assad catturati dalle soldataglie dell'Isis sono stati fatti sfilare in mutande e poi assassinati. Le immagini sono state messe su Twitter e su Facebook. I carnefici hanno poi esibito monconi di corpi branditi come trofei, mostrati ai bambini per strada e poi appesi a cancellate. Questi crimini sono stati commessi dopo la conquista della base siriana di Raqqa.
Se il sedicente califfo vuole consolidare il suo potere uccidendo, stuprando commettendo ogni nefandezza almeno in questa circostanza si sbaglia. I suoi stessi sostenitori si renderanno conto molto presto che l'Isis va liquidato perché pericoloso anche per loro.
_____________________________________

29/8 - UN CHIP: Negli Usa si sta sperimentando un chip che iniettato sotto pelle viene utilizzato per curare i soldati vittime dello stress post-traumatico. Il progetto si chiama ElectRX è una cura farmacologica che agisce sul sistema nervoso. Il meccanismo consiste nel controllare il funzionamento di organi e attivare l'immissione di un farmaco per curare secondo la necessità malattie croniche come artriti reumatoidi ed i disturbi mentali. Per questa iniziativa il presidente Obama ha stanziato 80 milioni di dollari per sostenere la cura dei soldati vittime dello stress post-traumatico. In Italia si starebbe studiando un analogo progetto per la cura del Parkinson al San Raffaele di Milano.
Tutte belle iniziative se fatte a fin di bene purtroppo, sappiamo che sono stati inventati vaccini che prevengono le malattie ma producono nelle donne la sterilità. Un domani si useranno i microchip per l'identificazione della persona poi per il controllo dell'aggressività dei criminali, in ultimo, per il controllo sociale degli individui. Il pensiero va all'Apocalisse di San Giovanni dove per comperare e per vendere bisogna avere il segno della Bestia sulla mano. San Giovanni non conosceva le nanotecnologie.
_____________________________________
29/8 - RIFORME NEL CAOS: La riforma della scuola slitta perché mancano i soldi per l'assunzione dei 100.000 insegnanti. Ci sono meno di 4 miliardi per sbloccare i cantieri più strategici. Per le infrastrutture le somme sono poche e non si sa bene come fare le coperture che secondo Padoan le coperture verranno rinviate alla legge sulla stabilità. Per la Giustizia, Ncd avvisa Renzi, nel pacchetto ci deve essere tutto anche le intercettazioni.
Tra il dire ed il fare c'è di mezzo il mare.

29/8 - UCRAINA: Vi sarebbero le prove che blindati russi sono entrati in Ucraina a sostegno dei separatisti filorussi. Foto satellitari farebbero vedere colonne di carri armati ed artiglieria già in territorio ucraino e dispiegamenti di truppe al confine. Putin sfida gli Occidentali sulle nuove minacciate sanzioni se non cesserà l'invasione dell'Ucraina.
Putin ha capito che gli Usa non possono intervenire militarmente ed i Paesi europei come ausiliari degli Stati Uniti non si muovono se non si muove il padrone; quindi, si limitano a deplorare.
_____________________________________
30/8 - GIUSTIZIA: Tracciate le linee guida per la riforma. Intercettazioni: senza comprimere l'attività investigativa non si deve pubblicare notizie che non abbiano rilevanza penale. Responsabilità dei giudici: chi sbaglia paga. l'azione si fa contro lo Stato che si rivale sul giudice. Processo civile: si riducono i tempi dei procedimenti. Per le controversie civili si potrà in certi casi ricorrere all'arbitrato o alla negoziazione. Per sciogliere il matrimonio non sarà più necessario rivolgersi al giudice ma, basterà ricorrere alla negoziazione assistita da un avvocato che si applica anche se non vi sono figli minori anche per separazioni e divorzi. L'avvocato poi trasmette all'ufficiale di Stato civile copia dell'accordo.
Alcune cose indicate sono positive come la riduzione dei tempi della giustizia e la possibilità di arrivare alla soluzione di una vertenza con l'arbitrato o la negoziazione; ma, nel caso del divorzio la soluzione proposta riduce il matrimonio ad un evento dal punto di vista civile molto banale. Se non ci fossero questioni fiscali o di responsabilità, dal punto di vista civile sarebbe del tutto inutile sposarsi.

30/8 - LA LEGGE: All'anagrafe di Udine si presenta una donna col velo integrale che le scopre solo gli occhi i presenti in fila mostrano disagio e chiamano la polizia locale che però non interviene per mancanza di personale. La donna era accompagnata da un uomo e da tre bambini. La richiesta della donna riguardava il rilascio di documenti. A riportare l'episodio è stato il capogruppo della Lega Mario Pittoni: "E' normale e soprattutto rispettoso della legge presentarsi all'ufficio anagrafe col volto coperto?", chiede polemico il leghista.
Noi rileviamo che gli italiani devono rispettare le leggi pena gravi sanzioni perché dobbiamo essere civili, gli stranieri, invece, possono anche non rispettarle le leggi per uno dei due motivi: il primo è perché li consideriamo esseri inferiori, oppure per una motivazione opposta; perché non vogliamo sembrare xenofobi così spesse volte le trasgressioni degli stranieri sono semplicemente ignorate anche dai tutori dell'ordine perché non vogliono avere guai dai superiori.
_______________________________

SE LA BARCA NON VA

La loggia finanziaria,
all’Europa è contraria.
Con più indebitamento
ci ricatta a piacimento.
Oberati dalle tasse
son vuote le casse,
di tanti giovani italiani,
poveri oggi e domani.
l’Economist, che è inglese,
lancia strali con pretese,
e pronuncia la sentenza:
“L’euro è in dissolvenza!”
Mekel e Hollande, i capitani
stan con le mani nelle mani.
Mentre Renzi, un bambinone,
pensa a mangiare il gelatone.
Solo Draghi intraprendente
butta l’acqua col recipiente.
Per salvare l’euro moneta
che non arriva più alla meta.
Ma che dire degli europei?
Si comportano da babbei,
è una cosa assai buffa,
non capiscono la truffa.
Preparata dai finanzieri
come al solito, filibustieri.

_______________________________

30/8 – DUE MAMME: Due lesbiche che hanno contratto un matrimonio all'estero, cosa non riconosciuta in Italia; poi hanno deciso di avere in figlio e sono andate in Spagna dove con la fecondazione eterologa una delle due ha dato alla luce una bambina. Le due lesbiche hanno fatto ricorso al Tribunale di Roma che ha riconosciuto il diritto della bambina a chiamare mamma entrambe le donne ed a portare il doppio cognome. Il Secolo XIX come altri giornali dello stesso stampo ha commentato: "Ancora una volta la giurisprudenza arriva prima della politica".
Per prima cosa riordiamo che non esiste un matrimonio tra due donne o tra due uomini perché è contro natura. Secondo punto, la bambina nata con la fecondazione eterologa ha una sola mamma ed il padre è un volontario forse anonimo riproduttore. Infine, il giudice che ha riconosciuto a due donne di essere due mamme ha violato la legge; o se vogliamo, si è inventato una legge senza che questo sia concesso all'autorità giudiziaria. Noi possiamo con leggi autorizzare tutte le finzioni che vogliamo ma la realtà non cambia.
_______________________________

31/8 - NOMINE EUROPEE: Dopo tanto battagliare il nostro ministro degli Esteri Federica Mogherini è diventata ministro degli Esteri d'Europa. Al primo ministro polacco Donald Tusk va l'incarico di presidente del Consiglio europeo. La Mogherini era stata un po' osteggiata perché ritenuta morbida rispetto alla Russia. In compenso il polacco Tusk è decisamente antirusso.
Anche se l'incarico alla Mogherini non è molto importante, rimane pur sempre una vittoria di Renzi.
_______________________________

31/8 - ISLAMICO BUONO: Lo scorso 5 agosto l'imam marocchino di San Donà di Piave, Abdalbar Raoudi è stato espulso perché ha pronunciato un sermone molto violento contro gli ebrei: "Allah falli morire tutti ... fai diventare il loro cibo veleno...". Il vicepresidente della Consulta regionale per l'immigrazione, Abdullah Kherzraji (foto), marocchino e musulmano, si è schierato a favore dell'espulsione per la violenza delle parole. Kherzraji vive in Italia da 25 anni per la sua posizione a favore dell'espulsione dell'imam ha ricevuto minacce da parte degli integralisti su Facebook: "Sei un serpente ignobile che mangia la carne dei fratelli". Kherzraji, dopo questo fatto ha deciso si informare la Digos di Treviso perché veda di scoprire chi si nasconde dietro a queste minacce.
Anche tra i musulmani vi sono persone rispettose degli altri come nel questo caso di Kherzraji che per compiere il suo dovere rischia la vita. Esistono degli islamici moderati ma, l'islam se è preso alla lettera non è moderato ma intollerante.
_______________________________
31/8 - TURCOMANNI: Con l'aiuto dei bombardamenti americani sulle postazioni dell'Isis, l'esercito curdo e quello iracheno sono riusciti a rompere l'accerchiamento alla città di Amerli dove erano asserragliati i turcomanni che rischiavano di essere massacrati in caso di conquista della città da parte dell'Isis. Prima della liberazione della città, aerei americani ed inglesi hanno lanciato dall'alto viveri, acqua e medicinali.
Le notizie di questi giorni indicano che i curdi dal Nord e l'esercito iracheno dal Sud stanno recuperando terreno costringendo le truppe del califfo a ritirarsi. Questo è senza dubbio un dato positivo.
_______________________________

ANNOTAZIONE
PECCATI PARROCCHIALI
Il Papa è tornato a svolgere la sua catechesi in Piazza San Pietro e parlando a braccio ha ricordato un episodio bello ed interessante di una persona anziana che ha lavorato sempre in parrocchia "ma non ha mai sparlato, mai ha chiacchierato, sempre era un sorriso. Una donna così può essere canonizzata domani". Per contro il Papa ha fronte di quel bell'esempio di una donna che non crea divisioni ha detto: "In una comunità chi crea divisioni commette uno dei peccati più gravi, perché la rende segno non dell'opera di Dio ma dell'opera del diavolo il quale è per definizione colui che separa, che rovina i rapporti, che insinua pregiudizi".
Di solito quando ci sono i pettegolezzi che si possono udire se non tra persone interessate a far carriera sono critiche abbastanza innocenti quasi a livello manzoniano. Diverse invece sono le critiche a volte frequenti di tipo dottrinale che effettivamente sono più preoccupanti. Molte volte vengono riportate dichiarazioni di persone appartenenti all'Alto clero che non sono in linea con la dottrina che da sempre è consolidata. In questo caso non possiamo parlare di petegolezzo ma di affermazioni che creano dubbi ed incertezze che dovrebbero essere chiarite subito in maniera precisa.
_______________________________
ULTIMA ORA: filorussi e truppe dell'esercito russo entrano in profondità nel territorio ucraino nella zona sud lungo la costa forse per congiungere direttamente il territorio russo con la Crimea. L'esercito di Kiev deve abbandonare l'aeroporto di Luhansk sotto l'attacco dei filorussi. Il neo presidente del Consiglio europeo mostra il timore che la guerra possa allargarsi oltre l'Ucraina e paragona questa situazione a quella del 1939 prima dello scoppio della II Guerra Mondiale.
_______________________________

IL LIBRO DELLA SETTIMANA

IL DECLINO DELL'IMPERO AMERICANO


di Sergio Romano
Ed. Longanesi - € 14,90
Quando si scriverà la storia dei primi decenni del XXI secolo, una data sarà probabilmente considerata dirimente. Solitamente si pensa all'11 settembre 2011, e cioè all'attacco alle Torri Gemelle a New York e al Pentagono a Washington da parte dell'organizzazione terroristica di Al Qaeda. Tuttavia l'evento veramente caratterizzante delle vicende internazionali degli ultimi anni è l'invasione americana dell'Iraq nel 2003. Considerata l'apoteosi dell'egemonia statunitense, quell’avventura bellica, i cui effetti - come testimoniano i fatti delle ultime settimane in Iraq - sono tutt'altro che esauriti, segnò invece l'inizio del declino americano sulla scena globale. Tale scelta sconsiderata segna la negazione, nella pratica, dell'immagine del "Leviatano liberale", che per il politologo Ikenberry rappresenta la principale funzione degli Stati Uniti nel mondo, in quanto creatori di un ordine basato sulle istituzioni internazionali e sull’influenza positiva nel sistema internazionale delle democrazie liberali. Per Sergio Romano (Il declino dell'impero americano, Longanesi, Milano 2014) la crisi dell'ordine mondiale americano è cominciata a Kabul nel 2001 e a Baghdad nel 2003, "ma diviene ancora più evidente quando i più vecchi e fedeli alleati degli Stati Uniti - l'Arabia Saudita, Israele, la Turchia, il Giappone, alcuni Paesi europei e latinoamericani - lanciano segnali di fastidio e cominciano a fare scelte politiche che danno per scontato il declino della potenza americana". Romano traccia con grande nitore analitico le grandi linee della politica estera americana a partire dalla Seconda Guerra Mondiale. Romano propone un'interpretazione della proiezione internazionale degli Stati Uniti attraverso la categoria dell'impero, depurata però sia delle caratterizzazioni più rozzamente "imperialistiche", sia di quelle ingenuamente "provvidenzialistiche". Gli Stati Uniti non appaiono né come i dominatori del mondo, né come i suoi salvatori. Se è vero che gli Stati Uniti si sono fatti promotori in alcuni casi della giustizia mondiale, è anche vero che non hanno ratificato, ad esempio, il Tribunale penale internazionale, "perché ciò che è utile e desiderabile per gli altri - scrive Romano con un giudizio forse troppo severo - non è utile e desiderabile per sé stessa". Molto più realisticamente, Romano sostiene che gli Stati Uniti abbiano coltivato, sin dalla loro origine, la convinzione di possedere uno standard etico-politico più avanzato rispetto al resto del mondo e che tale circostanza li obbligasse ad assumere, anche da soli, la guida del mondo occidentale o "libero". In tal senso, per seguire Romano, la parola "isolazionismo" fa rima con unilateralismo. Le vicende dell’ultimo quarto di secolo dopo al fine della Guerra fredda mostrano, per la verità, un’immagine complessa del ruolo degli Stati Uniti: basti pensare alla ricerca del consenso internazionale nel caso dell’intervento per liberare il Kuwait invaso da Saddam Hussein nel 1991, o all’intervento nella ex-Jugoslavia dinanzi all’ignavia europea, alla apertura di credito offerta alle Primavere arabe dal 2010. In ogni caso, Romano descrive con grande lucidità la fine (a volte convulsa) della cosiddetta pax americana, cioè al ruolo degli Stati Uniti come garante di ultima istanza dell’ordine mondiale. Questo esito è in parte deliberato, ma sostanzialmente costituisce una conseguenza necessaria della riduzione delle capacità di intervento, sia a motivo della insostenibilità economica (specie dopo la crisi finanziaria del 2008) sia in ragione della insostenibilità politica (un’opinione pubblica americana assai oggi più preoccupata del fronte interno che di quello internazionale). Sullo sfondo, si svolge una transizione ben più importante persino della traslazione di potere verso l’Asia, ed è di tipo concettuale: gli Stati Uniti dovranno rendersi conto che, se essi sono la “nazione indispensabile”, come disse Madeleine Albright, oggi tutte le nazioni sono “indispensabili” per affrontare insieme le sfide globali. E’ sintomatico che un libro sul declino americano si concluda con una sorta di appello all’Europa, affinché si decida a presentarsi al mondo con “un governo comune”. Altrimenti – prevede Romano - l’era post-americana si popolerà solo di nuove potenze, tutte extraeuropee. Un limite di quest’analisi? Troppo centrata sulla nozione di potere, sia militare che economico, nella tradizione del pensiero “realista” delle relazioni internazionali. Non è detto che questo “realismo” serva davvero, oggi, a comprendere la complessità del mondo
_______________________________
LA MIGLIORE DELLA SETTIMANA

FIN CHE LA BARCA VA.... A FONDO













Copertina "The Economist" - 29/8/14